Il reato di false fatture va provato dall’accusa sulla base di prove concrete.
  • SAGGI, PER L’OUA POSITIVE NUMEROSE INDICAZIONI SULLA GIUSTIZIA CIVILE, MA CONTRARIETÀ SULL’OBBLIGATORIETÀ DEI SISTEMI DI MEDIAZIONE
  • INTERNET: Indenne da responsabilità chi non riesce a far rimuovere da Internet annunci che lo collegano a un marchio.
  • " /> Il reato di false fatture va provato dall’accusa sulla base di prove concrete.
  • SAGGI, PER L’OUA POSITIVE NUMEROSE INDICAZIONI SULLA GIUSTIZIA CIVILE, MA CONTRARIETÀ SULL’OBBLIGATORIETÀ DEI SISTEMI DI MEDIAZIONE
  • INTERNET: Indenne da responsabilità chi non riesce a far rimuovere da Internet annunci che lo collegano a un marchio.
  • "/>
    You Are Here: Home » Giurisprudenza » Europea » Indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari: Preparati a base di “fiori di Bach”

    Indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari: Preparati a base di “fiori di Bach”

    Indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari: Preparati a base di “fiori di Bach”
    CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.3^ 23/11/2016 sentenza C-177/15
     
     
    DIRITTO DEGLI ALIMENTI – TUTELA DEI CONSUMATORI – Informazione e tutela dei consumatori – Indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari – Misure transitorie – Prodotti recanti un marchio o una denominazione commerciale esistente anteriormente al 1° gennaio 2005 – Preparati a base di “fiori di Bach” – Marchio dell’Unione europea RESCUE – Prodotti commercializzati come medicinali anteriormente al 1° gennaio 2005 e come prodotti alimentari dopo tale data – Rinvio pregiudiziale – Art. 28, par. 2 Reg. (CE) n.1924/2006.
    L’articolo 28, paragrafo 2, prima frase, del regolamento (CE) n. 1924/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 dicembre 2006, relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari, come modificato dal regolamento (CE) n. 107/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 gennaio 2008, deve essere interpretato nel senso che tale disposizione si applica in una situazione in cui un prodotto alimentare recante un marchio o una denominazione commerciale, anteriormente al 1° gennaio 2005 era commercializzato come medicinale e successivamente, dopo tale data, pur presentando le stesse caratteristiche sostanziali e riportando lo stesso marchio o la stessa denominazione commerciale, come alimento.
     
     
    Pres. Bay Larsen, Rel. Safjan, Ric. Nelsons GmbH c. Ayonnax Nutripharm GmbH

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 863

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1