RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562
Facebook Twitter LinkedIn
   GIURISPRUDENZA

  • TAR LOMBARDIA, Milano – 19 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Commissione giudicatrice – Omogeneità delle valutazioni espresse da ciascuno dei commissari – Sintomo di illegittimità – Inconfigurabilità.


  • TAR LOMBARDIA, Milano, Sez. 4^ – 20 novembre 2019, n. 2450
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Regola della pubblicità della gara – Apertura delle buste – Obbligo di portare preventivamente a conoscenza dei concorrenti la data e il luogo della seduta – Possibilità effettiva di presenziare alle operazioni.


  • TAR LOMBARDIA, Milano – 20 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idrico
    ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Servizio idrico integrato – Tariffa – Efficientamento del costo del personale – Gestione improntata ad efficienza, efficacia ed economicità – Artt. 141, c. 2 d.lgs. n. 152/2006 e 3 D.P.C.M. 20/07/2012 – Costi di morosità – Rischio d’impresa dell’operatore – Valorizzazione delle morosità quale costo da collocare in tariffa – Limiti – Rapporto tra ente di governo dell’ambito e soggetto gestore – Art. 151, c. 1 d.lgs. n. 152/2006 – Adeguamento delle convenzioni alla regolazione dettata dall’Autorità.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 22/10/2019, Sentenza n.43253
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Beni culturali ed ambientaliDiritto processuale penaleDiritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Cessione di cubatura tra fondi non contigui – Edificio in zona agricola vincolata in assenza di permesso di costruire ed autorizzazione paesaggistica – Responsabilità del proprietario/committente e del progettista/direttore dei lavori – Cessione di cubatura – Indice di edificabilità – Elusione dei vincoli – Requisito della reciproca prossimità – Assenza del necessario requisito della “contiguità” dei fondi – Effettiva e significativa vicinanza – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Reati urbanistici e paesaggistici – Opere edilizie – Manufatti completamente diversi da quelli eseguibili – Vocazione agricola (e non residenziale) dell’area paesaggisticamente vincolata – Assenza di validi titoli autorizzativi – Requisito della c.d. doppia conformità – Configurabilità dei reati – Art. 181 d.lgs n. 42/2004 – Art. 44, D.P.R. n. 380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Attenuanti generiche – Motivazione – Elementi e circostanze atti a giustificare la mitigazione del trattamento sanzionatorio – Giurisprudenza.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 2^, 24/10/2019 Sentenza C‑212/18
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Diritto dell’energiaInquinamento atmosfericoRifiuti
    RIFIUTI – Uso dell’energia da fonti rinnovabili – Oli vegetali esausti sottoposti a trattamento chimico – Cessazione della qualifica di rifiuto – INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Emissioni in atmosfera – Promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili – DIRITTO DELL’ENERGIA – Procedure nazionali di autorizzazione, certificazione e concessione di licenze applicabili agli impianti per la produzione di elettricità, di calore o di freddo a partire da fonti energetiche rinnovabili – Utilizzo di bioliquido come fonte di alimentazione di una centrale di produzione di energia elettrica – Rinvio pregiudiziale – Ambiente – Direttiva 2008/98/CE – Direttiva 2009/28/CE.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 5^, 07/11/2019 Sentenze riunite
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idricoDiritto dell’energiaDiritto demaniale
    ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Principio “chi inquina paga” – Recupero dei costi relativi ai servizi idrici – Norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica – Principio di non discriminazione – Articolo 107, paragrafo 1, TFUE – Aiuto di Stato – DIRITTO DELL’ENERGIA – Utilizzo delle acque interne ai fini della produzione di energia elettrica – Canone dovuto unicamente dai produttori di energia idroelettrica operanti nei bacini idrografici intercomunitari – DIRITTO DEMANIALE – Conservazione e la tutela del demanio idrico – Rinvio pregiudiziale – Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2000/60/CE – Direttiva 2009/72/CE.


