www.AmbienteDiritto.it RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562
Facebook Twitter LinkedIn
   GIURISPRUDENZA

  • TAR LOMBARDIA, Brescia – 5 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idricoDiritto urbanistico – edilizia

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Strumenti di pianificazione territoriale – Ripubblicazione – Presupposti – Complessiva rielaborazione – Modificazioni introdotte dalla Regione al momento dell’approvazione – Distinzione tra modifiche obbligatorie, facoltative e concordate – Effetti – L.r. Lombardia n. 31/2014 – Contenimento del consumo di suolo – Strumenti di governo del territorio – Periodo transitorio – Duplice conformazione della potestà pianificatoria – ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Corsi d’acqua – Artt. 115 e 144 d.lgs. n. 152/2016 – Divieto di copertura o tombinatura di corsi d’acqua – Limiti – Realizzazione di un’opera pubblica e salvaguardia della pubblica incolumità.


  • CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 3^, 14/10/2019, Ordinanza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Danno ambientaleDiritto urbanistico – ediliziaRisarcimento del danno

    RISARCIMENTO DEL DANNO – Responsabilità per crollo di un capannone – Condotte lesive fra loro autonome – Responsabilità solidale dei danneggianti – Unicità del fatto dannoso – Rilevanza – Art. 2055, comma 1, c.c. – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Opere edilizie – Cedimento della struttura – Responsabilità dei tecnici per crollo e della ditta costruttrice – Responsabilità solidale dei danneggianti – Giurisprudenza – Fattispecie.


  • TAR LOMBARDIA, Brescia – 5 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti

    APPALTI – Anomalia dell’offerta – Inadeguatezza dell’analisi per carenze istruttorie – Provvedimenti giurisdizionali – Regressione della procedura alla fase di verifica dell’anomalia – Immodificabilità dell’offerta – Giustificazioni – Compensazioni tra sottostime e sovrastime – Ammissibilità – Condizioni.


  • TAR BASILICATA – 18 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto dell’energia

    DIRITTO DELL’ENERGIA – Impianto eolico – Autorizzazione unica – Conferenza di servizi – Immotivata attribuzione di prevalenza ad uno degli interessi pubblici in gioco – Fattispecie: sfavorevole conclusione della conferenza di servizi per effetto dell’adesione al parere negativo della Soprintedenza, malgrado una VIA positiva.


  • TAR BASILICATA – 21 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti

    APPALTI – Dichiarazione ex art. 80 d.lgs. n. 50/2016 – Onnicomprensività – Omessa dichiarazione in ordine ad una precedente esclusione, risultante dal casellario ANAC – Grave illecito endoprocedurale – Intervenuta sentenza di assoluzione per l’ipotizzato reato collegato ai fatti all’origine dell’esclusione – Irrilevanza.


  • TAR BASILICATA – 19 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Convenzione di lottizzazione – Natura – Incontro di volontà dei contraenti nell’esercizio dell’autonomia negoziale retta dal codice civile – Determinazione degli oneri di urbanizzazione – Atto di natura privatistica – Regione Basilicata – Attività turistiche – – Determinazione degli oneri di urbanizzazione – Compensazione – Art. 4 l.r. Basilicata n. 28/78 – Opere qualificabili come interventi di urbanizzazione realizzati all’esterno dell’insediamento – Scomputo.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 06/11/2019, Sentenza n.44955
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Nozione di opere precarie – Installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, tettoie – Autorizzazioni – Disciplina – Interventi di nuova costruzione – Nozione di costruzione – Destinazione del bene ad essere utilizzato come bene immobile – Permesso di costruire – Assenza degli elementi di assoluta precarietà – Fattispecie: Gazebo aperto, facilmente smontabili su ruote e carattere non precario del manufatto – Ordine di demolizione – Artt. 3, 6 bis, 64 e 71, 65 e 72, 93 e 95 d.P.R. n. 380/2001 – Giurisprudenza.


  • CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA PER LA REGIONE SICILIANA – 2 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: C. G. A.
    CATEGORIA: Appalti

    APPALTI – Contratti secretati o che esigono particolari misure di sicurezza – Art. 162, d.lgs. n. 50/2016 – Servizi di intercettazione – Affidamento – Gara informale – Potere valutativo discrezionale – Discrezionalità tecnica – Commissione – Attribuzione del punteggio – Voto numerico – Grado di specificazione dei criteri sottesi al voto.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 2^, 05/11/2019, Sentenza n.44847
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleRifiuti

    RIFIUTI – Discarica abusiva su di un’area demaniale – Autorizzazione di raccogliere e trasportare rifiuti in un sito privato o, comunque, in altri siti – Ininfluenza – Art. 256, c.2, d.lgs. n.152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Rinnovazione in appello dell’istruttoria dibattimentale – Istituto di carattere eccezionale – Regola di giudizio della “non decidibilità allo stato degli atti” – Poteri discrezionali del giudice – Sospensione condizionale della pena – Revoca della sospensione condizionale – Giurisprudenza.


  • CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA PER LA REGIONE SICILIANA – 4 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: C. G. A.
    CATEGORIA: Diritto dell’energia

    DIRITTO DELL’ENERGIA – Impianti di produzione di energia – Cd. Cumulo di potenza – Art.5, c. 2, lett. a) d.m. 6 luglio 2012 – Confluenza in un’unica cabina Enel – Circostanza insufficiente – Verifica in ordine alla sussistenza di un unico punto di connessione – TICA.


  • TAR CALABRIA, Reggio Calabria – 18 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti

    APPALTI – Capacità economica e finanziaria – Dimostrazione – Art. 86, c. 4 d.lgs. n. 50/2016 – Operatori economici neocostituiti – Principi di proporzionalità e concorrenza – Disciplinare di gara – Assenza di qualsiasi specificazione in ordine alla documentazione necessaria – Soccorso istruttorio.


  • TAR CALABRIA, Reggio Calabria – 18 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Determinazione degli oneri di urbanizzazione – Attività amministrativa vincolata – Specifica motivazione – Necessità – Esclusione – Utilità del privato o spese effettivamente occorrenti per la realizzazione delle opere – Irrilevanza.


  • TAR ABRUZZO, L’Aquila – 25 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti

    APPALTI – Concessioni – Art. 168, c. 2 d.lgs. n. 50/2016 – Proroga delle concessioni per il periodo di tempo necessario al recupero degli investimenti – Concessioni infraquinquennali – Inapplicabilità.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 31/10/2019, Sentenza n.44516
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Procedimento amministrativoPubblica amministrazioneRifiuti

    RIFIUTI – Deposito incontrollato e abbandono di rifiuti – Differenza – Natura permanente e natura istantanea – Rilevanza della condotta – Artt. 183, 256, c.2, d.lgs. n.152/2006 – Testo Unico Ambientale – Abbandono, discarica abusiva ed immissione – Elementi sintomatici e differenze – Condotta abituale – Quantità di rifiuti – Unicità della condotta di abbandono – Mera occasionalità – Rilascio episodico di rifiuti (solidi o liquidi) in acque superficiali e sotterranee – Deposito temporaneo – Deposito preliminare – Messa in riserva – Abbandono – Discarica abusiva – Momento consumativo del reato – Riferimento alle condotte accertate in concreto – Giurisprudenza – Ignoranza inevitabile della legge penale – Esclusione della colpevolezza – Corretta applicazione dell’art. 5 cod. pen. – Criterio dell’ordinaria diligenza – Svolgimento di determinata attività professionali – Obbligo di informarsi con diligenza sulla normativa esistente – Ignoranza inevitabile della legge penale – Esclusione della colpevolezza – Corretta applicazione dell’art. 5 cod. pen. – .Criterio dell’ordinaria diligenza – Svolgimento di determinata attività professionali – Obbligo di informarsi con diligenza sulla normativa esistente – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Circolare interpretativa – Natura di atto interno – Effetti e limiti.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 21/11/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idrico

    ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Concentrazioni di nichel e di fosforo rinvenute nel campione – Occasionalità dello scarico – Liberatoria di responsabilità del titolare dell’azienda – Limiti – Caso di versamento non ragionevolmente prevedibile – Inosservanza delle prescrizioni – Scarichi di reflui generati dall’attività dell’impresa nella pubblica fognatura – Art. 29 – quattuordecies, c.4, lett. b), d.lgs. n. 152/2006 – Fattispecie: superamento dei valori limite per la sostanza pericolosa “nichel” stabiliti nel Regolamento del Servizio Idrico Integrato – Reato di scarico di acque reflue industriali – Nozione di scarico – Canalizzazione periodica o discontinua o occasionale di acque reflue – Violazione delle prescrizioni dell’autorizzazione integrata ambientale – Art. 137 d.lgs. n. 152/2006 – Giurisprudenza.


  • CONSIGLIO DI STATO – 2 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato
    CATEGORIA: Appalti

    APPALTI – Bandi di gara – Interpretazione – Valenza letterale delle parole – Tutela dell’affidamento e del favor partecipationis.


  • CONSIGLIO DI STATO – 2 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Interventi volti ad eliminare le barriere architettoniche – L. n. 13/1989 – Nozione di “persone svantaggiate” – Edifici sottoposti a vincolo come beni culturali.


  • CONSIGLIO DI STATO,- 2 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato
    CATEGORIA: Appalti

    APPALTI – Servizi e forniture – RTI – Corrispondenza tra la qualificazione di ciascuna impresa e la quota della prestazione di rispettiva pertinenza – Disciplina rimessa alla lex specialis.


  • CONSIGLIO DI STATO – 2 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato
    CATEGORIA: Boschi e macchia mediterranea

    BOSCHI E MACCHIA MEDITERRANEA – Nozione di bosco – Art. 4, c. 1, lett. e) d.lgs. n. 34/2018 – Radure e altre superfici che interrompono la continuità del bosco – Assimilabilità al bosco – Fondamento.

LEGGI ALTRA GIURISPRUDENZA

ABBONATI SUBITO

  DOTTRINA

ABBONATI SUBITO

Quotidiano Legale

IL CASO TARANTO. IL RISARCIMENTO IURE PROPRIO IN SEDE CIVILE PER LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE.

IL CASO TARANTO.   IL RISARCIMENTO IURE PROPRIO IN SEDE CIVILE PER LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE (IN RELAZIONE AI REATI AMBIENTALI)*. SENTENZA N. 508/17 DEL TRIBUNALE DI TARANTO. Avv. Marcello Scapati Avv. Arianna Volpe Al fine di poter sviluppare un elaborato che tratti della riconosciuta legittimazione ad agire per gli enti territoriali nell’ambito del danno ambientale, […]

Leggi tutto

 

ACQUA BENE COMUNE.

ACQUA BENE COMUNE.   Cesare Massa     Acqua bene comune naturale L’Italia ha sete. Di salute, lavoro, giustizia sociale. Di acqua. Di acqua e di giustizia sociale. Tuttavia, parallelamente alla nascita di esigenze nuove manifestate da parte della comunità -sia uti singulis che uti civis– legate alla tutela della salute ed al diritto di […]

Leggi tutto

 

Patteggiamento della pena escluso per il reato di omessa dichiarazione se il debito tributario non è estinto.

Patteggiamento della pena escluso per il reato di omessa dichiarazione se il debito tributario non è estinto Massima Giurisprudenziale   Attenzione: si segnala anche successiva pronuncia in senso contrario: Cass. 48029/2019 Per i reati di cui agli artt. 4 e 5 d.lgs. n. 74 del 2000 l’accesso al rito di cui all’art. 444 cod. proc. pen. […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO. Costituzione di parte civile degli enti territoriali e la risarcibilità del danno ambientale.

IL CASO TARANTO. COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEGLI ENTI TERRITORIALI E LA RISARCIBILITÀ DEL DANNO AMBIENTALE*.   Avv.VALERIA GALASSO Avv. VALERIA LO SAVIO Avv. BARBARA ANDRIOLI   Introduzione In materia di danno ambientale, diversi sono stati gli interventi che si sono susseguiti nel tempo al fine di assicurare un’evoluzione normativa interna nel rispetto delle […]

Leggi tutto

 

REGISTRI IMMOBILIARI: Note di trascrizione, iscrizione e annotazione, specifiche tecniche.

AGENZIA DELLE ENTRATE PROVVEDIMENTO 25 novembre 2019 Dismissione delle specifiche tecniche (programma NOTA) di cui all’allegato B al decreto 10 marzo 1995 per la redazione delle note presentate su supporto informatico. (19A07518) (GU n.281 del 30-11-2019) IL DIRETTORE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE di concerto con IL CAPO DEL DIPARTIMENTO per gli affari di giustizia del Ministero […]

Leggi tutto

 

AMBIENTEDIRITTO: novità 2019 n.21

 

RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562    GIURISPRUDENZA CONSIGLIO DI STATO – 29 novembre 2019 AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato CATEGORIA: Appalti, Diritto processuale amministrativo APPALTI – PROCESSO AMMINISTRATIVO – Gravame proposto avverso l’aggiudicazione di un appalto – Contestazione della correttezza dei punteggi assegnati ai concorrenti – Interesse alla riedizione dell’attività valutativa – Prova di resistenza. CONSIGLIO DI STATO […]

 

Leggi tutto

 

Aiuto al suicidio assistito – condizioni di non punibilità.

