www.AmbienteDiritto.it RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562
Facebook Twitter LinkedIn

   GIURISPRUDENZA

  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 28 Novembre 2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleInquinamento atmosfericoPubblica amministrazioneRifiuti
    INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Attività professionale di produzione di legname – Lavorazione della “cippatura” – Preventiva autorizzazione alle emissioni in atmosfera- Art. 279, c.1, d.lgs n. 152/2006 – Natura di reato permanente, formale e di pericolo – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Controllo preventivo degli organi di vigilanza – RIFIUTI – Veicolo fuori uso – Gestione dei rifiuti – Deposito in maniera incontrollata rifiuti speciali pericolosi – Veicolo in evidente stato di abbandono giacente in area privata – Artt. 256, 269, 279, d.lgs n.152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Errore scusabile – Esclusione nei reati contravvenzionali dell’elemento soggettivo – Buona fede – Comportamento dell’autorità amministrativa – Scusabile convincimento della liceità della condotta – Giurisprudenza.


  • TAR PUGLIA, Bari – 5 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Aree protetteCave e miniere
    AREE PROTETTE – CAVE E MINIERE – ZPS – Giurisprudenza comunitaria – Bilanciamento tra le esigenze di tutela della fauna e gli interessi socio-economici – Va escluso – Prevalenza delle esigenze di tutela ambientale – Fattispecie: apertura di nuove cave in area SIC – Previsione regionale recante il divieto assoluto di realizzare nuove cave – Prescrizione statale di cui all’art. 5 d.p.r. n. 357/1997 – Livelli di tutela superiori da parte delle Regioni – Materia “cave” – Competenza esclusiva residuale delle Regioni.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 06/12/2019, Sentenza n.49719
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleDiritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reati edilizi – Costruzione, in zona sismica ed in assenza dei necessari titoli abilitativi – Responsabilità del coniuge per il fatto materialmente commesso dall’altro – Elementi oggettivi di valutazione – Applicazione della pena ai sensi dell’art. 444 cod. proc. pen. – Reati urbanistici – Responsabilità per abuso edilizio e rapporto di coniugio – Elementi indizianti – Mera qualità di comproprietario – Insufficiente – Giurisprudenza – Responsabilità per abuso edilizio del proprietario (o comproprietario) dell’area, non formalmente committente – Opere realizzate da terzi a sua insaputa e senza la sua volontà – Presenza di indizi e presunzioni gravi, precisi e concordanti – Onere della prova – Testo Unico Edilizia – Artt. 44, 93, 94, 95 D.P.R. n. 380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Inammissibilità del ricorso per cassazione per manifesta infondatezza dei motivi – Prescrizione intervenuta nelle more del procedimento di legittimità – Effetti – Cause di non punibilità di cui all’art. 129 cod. proc. pen. – Preclusione.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^, 09 Dicembre 2019, Ordinanza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleRifiuti
    RIFIUTI – Trasporto illecito di rifiuti – Configurabilità del reato – Carattere non occasionale della condotta – Indici sintomatici – Art. 256 d.lgs n.152/2006 – Giurisprudenza – Fattispecie: elementi idonei a dimostrare la professionalità dell’attività illecita – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Ricorso in sede di legittimità – Mancanza di specificità del motivo – Inammissibilità della impugnazione – Art. 591 c.p.p., c. 1, lett. c).


  • TAR PUGLIA, Bari, Sez. 3^ – 12 dicembre 2019, n. 1640
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Agricoltura e zootecnia
    AGRICOLTURA E ZOOTECNIA – Xylella fastidiosa – Mancata notifica al conduttore del fondo dell’ordinanza di abbattimento – Non costituisce vizio di legittimià – D.l. n. 27/2019 – Pubblicazione all’albo pretorio del Comune – Sufficienza.


