Piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica

È stata comunicata sulla Gazzetta ufficiale n. 125 del 31 maggio 2017 la pubblicazione del nuovo Piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica.

Il documento – adottato dal Presidente del Consiglio su deliberazione unanime del Cisr (Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica), e registrato dagli Organi di controllo – mira a sviluppare gli indirizzi strategici previsti, tra i quali si ricordano:
– il potenziamento delle capacità di difesa delle infrastrutture critiche nazionali e degli attori di rilevanza strategica per il sistema-Paese;
– il miglioramento delle capacità tecnologiche, operative e di analisi degli attori istituzionali interessati;
– l’incentivazione della cooperazione tra istituzioni ed imprese nazionali;
– la promozione e diffusione della cultura della sicurezza cibernetica;
– il rafforzamento della cooperazione internazionale in materia di sicurezza cibernetica;
– ed infine, il rafforzamento delle capacità di contrasto alle attività e contenuti illegali on-line.

Il nuovo Piano è stato rivisitato congiuntamente dalle Amministrazioni che compongono l’architettura nazionale cyber (Comparto intelligence, Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Ministero dell’interno, Ministero della difesa, Ministero della giustizia, Ministero dell’economia e delle finanze, Ministero dello sviluppo economico, Agenzia per l’Italia digitale, Ufficio del Consigliere militare del Presidente del Consiglio), e fa tesoro sia dell’esperienza maturata negli ultimi anni, sia delle scelte operate nel settore dai Paesi tecnologicamente più avanzati.

 

fonte: comunicato stampa del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS)