Omissione del versamento IVA sanzionata anche se sotto la soglia di punibillità penale
  • REATO DI OMESSO VERSAMENTO DI RITENUTE non è retroattiva l’irrilevanza della certificazione.
  • Il professionista incaricato della relazione per il concordato preventivo non è pubblico ufficiale.
  • " /> Omissione del versamento IVA sanzionata anche se sotto la soglia di punibillità penale
  • REATO DI OMESSO VERSAMENTO DI RITENUTE non è retroattiva l’irrilevanza della certificazione.
  • Il professionista incaricato della relazione per il concordato preventivo non è pubblico ufficiale.
  • "/>
    You Are Here: Home » Dottrina » Diritto Tributario » IVA: domanda di concordato prima della scadenza per il versamento.

    IVA: domanda di concordato prima della scadenza per il versamento.

    IVA: domanda di concordato prima della scadenza per il versamento.

    La domanda di concordato prima della scadenza ultima per il versamento IVA e poi accolta esclude la punibilità

     

    Massima Giurisprudenziale:

    L’ordine del giudice che impone di non pagare i crediti sorti in data anteriore alla proposta di concordato costituisce una scriminante ed esclude la punibilità dell’eventuale reato per mancato versamento dei tributi.

    Decisione: Sentenza n. 52542/2017 Cassazione Penale – Sezione IV

    Classificazione: Commerciale, Fallimentare, Penale, Tributario

    Massima:
    Nel caso in cui la domanda di concordato preventivo – presentata prima del termine ultimo previsto per il versamento dell’IVA scaduta – sia accolta, l’ordine del giudice che impone di non pagare i crediti sorti in data anteriore alla proposta di concordato configura la scriminante di cui all’art. 51 codice penale.

     

    Osservazioni.

    Il tema degli effetti dell’ammissione alla procdura di concordato preventivo rispetto al reato di omesso versamento IVA, si sono sviluppati orientamenti giurisprudenziali discordanti basai sul presupposto che il debito IVA, in quanto tributo armonizzato dell’Unione Europea, non fosse falcidiabile in sede concordataria.

    Questi orientamenti sono poi stati superati dalla pronuncia della Corte di Giustizia U.E., la quale ha ritenuto compatibile con il diritto dell’Unione europea il pagamento parziale di un debito IVA.

    In estrema sintesi, al soggetto ammesso alla procedura di concordato preventivo la cui domanda è stata proposta prima della scadenza utile per evitare la configurabilità del reato di omesso versamento IVA, non può essere punito perché si trova nella situazione da una parte di dover obbedire all’odine del giudice che impone di non pagare i crediti sorti antecedentemente, dall’altra di versare (ammesso che vi siano le risorse per farlo) per escludere la configurabilità del reato danneggiando gli altri creditori.

    In virtù del principio di non contraddizione dell’ordinamento giuridico, alle due alternative va attribuita prevalenza alla prima, la quale costituisce scriminante ai sensi dell’art. 51 codice penale, che esclude la punibilità.

     

    Giurisprudenza rilevante.

    Corte di Giustizia Europea, sez. 2, 7.4.2016

     

    Disposizioni rilevanti.

    DECRETO LEGISLATIVO 10 marzo 2000, n. 74
    Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto

     

    Art. 10-ter – Omesso versamento di IVA

    1. E’ punito con la reclusione da sei mesi a due anni chiunque non versa, entro il termine per il versamento dell’acconto relativo al periodo d’imposta successivo, l’imposta sul valore aggiunto dovuta in base alla dichiarazione annuale, per un ammontare superiore a euro duecentocinquantamila per ciascun periodo d’imposta.
    Permalink al Testo Integrale

     

    Codice penale

     

    Articolo 51- Esercizio di un diritto o adempimento di un dovere

    L’esercizio di un diritto o l’adempimento di un dovere imposto da una norma giuridica o da un ordine legittimo della pubblica Autorità, esclude la punibilità.

    Se un fatto costituente reato è commesso per ordine dell’Autorità, del reato risponde sempre il pubblico ufficiale che ha dato l’ordine.

    Risponde del reato altresì chi ha eseguito l’ordine, salvo che, per errore di fatto abbia ritenuto di obbedire a un ordine legittimo.

    Non è punibile chi esegue l’ordine illegittimo, quando la legge non gli consente alcun sindacato sulla legittimità dell’ordine.

    QR Code – Take this post Mobile!
    Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

    Info sul autore

    Titolare Graziotto Legal - Studio Legale Graziotto

    Studio Legale Graziotto Via Zeffiro Massa, 1 18038 Sanremo (IM) Tel. +39 0184 1894317- Cell. +39 348 0017380 Curriculum http://www.studiograziotto.com/gp/LPage.aspx?k=profile Siti Web: http://www.studiograziotto.com http://www.graziottolegal.com PROFILO PROFESSIONALE SINTETICO Studio Legale, improntato al concetto di «boutique legale», caratterizzato per la riservatezza assoluta e l’unicità nel segmento Corporate Legal (clientela aziendale operante in numerosi settori di attività). Una delle poche realtà a struttura snella e flessibile con vocazione internazionale e capacità di intervento a 360° anche all’estero in circa 60 Paesi. Il titolare ha oltre 15 anni di esperienza specifica in operazioni straordinarie aziendali, anche in ambito internazionale. E’ Pioniere del concetto di «Scudo Legale» per prevenire e contenere i rischi legali. Vanta collaborazioni editoriali e pubblicazioni, docenze, interventi e corsi di specializzazione, competenze linguistiche ed esperienze diversificate nei contesti d’impresa. Practices: Arbitrato e contenzioso in tutte le sedi, anche internazionali • Diritto ambientale • Diritto amministrativo • Diritto bancario e assicurativo • Diritto civile • Diritto commerciale e contrattuale • Diritto della concorrenza e della proprietà industriale • Diritto del lavoro (solo tutela della parte datoriale) • Diritto dell'Unione europea • Diritto dei trasporti • Diritto fallimentare • Diritto immobiliare • Diritto internazionale privato • Diritto penale • Diritto societario • Diritto tributario e doganale • Finanza d'impresa e operazioni straordinarie aziendali (acquisizioni, fusioni, scissioni, affitti, cessioni e conferimenti di aziende, rami d’azienda, partecipazioni societarie) • Internazionalizzazione

    Articoli Scritti : 166

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1