  • TAR PUGLIA, Bari, Sez. 3^ – 12 dicembre 2019, n. 1647
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Boschi e macchia mediterraneaDiritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – BOSCHI E MACCHIA MEDITERRANEA – Interventi di taglio di vegetazione – Specifica autorizzazione rilasciata dall’Ente forestale – Assorbe il titolo edilizio.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 20/11/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Rifiuti
    RIFIUTI – Area sottoposta a sequestro – Ordinanza sindacale di rimozione rifiuti – Inottemperanza – Destinatario dell’ordinanza – Obbligo di attivarsi – Richiesta dell’autorizzazione al giudice – Elementi costitutivi del reato – Artt. 192, 255, , d.lgs. n. 152/2006 – Giurisprudenza – Ripristino dello stato dei luoghi – Mancata ottemperanza all’ordine – Ristretti tempi disponibili – Termini congrui e ripetute proroghe – Oggettiva impossibilità a procedere tempestivamente segnalata – Difficoltà economiche e peggioramento dello stato dei luoghi – Efficacia scriminante del reato – Presupposti e limiti – Fattispecie.


  • TAR PUGLIA, Bari – 10 dicembre 2019
  • AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
  • DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Definizione di “facile amovibilità” – Sovrepponibilità alla nozione di precarietà – Esclusione – Differenziazione in ragione della proprietà pubblica o privata dell’area su cui l’opera è realizzata – Esclusione.

  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, 11 Dicembre 2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Beni culturali ed ambientali
    BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Tutela dei beni culturali – Trasferimento all’estero di beni di interesse artistico, storico, archeologico – Assenza di autorizzazione – Riqualificazione del reato in tentativo di trasferimento del bene d’interesse culturale all’estero – Rideterminazione della pena – Artt. 65 e 174 d. Lgs. n.42/2004.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, 11 dicembre 2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleDiritto venatorio e della pesca
    DIRITTO VENATORIO E DELLA PESCA – Caccia – Esercizio dell’attività venatoria utilizzando richiami acustici a funzionamento elettromagnetico – Esame del complesso probatorio – Aspecificità del ricorso in cassazione – Semplice critica della ricostruzione fattuale operata dal tribunale – Ininfluenza ai fini della compattezza logica dell’impianto argomentativo della motivazione – Artt. 21 e 30 L. 157/1992 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Erronea attribuzione del nomen jurís – Poteri-doveri del giudice – Riqualificazione del gravame – Giurisprudenza.


  • TAR LAZIO, Roma, Sez. 3^, 11 dicembre 2019, n. 14183
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – art. 18 Direttiva 24/2014/EU – Art. 83, comma 9 – D.lgs 50/2016 – Dichiarazione di partecipazione incompleta – Rettifica in gara della dichiarazione – Obbligo di attivazione del soccorso istruttorio – Favor partecipationis – Par conditio – Potere di verifica.  (Massima a cura di Marco Terrei)


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 5^, 27/11/2019 Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Aggiudicazione degli appalti pubblici – Subappalto – Normativa nazionale che limita la possibilità di subappaltare al 30% dell’importo totale dell’appalto pubblico e che vieta che i prezzi applicabili alle prestazioni affidate in subappalto siano ridotti di oltre il 20% rispetto ai prezzi risultanti dall’aggiudicazione – Direttiva 2004/18/CE – Rinvio pregiudiziale – Articoli 49 e 56 TFUE.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 25/11/2019, Sentenza n.47836
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleRifiuti
    RIFIUTI – Attività autorizzata di gestione di rifiuti – Inosservanza delle prescrizioni contenute o richiamate nelle autorizzazioni – Natura di reato autonomo – Sequestro del mezzo – Art. 256, c.4, d.lgs n.152/2006 – Inosservanza delle disposizioni normative o direttamente imposte dalla P.A. – Natura di reato proprio, formale e di pericolo – Ipotesi di confisca obbligatoria del mezzo – Assenza autorizzazioni – Giurisprudenza – Fattispecie – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Udienza afferente misure cautelari – Astensione del difensore all’udienza proclamata dall’Unione delle Camere Penali – Esclusione – Misure cautelari personali e reali – Effetti – Medesima finalità preventiva – Codice di autoregolamentazione forense – Art. 321 cod. proc. pen..


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 4^, 05/12/2019 Sentenza in cause riunite nn.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Tutela dei consumatori
    TUTELA DEI CONSUMATORI – Divieto di pratiche commerciali sleali – Diritto dei consumatori – Nozione di “consumatore” – Contratto concluso tra un professionista ed un consumatore – Contratto avente ad oggetto la fornitura di teleriscaldamento – Vendita per inerzia – Pratiche commerciali sleali delle imprese nei confronti dei consumatori nel mercato interno – CONDOMINIO – Forniture non richieste – Immobile in condominio – Rete di distribuzione di calore urbano – Contributo ai costi del consumo d’energia termica delle parti comuni e dell’impianto interno dell’immobile – Efficienza energetica – Informazioni relative alla fatturazione – Immobile in condominio e fatturazione relativa al consumo d’energia termica dell’impianto interno effettuata per ogni singolo proprietario proporzionalmente al volume riscaldato del rispettivo appartamento – Direttiva 2011/83/UE – Direttiva 2005/29/CE – Direttiva 2006/32/CE – Direttiva 2012/27/UE – Rinvio pregiudiziale.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^, 18/11/2019, Ordinanza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleRifiuti
    RIFIUTI – Centri comunali di raccolta differenziata dei rifiuti urbani – Ecopiazzole – Nuova disciplina – Autorizzazione regionale – Requisiti previsti dai decreti ministeriali – Art. 183, c.1, lett. mm) d.lgs. n.152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Vizi della motivazione e controllo del Giudice di legittimità – Verifica della coerenza strutturale della decisione – Rilettura degli elementi di fatto – Preclusione.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 5^, 04/12/2019 Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Diritto degli alimentiTutela dei consumatori
    DIRITTO DEGLI ALIMENTI – Registrazione della denominazione “Aceto Balsamico di Modena (IGP)” – Protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni d’origine dei prodotti agricoli ed alimentari – TUTELA DEI CONSUMATORI – Protezione dei termini non geografici di tale denominazione – Portata – Rinvio pregiudiziale – Regolamenti (CE) n. 510/2006 e (UE) n. 1151/2012 – Regolamento (CE) n. 583/2009.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 30/10/2019, Sentenza n.44279
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto venatorio e della pesca
    DIRITTO VENATORIO E DELLA PESCA – Caccia da natante (o autoveicolo o aeromobile) – Abbattimento e l’impossessamento di specie cacciabili – Nozione di attività e condotta di caccia – Recupero della preda – Artt. 21, e 30 I. n.157/1992.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 8^, 05/12/2019 Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Rifiuti
    RIFIUTI – Piani di gestione dei rifiuti – Obbligo di comunicazione – Assenza di regolare diffida – Invio prematuro della diffida – Irricevibilità – Inadempimento di uno Stato – Comunità autonome delle isole Baleari e delle isole Canarie (Spagna) – Obbligo di riesame – Obbligo di informare la Commissione – Articoli 30 e 33 Direttiva 2008/98/CE.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 06/12/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Ordine di demolizione – Domanda di sanatoria – Differenze tra permesso di costruire in sanatoria e condono edilizio – Legittimazione postuma di opere originariamente abusive – Doppia conformità – Necessità e casi di esclusione – Giurisprudenza – Art. 36 del DPR n. 380/2001 – Legge n. 724/1994.


  • TAR PUGLIA, Lecce, Sez.1^ – 5 dicembre 2019, n. 1938
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Subappalto – Direttiva 2004/18 – Direttiva 2014/24 – Art. 105, comma 2, del D.lgs 50/2016 – autorizzazione al subappalto in fase di gara – Limite del 30% – Contrasto tra la normativa europea e la normativa nazionale.


  • TAR LAZIO, Roma – 2 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Permesso d costruire convenzionato – Modalità alternativa semplificata di urbanizzazione – Livello attuativo – Necessario rispetto della pianificazione di livello primario.


  • TAR LAZIO, Roma – 3 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Offerte prive di sottoscrizione – Riconducibilità e imputabilità ad un operatore economico determinato – Difetto strutturale – Superamento alla luce della funzione dell’atto nell’ambito della procedura di gara.


  • TAR LAZIO, Roma – 2 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Art. 84 d.lgs. n. 50/2016 – Nomina dei componenti della commissione – Posteriorità rispetto al termine fissato per la presentazione delle offerte – Principio di ordine generale -Applicabilità alle gare per la concessione di servizi.


  • TAR LAZIO, Roma – 3 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idrico
    AMBIENTE IN GENERE – Principio di precauzione – Interpretazione delle norme vigenti in un dato settore – Vicende non significativamente pregiudizievoli – Situazione di pericolo potenziale o latente ma non meramente ipotizzata – Significativa incisione sull’ambiente e sulla salute.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 18/11/2019, Sentenza n.46586
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleRifiuti
    RIFIUTI – Natura di rifiuto – Riqualificazione del rifiuto come sottoprodotto – Presupposti e limiti – Accordo di natura privatistica – Ininfluenza – Valore economico o commerciale – Rapporto tra prodotto ed il suo produttore – Volontà/necessità di disfarsi del bene – Smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi – Concorso in attività non autorizzata – Artt. 184-bis, 256, d. Igs. n. 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Nozione strutturale di “fatto” – Nuove risultanze probatorie – Principio di correlazione tra accusa e sentenza – Diritto di difesa – Giurisprudenza – Sospensione condizionale – Interesse all’impugnazione – Conseguimento di una situazione giuridica più vantaggiosa – Fattispecie.


  • TAR LAZIO, Roma, Sez. 2^ – 6 dicembre 2019, n. 13987
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Rifiuti
    RIFIUTI – Impianti di smaltimento e recupero – Artt. 15, comma 3, del D. Lgs. n. 209/2003 e 6 bis della L.R. Lazio n. 27/1998 – Autorizzazione provvisoria alla prosecuzione dell’attività nelle more della definizione della procedura di delocalizzazione – Disciplina di cui all’art. 208 del d.lgs. b. 152/2006 – Differenza – Compatibilità urbanistica ed ambientale.


  • TAR LAZIO, Roma – 6 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Anomalia dell’offerta – Principio del cd. “utile necessario” – Soggetti che operano per scopi sociali o mutualistici – Offerta senza utile – Non costituisce, di per sé, offerta anomala o inaffidabile – Divieto di commistione – Offerta tecnica – Inserimento di singoli elementi economici – Esempi – Applicazione in concreto del divieto.


  • CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. UNITE, 05/12/2019, Ordinanza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale amministrativoDiritto processuale civileDiritto urbanistico – ediliziaPubblica amministrazione
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Distacchi di intonaco dal muro condominiale – Ordinanza per evitare pericoli – Provvedimenti a tutela dell’incolumità pubblica dei cittadini – CONDOMINIO – Muri condominiali – Individuazione dei proprietari tenuti alla manutenzione – DIRITTO PROCESSUALE CIVILE – Regolamento di giurisdizione – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Provvedimenti necessari per evitare pericoli per l’incolumità dei cittadini – Potere pubblico esercitato dall’Amministrazione – Verifica della correttezza Amministrativa – Conflitto di giurisdizione tra TAR e Tribunale – Risoluzione – DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO – Accertamento incidentale da parte del giudice amministrativo.


  • TAR LAZIO, Roma – 5 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: AppaltiProcedimento amministrativo
    APPALTI – R.T.I. costituendi – Onere della comunicazione – Mandataria – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Comunicazioni tra amministrazione ed operatori economici – Elezione di un domicilio digitale diverso da quello di cui al comma 1-ter dell’art. 3 bis del CAD.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 12/11/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idricoDiritto demanialeRifiutiVIA VAS AIA
    RIFIUTI – Escavo di fondali marini – Immersione in mare dei materiali di escavo – Disciplina autorizzatoria – Progetto esecutivo di manutenzione dei fondali del porto – ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Gestione delle acque – Dragaggio di sedimenti marini per il mantenimento il miglioramento o il ripristino delle funzionalità di bacini portuali – DIRITTO DEMANIALE – Movimentazione di sedimenti portuali in aree contigue – Spostamenti sottoposti ad autorizzazione – Art. 2 D.M. n.173/2016 – Artt. 109, 185, 256 cc. 1 e 2 Dlgs 152/06 – VIA VAS AIA – Bacini portuali – Dragaggio di sedimenti marini per il mantenimento, miglioramento o ripristino delle funzionalità – Immersione in mare dei materiali di escavo – Significativo impatto ambientale – Spostamento di sedimenti anche in aree distanti e/o distinte da quelle di movimentazione – Regime di autorizzazione e controllo.


  • TAR MARCHE – 25 novembre 2019
  • AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Ordinanza di demolizione – Estensione al proprietario non responsabile dell’abuso – Presupposto per il successivo provvedimento di acquisizione del sedime al patrimonio comunale – Notifica dell’ordine di demolizione al proprietario.


  • TAR LOMBARDIA, Brescia – 25 novembre 2019
  • AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Attribuzione dei punteggi – Giudizi misti, quantitativi e qualitativi – Possibilità, salva diversa previsione del bando.


  • TAR LOMBARDIA, Brescia – 28 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Art. 80, c. 5, lett. c) bis – Grave illecito professionale – Informazioni false o fuorvianti – Raccordo con la causa di esclusione di cui alla lett f-bis) – Art. 80, c. 10 d.lgs. n. 50/2016 – Termine triennale di rilevanza per le ipotesi di grave illecito professionale – Riferimento alla pena accessoria dell’incapacità a contrarre con la P.A. – Non riferibilità all’obbligo dichiarativo.


  • TAR LOMBARDIA, Brescia – 5 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idricoDiritto urbanistico – edilizia

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Strumenti di pianificazione territoriale – Ripubblicazione – Presupposti – Complessiva rielaborazione – Modificazioni introdotte dalla Regione al momento dell’approvazione – Distinzione tra modifiche obbligatorie, facoltative e concordate – Effetti – L.r. Lombardia n. 31/2014 – Contenimento del consumo di suolo – Strumenti di governo del territorio – Periodo transitorio – Duplice conformazione della potestà pianificatoria – ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Corsi d’acqua – Artt. 115 e 144 d.lgs. n. 152/2016 – Divieto di copertura o tombinatura di corsi d’acqua – Limiti – Realizzazione di un’opera pubblica e salvaguardia della pubblica incolumità.


  •  

LEGGI ALTRA GIURISPRUDENZA

ABBONATI SUBITO

  DOTTRINA

ABBONATI SUBITO

Quotidiano Legale

OSSERVAZIONI ALLA SENTENZA DEL TRIBUNALE DI TARANTO SEZIONE CIVILE N. 508/2017.

OSSERVAZIONI ALLA SENTENZA DEL TRIBUNALE DI TARANTO SEZIONE CIVILE N. 508/2017   Il caso Taranto. Avv. Michele CODA   La pronunzia oggetto delle presenti note rappresenta un arresto di non poco momento sia per la questione giuridica affrontata e risolta, sia per gli effetti nella collettività jonica, tuttora lesa dalla commissione di reati contro l’ambiente, […]

Leggi tutto

 

LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEGLI ENTI TERRITORIALI E RISARCIMENTO DEL DANNO NEL PROCESSO “AMBIENTE SVENDUTO”.

LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEGLI ENTI TERRITORIALI E RISARCIMENTO DEL DANNO NEL PROCESSO “AMBIENTE SVENDUTO”. Il Caso Taranto   Avv. Raffaella Cavalchini     1. Il processo “Ambiente Svenduto”. E’ il processo per disastro ambientale e avvelenamento da sostanze chimiche di portata monumentale, forse l ‘unico in Italia e attualmente pendente innanzi alla Corte […]

Leggi tutto

 

AMBIENTEDIRITTO.it – NewsLetter – AD – QL – ANNO XIX n. 22/2019

RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562       GIURISPRUDENZA TAR LOMBARDIA, Brescia – 5 dicembre 2019 AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R. CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idrico, Diritto urbanistico – edilizia DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Strumenti di pianificazione territoriale – Ripubblicazione – Presupposti – Complessiva rielaborazione – Modificazioni introdotte dalla Regione al momento dell’approvazione – Distinzione tra modifiche obbligatorie, […]

Leggi tutto

 

La condotta incauta del lavoratore non comporta concorso idoneo a ridurre risarcimento da infortunio sul lavoro.

La condotta incauta del lavoratore non comporta concorso idoneo a ridurre risarcimento da infortunio sul lavoro Principio Giurisprudenziale In materia di infortuni sul lavoro, al di fuori dei casi di rischio elettivo, nei quali la responsabilità datoriale è esclusa, qualora ricorrano comportamenti colposi del lavoratore, trova applicazione l’art. 1227, co. 1, c.c.; tuttavia la condotta […]

Leggi tutto

 

Affidamento del terzo e tutele su contratti autorizzati dall’assemblea della società.

Affidamento del terzo più tutelato se riguarda contratti autorizzati dall’assemblea della società.   Massima Giurisprudenziale Se la società agisce a mezzo dei suoi amministratori, l’integrazione del potere statutario di rappresentanza – delimitato dall’oggetto sociale – può pervenire dall’assemblea dei soci, e in tal caso il terzo che contratti con la società è legittimato a riporre […]

Leggi tutto

 

LA RISOLUZIONE DI UNA PROBLEMATICA AMBIENTALE ATTRAVERSO UN SISTEMA STRATEGICO DI APPALTI PUBBLICI EX ART. 65 DEL D.LGS. N.50/16

LA RISOLUZIONE DI UNA PROBLEMATICA AMBIENTALE ATTRAVERSO UN SISTEMA STRATEGICO DI APPALTI PUBBLICI EX ART. 65 DEL D.LGS. N.50/16.   IL CASO TARANTO.   avv.ti Maria Stefania Camerlengo, Nicolò Maellaro, Angelo Carbotti, Marcella Palmini, Paola Tagariello     Taranto, la Città dei Due Mari, diventa un laboratorio in scala reale, un modello nazionale ed internazionale […]

Leggi tutto

 

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: unificazione delle scuole di formazione per le amministrazioni centrali.

Amministrazione pubblica – unificazione delle scuole di formazione per le amministrazioni centrali CORTE COSTITUZIONALE SENTENZA 8 ottobre 2019, n.241 (Data deposito in cancelleria 21 novembre 2019) Giudizio di legittimita’ costituzionale in via incidentale. Amministrazione pubblica – Unificazione delle scuole di formazione per le amministrazioni centrali – Trasferimento dei docenti ordinari e dei ricercatori dei ruoli […]

Leggi tutto

 

Reato di omessa dichiarazione il giudice penale può avvalersi delle risultanze del processo tributario

Per il reato di omessa dichiarazione il giudice penale può avvalersi delle risultanze del processo tributario Massima Giurisprudenziale  Sulla base del principio di atipicità dei mezzi di prova operante nel principio penale, al giudice penale è consentito avvalersi, ai fini della prova della sussistenza degli elementi costitutivi dei reati tributari, delle risultanze degli accertamenti operati […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO. IL RISARCIMENTO IURE PROPRIO IN SEDE CIVILE PER LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE.

IL CASO TARANTO.   IL RISARCIMENTO IURE PROPRIO IN SEDE CIVILE PER LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE (IN RELAZIONE AI REATI AMBIENTALI)*. SENTENZA N. 508/17 DEL TRIBUNALE DI TARANTO. Avv. Marcello Scapati Avv. Arianna Volpe Al fine di poter sviluppare un elaborato che tratti della riconosciuta legittimazione ad agire per gli enti territoriali nell’ambito del danno ambientale, […]

Leggi tutto

 

ACQUA BENE COMUNE.