  • TAR PIEMONTE – 4 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Cave e miniereRifiutiVIA VAS AIA
    RIFIUTI – CAVE E MINIERE – D.M. 161/2012 – Destinazione del materiale escavato ad un sito diverso da quello indicato nel piano di utilizzo – Modifica sostanziale – Nuova procedura di approvazione – Mancanza – Qualifica ex se dei materiali quali rifiuti – Riapprovazione del PUD – Coordinamento con il PRML – VIA, VAS E AIA – Approvazione del PRML e successivi aggiornamento – Sottoposizione a VIA – Esclusione – Differenza rispetto al PUD – Sottoposizione a VIA laddove il PUD acceda a dopera pubblica soggetta a VIA – Ragioni della differente disciplina.


  • TAR PIEMONTE – 18 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idrico
    INQUINAMENTO DELLE ACQUE – Artt. 103 e 104 d.lgs. n. 152/2006 – Scarico su suolo e scarico negli strati superficiali del sottosuolo – Nozione – Scarico diretto nelle acque sotterranee – Fattispecie.


  • TAR SICILIA, Catania – 11 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: AppaltiRifiuti
    APPALTI – RIFIUTI – Requisiti di qualificazione (fattispecie: iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali) – Mancanza in capo alla singola impresa facente parte dell’ATI – Effetti.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 1^, 07/11/2019 Sentenza C‑280/18
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Pubblica amministrazioneVIA VAS AIA
    VIA VAS AIA – Valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Partecipazione del pubblico al processo decisionale e accesso alla giustizia – Dies a quo dei termini di ricorso – Procedura di autorizzazione – Rinvio pregiudiziale.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. Grande, 12/11/2019 Sentenza
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Diritto dell’energiaDiritto processuale europeoVIA VAS AIA
    DIRITTO DELL’ENERGIA – Autorizzazione e costruzione di una centrale eolica – Progetto per il quale si prevede un notevole impatto ambientale – Sentenza della Corte che accerta un inadempimento – Mancata esecuzione – Direttiva 85/337/CEE – VIA VAS AIA – Assenza di previa valutazione dell’impatto ambientale – Obbligo di regolarizzazione – DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Articolo 260, paragrafo 2, TFUE – Domanda d’imposizione di una penalità e di una somma forfettaria – Inadempimento di uno Stato.


  • TRGA TRENTINO ALTO ADIGE, Trento, Sez. 1^ – 15 novembre 2019, n. 154
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Danno ambientaleInquinamento del suolo
    INQUINAMENTO DEL SUOLO – Artt. 240 e ss. d.lgs. n. 152/2006 – Responsabile dell’inquinamento e soggetti non responabili – Disciplina differente – Principio “chi inquina paga” – Misure di prevenzione – Interventi di messa in sicurezza, bonifica e ripristino – DANNO AMBIENTALE – Soggetti non responsabili della potenziale contaminazione – Attuazione di misure di prevenzione – Imposizione coattiva – Strumenti – Competenza del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Ordinanza ministeriale ex art. 304, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – Adozione delle migliori tecniche disponibili per arrestare l’inquinamento delle acque sotterranee nei siti contaminati – Art. 243 d.lgs. n. 152/2006 – Siti inquinati per effetto dello scorrimento delle acque di falda – Inapplicabilità.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 1^, 14/11/2019 Sentenza C‑445/18
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Agricoltura e zootecnia
    AGRICOLTURA E ZOOTECNIA – Prodotti fitosanitari – Immissione in commercio e commercio parallelo – Modifica del periodo di validità del permesso di commercio parallelo – Identità del prodotto fitosanitario e del prodotto di riferimento – Presupposti – Nuova domanda completa – Titolare del permesso – Contestazione della decisione – Onere della prova – Principio di equivalenza – Regolamento (CE) n. 1107/2009.


  • TAR LOMBARDIA, Brescia – 7 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Sanzione repressiva degli abusi edilizi – Natura reale – Responsabilità solidale del costruttore e degli acquirenti delle unità abitative – Art. 38 d.P.R. n. 380/2001 – Titolo edilizio annullato – Tutela dell’affidamento del privato – Rimozione dei vizi del permesso di costruire – Limiti – Determinazione della sanzione – Stima del valore venale delle opere abusive – Agenzia delle Entrate – Autonomo potere attribuibile al Comune – Esclusione.


  • TAR CAMPANIA, Salerno – 18 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Procedimento amministrativo
    PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Istanza di accesso ai documenti – Regime di segretezza ex art. 239 c.p.p. – Motivo legittimo di diniego – Esclusione.


  • TAR PUGLIA, Lecce – 4 novembre 2019
  • AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Beni culturali ed ambientaliBoschi e macchia mediterranea
    BENI CULTURALI E AMBIENTALI – BOSCHI – Art. 142, c. 1, lett. g) d.lgs. n. 42/2004 – Territori coperti da boschi – Beni paesaggistici tutelati per legge – Vincoli ex lege non soggetti a decadenza.


  • TAR PUGLIA, Lecce – 4 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Vendita all’asta, nell’ambito di una procedura espropriativa, di un immobile – Effetto sanante su illeciti edilizi dell’immobile alienato – Inconfigurabilità.


  • TAR PUGLIA, Lecce – 8 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Procedure selettive informativhe – Tardiva presentazione dell’offerta riconducibile ad un malfunzionamento del sistema – Responsabilità del gestore – Denuncia di malfunzionamento con richiesta di rimessione in termini – Stazione appaltante – Verifiche.


  • CONSIGLIO DI STATO, Sez. 2^ – 14 novembre 2019, n. 7839
    AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato
    CATEGORIA: Beni culturali ed ambientaliDiritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Tutela del paesaggio – Principio fondamentale della Costituzione – Previsione degli strumenti urbanistici – Coordinamento con le norme sottese alla difesa dei valori paesaggistici – Difesa del paesaggio ed esigenze legate allo sviluppo edilizio del territorio – Disciplina urbanistica – Contemperamento – Urbanistica e poteri pianificatori – Funzione di sviluppo complessivo e armonico – Compenetrazione di vincoli – Protezione e valorizzazione del bene tutelato – Bellezze naturali, artistiche o storiche – Piano regolatore – Vincoli conservativi – Competenze statali e regionali – Valutazione autonoma dell’autorità titolare del potere di pianificazione, nel rispetto dei vincoli posti dalle autorità competenti – Modifiche allo strumento urbanistico introdotte d’ufficio dall’amministrazione regionale – Modifiche obbligatorie, facoltative e concordate – Obbligo di ripubblicazione – Mutamento delle caratteristiche essenziali.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 15/11/2019, Sentenza n.46468
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleInternet Reati Processo
    DIRITTO PROCESSUALE PENALE – INTERNET – REATI INFORMATICI – PROCESSO – Ricorso per cassazione inoltrato via PEC – Tassatività delle modalità di presentazione e spedizione dell’impugnazione – Limiti all’uso della posta elettronica certificata – Mancato deposito presso il giudice a quo ovvero presso uno degli uffici giudiziari – Inammissibilità del ricorso – Artt. 582, 583, 591, c.1, lett. c), cod. proc. pen. – Giurisprudenza.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 31/10/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – ediliziaPubblica amministrazione
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Lottizzazione abusiva – Effetti del condono edilizio – Rilascio di più titoli abilitativi nell’area interessata – PRG – Variante agli strumenti urbanistici – Necessità – Valutazione globale dell’attività lottizzatoria – Reato di lottizzazione abusiva – Bene giuridico protetto – Trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio – Attività di controllo del territorio – Configurabilità del reato di lottizzazione abusiva – Utilizzazione del suolo indipendentemente dalla entità del frazionamento fondiario e dal numero dei proprietari – Redazione e la stipula di una convenzione lottizzatoria – Necessità – Ipotesi di lottizzazione mista – Attività di frazionamento – Lottizzazione cartolare in presenza di un atto di anticipazione di una divisione ereditaria – Esclusione – Destinazione a scopo edificatorio – Intento lottizzatorio – Fattispecie – Lottizzazione abusiva e opere realizzate in assenza di titolo abilitativo – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Silenzioso assenso – Valida formazione del provvedimento – Sussistenza di tutti i presupposti di legge – Necessità – Effetti e limiti – Inerzia dell’amministrazione – Buona fede degli acquirenti – Atto stipulato davanti ad un notaio – Frazionamento autorizzato di un terreno a destinazione agricola – Evidenza della destinazione a scopo edificatorio – Costituzione e giurisprudenza della Corte EDU – Art. 29, 30, 31, 36, 44 d.P.R. n.380/01.


