RIFIUTI: Gestione illecita ed omessa vigilanza del titolare di impresa.
  • TRIBUTARIO: Opposizione alla pretesa tributaria con termini scaduti per emendare la dichiarazione dei redditi.
  • DICHIARAZIONE INFEDELE: Anche l’amministratore di fatto può concorrere nel reato.
  • " /> RIFIUTI: Gestione illecita ed omessa vigilanza del titolare di impresa.
  • TRIBUTARIO: Opposizione alla pretesa tributaria con termini scaduti per emendare la dichiarazione dei redditi.
  • DICHIARAZIONE INFEDELE: Anche l’amministratore di fatto può concorrere nel reato.
  • "/>
    You Are Here: Home » Dottrina » Diritto Penale » TRIBUTARIO: Reato di omessa dichiarazione anche per redditi di provenienza illecita.

    TRIBUTARIO: Reato di omessa dichiarazione anche per redditi di provenienza illecita.

    TRIBUTARIO: Reato di omessa dichiarazione anche per redditi di provenienza illecita.

    Reato di omessa dichiarazione anche per redditi di provenienza illecita

    Massima Giurisprudenziale:

    La presentazione della dichiarazione dei redditi, anche se di natura illecita, non costituisce per sé una denuncia a proprio carico, ma solo una comunicazione a fini tributari, per cui l’omessa dichiarazione costituisce – in presenza dei relativi presupposti – violazione dell’art. 5 Decreto Legistativo n. 74/2000.

    Decisione: Sentenza n. 53137/2018 Cassazione Penale – Sezione III

    Classificazione: Penale, Tributario

     

    Massima:

    Stante la oramai incontestata e riconosciuta tassabilità dei proventi illeciti anche a livello normativo, è connaturale al possesso di un reddito tassabile il relativo obbligo di dichiarazione, senza che ciò comporti alcuna violazione del principio di diritto processuale penale “nemo tenetur se detegere“, in forza del quale nessuno può essere obbligato ad affermare la propria responsabilità penale.

     

    Osservazioni.

    La Suprema Corte, richiamandosi a precedenti decisioni, evidenzia che l’art. 5 del Decreto Legislativo n. 74/2000 non comporta alcuna violazione del principio “nemo tenetur se detegere“, in quanto la presentazione della dichiarazione dei redditi, anche se di natura illecita, non è diper sé una denuncia a proprio carico.

     

    Giurisprudenza rilevante.

    Cass. 37107/2017
    Cass. 9746/2014
    Cass. 38085/2012
    Cass. 20032/2011
    Cass. 42160/2010
    Cass. 8252/2010
    Cass. 7411/2009

     

    Disposizioni rilevanti.

    DECRETO LEGISLATIVO 10 marzo 2000, n. 74

    Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto

    Art. 5 – Omessa dichiarazione

    1. E’ punito con la reclusione da un anno e sei mesi a quattro anni chiunque al fine di evadere le imposte sui redditi o sul valore aggiunto, non presenta, essendovi obbligato, una delle dichiarazioni relative a dette imposte, quando l’imposta evasa è superiore, con riferimento a taluna delle singole imposte ad euro cinquantamila. 1-bis. E’ punito con la reclusione da un anno e sei mesi a quattro anni chiunque non presenta, essendovi obbligato, la dichiarazione di sostituto d’imposta, quando l’ammontare delle ritenute non versate è superiore ad euro cinquantamila.

    2. Ai fini della disposizione prevista dai commi 1 e 1-bis non si considera omessa la dichiarazione presentata entro novanta giorni dalla scadenza del termine o non sottoscritta o non redatta su uno stampato conforme al modello prescritto.

     

    QR Code – Take this post Mobile!
    Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

    Info sul autore

    Titolare Graziotto Legal - Studio Legale Graziotto

    Studio Legale Graziotto Via Zeffiro Massa, 1 18038 Sanremo (IM) Tel. +39 0184 1894317- Cell. +39 348 0017380 Curriculum http://www.studiograziotto.com/gp/LPage.aspx?k=profile Siti Web: http://www.studiograziotto.com http://www.graziottolegal.com PROFILO PROFESSIONALE SINTETICO Studio Legale, improntato al concetto di «boutique legale», caratterizzato per la riservatezza assoluta e l’unicità nel segmento Corporate Legal (clientela aziendale operante in numerosi settori di attività). Una delle poche realtà a struttura snella e flessibile con vocazione internazionale e capacità di intervento a 360° anche all’estero in circa 60 Paesi. Il titolare ha oltre 15 anni di esperienza specifica in operazioni straordinarie aziendali, anche in ambito internazionale. E’ Pioniere del concetto di «Scudo Legale» per prevenire e contenere i rischi legali. Vanta collaborazioni editoriali e pubblicazioni, docenze, interventi e corsi di specializzazione, competenze linguistiche ed esperienze diversificate nei contesti d’impresa. Practices: Arbitrato e contenzioso in tutte le sedi, anche internazionali • Diritto ambientale • Diritto amministrativo • Diritto bancario e assicurativo • Diritto civile • Diritto commerciale e contrattuale • Diritto della concorrenza e della proprietà industriale • Diritto del lavoro (solo tutela della parte datoriale) • Diritto dell'Unione europea • Diritto dei trasporti • Diritto fallimentare • Diritto immobiliare • Diritto internazionale privato • Diritto penale • Diritto societario • Diritto tributario e doganale • Finanza d'impresa e operazioni straordinarie aziendali (acquisizioni, fusioni, scissioni, affitti, cessioni e conferimenti di aziende, rami d’azienda, partecipazioni societarie) • Internazionalizzazione

    Articoli Scritti : 166

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1