ACQUA BENE COMUNE.   Cesare Massa     Acqua bene comune naturale L’Italia ha sete. Di salute, lavoro, giustizia sociale. Di acqua. Di acqua e di giustizia sociale. Tuttavia, parallelamente alla nascita di esigenze nuove manifestate da parte della comunità -sia uti singulis che uti civis– legate alla tutela della salute ed al diritto di […]

Leggi tutto

 

Patteggiamento della pena escluso per il reato di omessa dichiarazione se il debito tributario non è estinto.

 

Patteggiamento della pena escluso per il reato di omessa dichiarazione se il debito tributario non è estinto Massima Giurisprudenziale   Attenzione: si segnala anche successiva pronuncia in senso contrario: Cass. 48029/2019 Per i reati di cui agli artt. 4 e 5 d.lgs. n. 74 del 2000 l’accesso al rito di cui all’art. 444 cod. proc. pen. […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO. Costituzione di parte civile degli enti territoriali e la risarcibilità del danno ambientale.

IL CASO TARANTO. COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEGLI ENTI TERRITORIALI E LA RISARCIBILITÀ DEL DANNO AMBIENTALE*.   Avv.VALERIA GALASSO Avv. VALERIA LO SAVIO Avv. BARBARA ANDRIOLI   Introduzione In materia di danno ambientale, diversi sono stati gli interventi che si sono susseguiti nel tempo al fine di assicurare un’evoluzione normativa interna nel rispetto delle […]

 

IL CASO TARANTO. IL RISARCIMENTO IURE PROPRIO IN SEDE CIVILE PER LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE.

IL CASO TARANTO.   IL RISARCIMENTO IURE PROPRIO IN SEDE CIVILE PER LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE (IN RELAZIONE AI REATI AMBIENTALI)*. SENTENZA N. 508/17 DEL TRIBUNALE DI TARANTO. Avv. Marcello Scapati Avv. Arianna Volpe Al fine di poter sviluppare un elaborato che tratti della riconosciuta legittimazione ad agire per gli enti territoriali nell’ambito del danno ambientale, […]

Leggi tutto

 

ACQUA BENE COMUNE.

ACQUA BENE COMUNE.   Cesare Massa     Acqua bene comune naturale L’Italia ha sete. Di salute, lavoro, giustizia sociale. Di acqua. Di acqua e di giustizia sociale. Tuttavia, parallelamente alla nascita di esigenze nuove manifestate da parte della comunità -sia uti singulis che uti civis– legate alla tutela della salute ed al diritto di […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO. Costituzione di parte civile degli enti territoriali e la risarcibilità del danno ambientale.

IL CASO TARANTO. COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEGLI ENTI TERRITORIALI E LA RISARCIBILITÀ DEL DANNO AMBIENTALE*.   Avv.VALERIA GALASSO Avv. VALERIA LO SAVIO Avv. BARBARA ANDRIOLI   Introduzione In materia di danno ambientale, diversi sono stati gli interventi che si sono susseguiti nel tempo al fine di assicurare un’evoluzione normativa interna nel rispetto delle […]

 

Leggi tutto

 

APPALTI – Progetto Easy per il rilancio del PPP

 

La cronica carenza di fondi nella PA, soprattutto nei comuni, rende necessario un ripensamento degli strumenti volti al finanziamento delle opere pubbliche. L’ampia gamma di strumenti offerti dal Partenariato Pubblici Privato, che non deve essere considerato uno strumento unico bensì una “famiglia”, offre molteplici soluzioni nelle mani dell’amministratore accorto e del funzionario. Per fortuna in questi ultimi anni il PPP è stato riscoperto e il suo utilizzo ha subito un impennata. L’articolo analizza il trend del PPP in Europa ed in Italia dando conto delle dinamiche d’uso con un occhio attento alle percentuali e agli ambiti di utilizzo. E’ in questo scenario che IFEL e ANCI hanno lanciano il Progetto Easy il quale mira ad accompagnare e sostenere l’uso del PPP nei comuni, soprattutto quelli di dimensioni più piccole. Un aiuto nella scelta della procedura, la messa a disposizione di manuali e webinar oltre che di una piattaforma online al fine velocizzare le procedure e ridurre il contenzioso.

 

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO. Ambiente e diritti umani nella sentenza Cordella e altri c. Italia: un’occasione mancata.

 

AMBIENTE E DIRITTI UMANI NELLA SENTENZA CORDELLA E ALTRI C. ITALIA: UN’OCCASIONE MANCATA. Flavia Albano – Laura Cimaglia – Luca Occhionero – Edmondo Ruggiero Abstract Il contributo analizza la decisione della Corte nella sentenza Cordella e altri c. Italia, evidenziando le criticità connesse all’esatto inquadramento delle qualifiche di vittima in relazione ai reati ambientali, tradizionalmente intesi come “victimless […]

 

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO: IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI.

 

IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI Il Caso Taranto*. Stefano Di Palma Le indagini preliminari del “processo ILVA” Con decreto del 25 luglio 2012, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Taranto disponeva il sequestro preventivo, senza facoltà d’uso, di ampie porzioni dello stabilimento siderurgico ILVA di Taranto corrispondenti alla cosiddetta “area a […]

 

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO. Ambiente e diritti umani nella sentenza Cordella e altri c. Italia: un’occasione mancata.

 

AMBIENTE E DIRITTI UMANI NELLA SENTENZA CORDELLA E ALTRI C. ITALIA: UN’OCCASIONE MANCATA. Flavia Albano – Laura Cimaglia – Luca Occhionero – Edmondo Ruggiero Abstract Il contributo analizza la decisione della Corte nella sentenza Cordella e altri c. Italia, evidenziando le criticità connesse all’esatto inquadramento delle qualifiche di vittima in relazione ai reati ambientali, tradizionalmente intesi come “victimless […]

 

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO: IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI.

 

IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI Il Caso Taranto*. Stefano Di Palma Le indagini preliminari del “processo ILVA” Con decreto del 25 luglio 2012, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Taranto disponeva il sequestro preventivo, senza facoltà d’uso, di ampie porzioni dello stabilimento siderurgico ILVA di Taranto corrispondenti alla cosiddetta “area a […]

 

Leggi tutto

 

Il Caso Taranto. La costituzione di parte civile degli enti e risarcimento del danno nel processo “Ambiente Svenduto”.

 

LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEGLI ENTI E RISARCIMENTO DEL DANNO NEL PROCESSO “AMBIENTE SVENDUTO”.   Il Caso Taranto*.   Avv. Andrea Albanese – Avv. Francesco Edmondo Fico – Avv. Francesco Fischetti – Avv. Giovanni Piccione   Excursus sull’evoluzione della Costituzione di parte civile degli enti. L’azione civile di danno pubblico ambientale può essere esercitata anche nel processo […]

 

Leggi tutto

 

Il caso Taranto: Un innovativo approccio normativo-metodologico al problema dell’inquinamento diffuso di area vasta.

 

UN INNOVATIVO APPROCCIO NORMATIVO-METODOLOGICO AL PROBLEMA DELL’INQUINAMENTO DIFFUSO DI AREA VASTA.   Il caso Taranto*.   Avv. Francesco De Florio – Avv. Giuseppe Macrì – Avv. Emanuela Pulpito – Avv. Maria Zingaropoli   L’aria ambiente dell’area Vasta è un bene comune che continua ad essere minacciato dalle emissioni di inquinanti (SOx, NOx e DIOSSINE) e micropolveri. […]

 

Leggi tutto

 

ABBONATI SUBITO
Facebook Twitter LinkedIn