  • TAR LOMBARDIA, Brescia – 8 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Soglia di anomalia – Determinazione – Art. 97, c. 2 d.lgs. n. 50/2016 – Modifiche introdotte dall’art. 1 d.l. n. 32/2019 – Valore da portare in diminuzione – Valore percentuale o assoluto – Contrasto giurisprudenziale – Grandezza assoluta.


  • TAR LAZIO, Roma, Sez. 1^ – 11 novembre 2019, n. 12937
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: AppaltiProcedimento amministrativo
    APPALTI – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Attività di certificazione delle SOA – Accessibilità – Fondamento – Accesso agli atti amministrativi – Autonomia della legittimazione all’accesso rispetto alla situazione legittimante all’impugnativa dell’atto.


  • TAR LAZIO, Roma – 14 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Realizzazione di una volumetria maggiore rispetto a quella assentita – Variazione essenziale e difformità parziale – Nozione.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 14/10/2019, Sentenza n.42106
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleDiritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Lottizzazione abusiva e operatività della sanatoria – Presupposti e limiti – Requisito della “doppia conformità” delle opere – Confisca dei terreni abusivamente lottizzati – Artt. 15, 30, 36, 44, D.P.R. n. 380/2001 – Reati urbanistici – Dolo intenzionale – Elemento psicologico – Criteri di valutazione della sussistenza – Macroscopiche violazioni di legge – Rilascio o proroghe del provvedimento abilitativo – Esperienza professionale – Art. 323 cod. pen. DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Limiti del sindacato della Cassazione – Valutazione delle risultanze processuali.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 14/11/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Abusi edilizi reiterati – Zona sottoposta a vincolo paesaggistico (Parco Regionale dei Campi Flegrei) – Sottrazione dei manufatti alla libera disponibilità – Convalida del decreto di sequestro preventivo disposto in via d’urgenza – Profili di personalità – Pregressi abusi – Attuale e concreto pericolo – Art. 321 cod.proc.pen..


  • TAR TOSCANA – 6 novembre 2019
  • AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Convenzione di lottizzazione – Acquisizione delle aree ove insistono le opere di urbanizzazione – Obbligo puntualmente disciplinato dall’art. 28 l. n. 1150/1942 – Presunzione iuris et de iure di proprietà pubblica.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 23/10/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Rifiuti
    RIFIUTI – Rifiuti da manutenzione alle infrastrutture – Luogo del deposito temporaneo – Trasportati per la successiva valutazione tecnica – Materiale riutilizzabile senza essere sottoposto ad alcun trattamento – Fattispecie – Artt. 183 e 256 d.lgs n.152/2006 – Nozione di deposito temporaneo, deposito preliminare o stoccaggio – Condizioni per il raggruppati – Autorizzazione o la comunicazione in procedura semplificata – Nozione di deposito incontrollato o abbandono di rifiuti – Sanzioni – Condotta posta da soggetti titolari di impresa o da responsabili di enti – Raggruppamento e trasporto dei rifiuti – Deposito preliminare alla raccolta – Area complessiva in cui si svolge l’attività – Condizioni – Gestione dei rifiuti – Deposito controllato o temporaneo – Sussistenza delle condizioni di liceità – Onere della prova – Produttore dei rifiuti.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 14/10/2019, Sentenza n.42105
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reato di lottizzazione – Concorso nel reato urbanistico – Componente della commissione edilizia – Responsabilità a titolo di concorso dell’extraneus nel reato proprio – Parere favorevole al rilascio della concessione edilizia – Elementi oggettivi e soggettivi necessari – Artt. 27, 29, 30 e 44 del d.P.R. n. 380/2001.


  • TAR UMBRIA – 4 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Inquinamento atmosferico
    INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Deposito d vinacce in silobags – Autorizzazione per le emissioni in atmosfera – Impianti e attività in deroga – Art. 272 d.lgs. n. 152/2006 – Procedura di cui all’art. 269, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – Applicabilità al rilascio delle nuove autorizzazioni, non all’aggiornamento a seguito di modifiche non sostanziali.