Aiuto al suicidio assistito – condizioni di non punibilità. CORTE COSTITUZIONALE,  25 settembre 2019, SENTENZA n.242 (Data deposito in cancelleria 22 novembre 2019) Giudizio di legittimita’ costituzionale in via incidentale. Reati e pene – Aiuto al suicidio – Agevolazione dell’esecuzione del proposito di suicidio, autonomamente e liberamente formatosi, di un paziente tenuto in vita da […]

Leggi tutto

 

APPALTI – Progetto Easy per il rilancio del PPP

La cronica carenza di fondi nella PA, soprattutto nei comuni, rende necessario un ripensamento degli strumenti volti al finanziamento delle opere pubbliche. L’ampia gamma di strumenti offerti dal Partenariato Pubblici Privato, che non deve essere considerato uno strumento unico bensì una “famiglia”, offre molteplici soluzioni nelle mani dell’amministratore accorto e del funzionario. Per fortuna in questi ultimi anni il PPP è stato riscoperto e il suo utilizzo ha subito un impennata. L’articolo analizza il trend del PPP in Europa ed in Italia dando conto delle dinamiche d’uso con un occhio attento alle percentuali e agli ambiti di utilizzo. E’ in questo scenario che IFEL e ANCI hanno lanciano il Progetto Easy il quale mira ad accompagnare e sostenere l’uso del PPP nei comuni, soprattutto quelli di dimensioni più piccole. Un aiuto nella scelta della procedura, la messa a disposizione di manuali e webinar oltre che di una piattaforma online al fine velocizzare le procedure e ridurre il contenzioso.

Leggi tutto

 

AMBIENTEDIRITTO.IT: I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA N.20/2019.

RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562    GIURISPRUDENZA TAR LOMBARDIA, Milano – 19 novembre 2019 AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R. CATEGORIA: Appalti APPALTI – Commissione giudicatrice – Omogeneità delle valutazioni espresse da ciascuno dei commissari – Sintomo di illegittimità – Inconfigurabilità. TAR LOMBARDIA, Milano, Sez. 4^ – 20 novembre 2019, n. 2450 AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R. CATEGORIA: Appalti APPALTI – […]

Leggi tutto

 

Appropriazione indebita per l’amministratore di condominio che impiega il denaro per fini non autorizzati.

Appropriazione indebita per l’amministratore di condominio che impiega il denaro per fini non autorizzati. Massima Giurisprudenziale La condotta dell’amministratore di condominio il quale abbia trattenuto somme di cui aveva la disponibilità in ragione del suo ufficio e con destinazione “vincolata” ai pagamenti nell’interesse del condominio, integra il delitto di appropriazione indebita previsto dall’art 646 codice […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO. Ambiente e diritti umani nella sentenza Cordella e altri c. Italia: un’occasione mancata.

AMBIENTE E DIRITTI UMANI NELLA SENTENZA CORDELLA E ALTRI C. ITALIA: UN’OCCASIONE MANCATA. Flavia Albano – Laura Cimaglia – Luca Occhionero – Edmondo Ruggiero Abstract Il contributo analizza la decisione della Corte nella sentenza Cordella e altri c. Italia, evidenziando le criticità connesse all’esatto inquadramento delle qualifiche di vittima in relazione ai reati ambientali, tradizionalmente intesi come “victimless […]

Leggi tutto

 

Dichiarazione fraudolenta e onere della prova per i costi relativi a operazioni soggettivamente inesistenti.

Dichiarazione fraudolenta e onere della prova per i costi relativi a operazioni soggettivamente inesistenti Massima Giurisprudenziale In ambito penale tributario, nel caso di operazioni soggettivamente inesistenti l’onere di dimostrare la corrispondenza effettiva dei costi sostenuti ricade su chi intende giovarsi della deducibilità di tali costi, non potendo la pubblica accusa farsi carico di ricostruire l’effettività […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO: IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI.

IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI Il Caso Taranto*. Stefano Di Palma Le indagini preliminari del “processo ILVA” Con decreto del 25 luglio 2012, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Taranto disponeva il sequestro preventivo, senza facoltà d’uso, di ampie porzioni dello stabilimento siderurgico ILVA di Taranto corrispondenti alla cosiddetta “area a […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO. Ambiente e diritti umani nella sentenza Cordella e altri c. Italia: un’occasione mancata.

AMBIENTE E DIRITTI UMANI NELLA SENTENZA CORDELLA E ALTRI C. ITALIA: UN’OCCASIONE MANCATA. Flavia Albano – Laura Cimaglia – Luca Occhionero – Edmondo Ruggiero Abstract Il contributo analizza la decisione della Corte nella sentenza Cordella e altri c. Italia, evidenziando le criticità connesse all’esatto inquadramento delle qualifiche di vittima in relazione ai reati ambientali, tradizionalmente intesi come “victimless […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO: IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI.

IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI Il Caso Taranto*. Stefano Di Palma Le indagini preliminari del “processo ILVA” Con decreto del 25 luglio 2012, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Taranto disponeva il sequestro preventivo, senza facoltà d’uso, di ampie porzioni dello stabilimento siderurgico ILVA di Taranto corrispondenti alla cosiddetta “area a […]

Leggi tutto

 

Il Caso Taranto. La costituzione di parte civile degli enti e risarcimento del danno nel processo “Ambiente Svenduto”.

LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEGLI ENTI E RISARCIMENTO DEL DANNO NEL PROCESSO “AMBIENTE SVENDUTO”.   Il Caso Taranto*.   Avv. Andrea Albanese – Avv. Francesco Edmondo Fico – Avv. Francesco Fischetti – Avv. Giovanni Piccione   Excursus sull’evoluzione della Costituzione di parte civile degli enti. L’azione civile di danno pubblico ambientale può essere esercitata anche nel processo […]

Leggi tutto

 

Il caso Taranto: Un innovativo approccio normativo-metodologico al problema dell’inquinamento diffuso di area vasta.

UN INNOVATIVO APPROCCIO NORMATIVO-METODOLOGICO AL PROBLEMA DELL’INQUINAMENTO DIFFUSO DI AREA VASTA.   Il caso Taranto*.   Avv. Francesco De Florio – Avv. Giuseppe Macrì – Avv. Emanuela Pulpito – Avv. Maria Zingaropoli   L’aria ambiente dell’area Vasta è un bene comune che continua ad essere minacciato dalle emissioni di inquinanti (SOx, NOx e DIOSSINE) e micropolveri. […]

Leggi tutto

 

ABBONATI SUBITO
Facebook Twitter LinkedIn
NEWSLETTER

di AMBIENTEDIRITTO.it (Testata Reg. presso il Tribunale di Patti Reg. n. 197 del 19 luglio 2006 – ISSN 1974-9562). Direttore responsabile: Fulvio Conti Guglia. Direzione e redazione: AmbienteDiritto.it, Via Filangeri, 19 – 98078 Tortorici ME – Tel +39 0941.327734 – Fax +39 1782724258 – Gsm +39 3383702058 – info (at) ambientediritto.it – Le novita’ sono consultabili su Internet all’indirizzo: http://www.AmbienteDiritto.it

PUBBLICITA’ su questa News Letter – DEM o sui siti www.AmbienteDiritto.it o www.QuotidianoLegale.it 

Regolamento 2016/679/UE (GDPR) – D. L.vo n. 196/2003 e ss.mm.ii.

Si ricorda che, ai sensi del nuovo Reg. UE 2016/679 in materia di protezione dei dati personali (GDPR) e del decreto Legislativo n.196/2003 e successivi aggiornamenti, si possono, autonomamente, modificare le proprie preferenze sulla iscrizione o cancellazione in qualsiasi momento, semplicemente cliccando sugli appositi link presenti nella newsletter a piè pagina o dall’indirizzo Web da cui è stata effettuata l’iscrizione. Oppure, contattando la redazione della Rivista.

Modify your subscription    |    View online
AMBIENTEDIRITTO EDITORE ©
www.AmbienteDiritto.it
Tutti i diritti sui contenuti sono riservati e soggetti a copyright.