  • TAR VENETO – 4 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Procedure di affidamento svolte dal gestore in house di un pubblico servizio – Controversie – Giurisdizione amministrativa – Fondamento – Commissione – Art. 77, c. 1 d.lgs. n. 50/2016 – Espressione diretta dei canoni di trasparenza ed imparzialità – Principio generale del codice – Applicabilità ai contratti riconducibili ai settori speciali – Composizione della commissione – Competenza ed esperienza richieste dall’art. 77,c. 1 d.lgs. n. 50/2016 – Nozione di specifico settore – Approccio sistematico.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 10/10/2019, Sentenza n.41591
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleDiritto urbanistico – ediliziaLegittimazione processualeRisarcimento del dannoVIA VAS AIA
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Titolo abilitativo illegittimo – Condotta concorsuale dolosa con i funzionari comunali – Reato paesaggistico – VIA VAS AIA – Omessa la procedura di V.I.A. – – Omessa vigilanza – Art. 734 cod. pen. – Artt. 29 e 44, D.P.R. n. 380/2001 – RISARCIMENTO DANNI – Giudizio civile di danni e altri giudizi civili – Diritto del danneggiato di ottenere soddisfazione – Limiti del giudicato di assoluzione – Effetto preclusivo nel giudizio civile – Poteri del giudice – Soluzioni e qualificazioni non vincolate dall’esito del processo penale – Efficacia extrapenale – Esclusione – Artt. 652 e 654 cod. proc. pen. – LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE – Ricorso per cassazione della parte civile contro la sentenza di assoluzione dell’imputato – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Legittimazione della parte civile – Impugnazione della sentenza di proscioglimento per estinzione del reato – Intervenuta prescrizione – Presupposti e limiti – Erronea applicazione della prescrizione – Sussistenza del carattere di concretezza dell’interesse – Art. 129, c.2, cod. proc. pen.. – Presenza di una causa di estinzione del reato – Obbligo di procedere alla declaratoria della causa estintiva – Rinuncia alla prescrizione – Art. 129 cod. proc. pen. – Art. 111, Cost..


  • TAR VENETO – 14 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Rilascio del titolo abilitativo – Soggetti legittimati – Salvezza dei diritti dei terzi – Istanza di sanatoria – Maggiore ampiezza della legittimazione – Responsabile dell’abuso – Consenso dell’effettivo titolare – Artt. 11 e 36 d.P.R. n. 380/2001.


  • TAR VENETO – 14 novembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Appalti
    APPALTI – Offerta – Errore materiale sanabile – Nozione – Verifica dell’anomalia – Svolgimento del relativo procedimento da parte del RUP – Legittimità – Valori del costo del lavoro risultanti dalle tabelle ministeriali – Mero parametro di valutazione della congruità – Scostamento – Effetti.
LEGGI ALTRA GIURISPRUDENZA
ABBONATI SUBITO

  DOTTRINA

ABBONATI SUBITO

 

CONVEGNO: Il lupo dall’emergenza alla convivenza.

IL LUPO: DALL’EMERGENZA ALLA CONVIVENZA. Sabato 30 novembre 2019, ore 9.30 Università Ca’ Foscari Venezia Campus Scientifico Via Torino Auditorium Danilo Mainardi Via Torino 155, Venezia–Mestre 9:00 Registrazione dei partecipanti Introduce e presiede Prof. Marco Olivi Direttore del Master in Amministrazione e Gestione della Fauna Selvatica dell’Università Ca’ Foscari Venezia –   9.30 Prof. Marco […]

Leggi tutto

Quotidiano Legale

Delitto di indebita compensazione configurabile solo per imposte sui redditi e IVA.

Delitto di indebita compensazione configurabile solo per imposte sui redditi e IVA Massima Giurisprudenziale Ai fini del delitto di indebita compensazione di cui all’art. 10-quater del D. Lgs. n. 74/2000, l’omesso versamento delle somme dovute riguarda solamente le imposte sui redditi e sul valore aggiunto, e non si estende ai contributi previdenziali. Decisione: Sentenza n. […]

Leggi tutto

 

Dichiarazione fraudolenta e onere della prova per i costi relativi a operazioni soggettivamente inesistenti.

Dichiarazione fraudolenta e onere della prova per i costi relativi a operazioni soggettivamente inesistenti Massima Giurisprudenziale In ambito penale tributario, nel caso di operazioni soggettivamente inesistenti l’onere di dimostrare la corrispondenza effettiva dei costi sostenuti ricade su chi intende giovarsi della deducibilità di tali costi, non potendo la pubblica accusa farsi carico di ricostruire l’effettività […]

Leggi tutto

 

IL CASO TARANTO: IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI.

IL RAGIONEVOLE BILANCIAMENTO TRA DIRITTI COSTITUZIONALI Il Caso Taranto*. Stefano Di Palma Le indagini preliminari del “processo ILVA” Con decreto del 25 luglio 2012, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Taranto disponeva il sequestro preventivo, senza facoltà d’uso, di ampie porzioni dello stabilimento siderurgico ILVA di Taranto corrispondenti alla cosiddetta “area a […]

Leggi tutto

 

Reato di trattamento illecito dei dati con spam il nocumento è da valutare in relazione al singolo utente.

Per il reato di trattamento illecito dei dati con spam il nocumento è da valutare in relazione al singolo utente Massima Giurisprudenziale Ai fini del reato di trattamento illecito di dati previsto dall’art. 167 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196, la valutazione del nocumento non può che essere riferita alla dimensione individuale dell’utente, […]

Leggi tutto

 

Qualificazione del rapporto di lavoro censurabile in Cassazione solo per individuazione del parametro normativo.

Qualificazione del rapporto di lavoro censurabile in Cassazione solo per individuazione del parametro normativo. Massima Giurisprudenziale Ai fini della qualificazione del rapporto di lavoro come autonomo o subordinato, è censurabile in sede di legittimità soltanto l’individuazione del parametro normativo, mentre costituisce accertamento di fatto la valutazione delle risultanze processuali al fine della verifica di integrazione […]

Leggi tutto

 

Locatore estraneo agli oneri di sicurezza sul lavoro e di verifica di conformità dell’immobile.

Locatore estraneo agli oneri di sicurezza sul lavoro e di verifica di conformità dell’immobile. Massima Giurisprudenziale In capo al locatore di un immobile ad uso non abitativo non è configurabile alcun onere di sicurezza in relazione all’attività svolta al suo interno ed alla conformità alle norme antinfortunistiche della struttura modificata, nel corso dei rapporto, dal […]

Leggi tutto

 

Delitto di indebita compensazione configurabile solo per imposte sui redditi e IVA.

Delitto di indebita compensazione configurabile solo per imposte sui redditi e IVA Massima Giurisprudenziale Ai fini del delitto di indebita compensazione di cui all’art. 10-quater del D. Lgs. n. 74/2000, l’omesso versamento delle somme dovute riguarda solamente le imposte sui redditi e sul valore aggiunto, e non si estende ai contributi previdenziali. Decisione: Sentenza n. […]

Il Caso Taranto. La costituzione di parte civile degli enti e risarcimento del danno nel processo “Ambiente Svenduto”.

LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEGLI ENTI E RISARCIMENTO DEL DANNO NEL PROCESSO “AMBIENTE SVENDUTO”.   Il Caso Taranto*.   Avv. Andrea Albanese – Avv. Francesco Edmondo Fico – Avv. Francesco Fischetti – Avv. Giovanni Piccione   Excursus sull’evoluzione della Costituzione di parte civile degli enti. L’azione civile di danno pubblico ambientale può essere esercitata anche nel processo […]

Leggi tutto

 

Il caso Taranto: Un innovativo approccio normativo-metodologico al problema dell’inquinamento diffuso di area vasta.

UN INNOVATIVO APPROCCIO NORMATIVO-METODOLOGICO AL PROBLEMA DELL’INQUINAMENTO DIFFUSO DI AREA VASTA.   Il caso Taranto*.   Avv. Francesco De Florio – Avv. Giuseppe Macrì – Avv. Emanuela Pulpito – Avv. Maria Zingaropoli   L’aria ambiente dell’area Vasta è un bene comune che continua ad essere minacciato dalle emissioni di inquinanti (SOx, NOx e DIOSSINE) e micropolveri. […]

Leggi tutto

 

URBANISTICA: reati edilizi ed accertamento di conformità in sanatoria, i termini di 60 gg..

URBANISTICA: reati edilizi ed accertamento di conformità in sanatoria, i termini di 60 gg..   La sospensione dell’azione penale relativa alle contravvenzioni urbanistiche finché non siano stati esauriti i procedimenti amministrativi di sanatoria, imposta dall’art. 45, comma 1, del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 in relazione al precedente art. 36, comma 3, non può […]