RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562
Facebook Twitter LinkedIn
   GIURISPRUDENZA

  • CONSIGLIO DI STATO – 9 gennaio 2020
    AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – ediliziaProcedimento amministrativo

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Istanza volta ad ottenere un provvedimento in via di autotutela – Obbligo di provvedere – Insussistenza – Ragioni – Eccezioni – Fattispecie.


  • CONSIGLIO DI STATO, Sez. 2^ – 9 gennaio 2020, n. 188
    AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia

    DIRITTO URBANISTICO -– EDILIZIA – Lottizzazione abusiva – Natura permanente – Illecito soggettivamente trasferibile propter rem – Stato soggettivo di buona o mala fede dei lottizzanti o indisponibilità dell’area – Irrilevanza – Interesse pubblico al ripristino dello stato di legalità violata in re ipsa – Affidamento dell’interessato – Inconfigurabilità.


  • CONSIGLIO DI STATO – 10 gennaio 2020
    AUTORITÀ EMANANTE: Consiglio di Stato
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – edilizia

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Discrimine tra ristrutturazione e realizzazione di un nuovo organismo edilizio – Individuazione – Art. 33, c. 2 d.P.R. n. 380/2001 – Applicabilità della sanzione pecuniaria in luogo di quella ripristinatoria – Presupposti – Dimostrazione della oggettiva impossibilità di procedere alla demolizione – Decisione propria della fase esecutiva dell’ordine di demolizione.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 13/12/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idricoDiritto processuale penaleInquinamento del suoloRifiuti

    ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Gestione dei rifiuti prelevati dai pozzi neri, fosse Imhoff e bagni mobili – Liquame prodotto da azienda o da abitazione privata – Codice C.E.R. 20.03.04 (fanghi delle fosse settiche) – Qualificazione giuridica – INQUINAMENTO DEL SUOLO – Scarico abusivo nel sottosuolo e nelle acque sotterranee – RIFIUTI – Illecito scarico di rifiuti liquidi industriali nel sottosuolo (autofficina) – Stoccaggio delle acque reflue – Liquame riversato in vasca, cisterna o qualunque altro contenitore di contenimento – Gestione non autorizzata di rifiuti allo stato liquido – Fattispecie: strutture non allacciate alla rete fognaria dinamica – Artt. 74, 137, 183, 185 e 256 D.L.vo 152/2006 – Disciplina applicabile – Giurisprudenza – Gestione illecita di acque nere – Responsabilità del proprietario del rifiuto illecitamente smaltito – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Nozione di violazione di legge – Vizi della motivazione – Ricorso per cassazione avverso una misura cautelare – Presupposti e limiti – Condizioni generali di applicabilità delle misure cautelari personali e reali – Diversa qualificazione giuridica ai fatti accertati – Potere e limiti della Corte di cassazione – Diritto di difesa – Giurisprudenza CEDU.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 06/12/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Rifiuti

    RIFIUTI – Accumulo di rifiuti non pericolosi – Rifiuti derivanti dal ciclo della depurazione dei reflui urbani – Fattispecie di deposito incontrollato o abbandono – Art. 256 cc.1 e 2 d.lgs n. 152/2006 – Raggruppamento di rifiuti – Requisiti – Rifiuti derivanti dal ciclo della depurazione delle acque reflue – Illecito smaltimento dei rifiuti non pericolosi – Nozione di deposito controllato o temporaneo – Principi di precauzione ed azione preventiva – Differenza tra deposito controllato o temporaneo, deposito preliminare, messa in riserva e deposito incontrollato o abbandono – Condotte e sanzioni.


  • TAR TOSCANA – 23 dicembre 2019
  • AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: VIA VAS AIA

    VIA, VAS E AIA – Istanza di proroga di una pronuncia di compatibilità ambientale – Art. 57 L.R. Toscana n. 10/2010 – Nuova specifica istruttoria – Verifica della permanenza delle condizioni necessarie al rilascio di una seconda pronuncia positiva di VIA.


  • TAR TOSCANA – 2 gennaio 2020
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – ediliziaProcedimento amministrativo

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Scia – Prescrizione di misure necessarie a conformare il progetto alla normativa vigente – Art. 19, c. 3 l. n. 241/1990 – Interruzione del termine – Nuove misure derivanti da elementi originari – Elusione del termine – Entrata in vigore di previsioni urbanistiche contrastanti col progetto approvato – Scia – Art. 15, c. 4 d.P.R. n. 380/2001 – Applicabilità – Previsioni sopravvenute – Stabile efficacia.


  • TAR UMBRIA – 11 dicembre 2019
    AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R.
    CATEGORIA: Diritto dell’energiaDiritto urbanistico – edilizia

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – DIRITTO DELL’ENERGIA – Avvio dei lavori oggetto di permesso di costruire – Istanza di proroga – Presupposti per accordare la proroga – Profilo pubblicistico – Profilo soggettivo del titolare del permesso di costruire – Fattispecie: pendenza del ricorso per l’annullamento della PAS per la realizzazione di un impianto di produzione di energia da fonti rinnovabili.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 06/12/2019), Sentenza n.49718
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleRifiuti

    RIFIUTI – Configurabilità del reato di gestione abusiva di rifiuti – Natura non occasionale del trasporto – Elementi significativi – Condotta integrante il reato ex art. 256 T.U.A. – Natura di reato istantaneo – Artt.256 e 318-bis d.lgs. 152/2006 – Giurisprudenza – Illecita gestione -Trasporto non autorizzato di rifiuti – Sentenza di condanna – Confisca obbligatoria del mezzo – Art. 318-bis e applicabilità della speciale procedura estintiva – Effetti – Requisito della insussistenza del danno o pericolo concreto – Procedibilità dell’azione penale – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Giudizio di legittimità – Mancata assunzione di una prova decisiva e richiesta di ammissione – Limiti.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^, 16 Dicembre 2019, Ordinanza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Rifiuti

    RIFIUTI – Deposito di rifiuti di vario genere e natura – Destinazione di un sito all’accumulo – Attività di scarico e successiva sistemazione dei rifiuti – Discarica non autorizzata – Configurabilità del reato di cui all’art. 256, 3° c. d. Igs. 152/2006 – Assenza di occasionalità della condotta – Trasformazione del luogo in un ricettacolo di rifiuti – Progressivo accumulo dei rifiuti – Condotta abituale – Giurisprudenza.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^, 16/12/2019, Ordinanza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Rifiuti

    RIFIUTI – Sottoprodotti – Esistenza di rapporti contrattuali tra il produttore del residuo ed eventuali intermediari ed utilizzatori – Effetti del mero richiamo all’esistenza di tali rapporti – Assenza dell’autorizzazione per la gestione – Attività di recupero e raccolta di residui di abbigliamento, tessile e cartacea destinato alla compattazione ed alla rivendita a terzi per lavorazioni successive – Artt. 4 e 5 Direttiva quadro sui rifiuti 2008/98/CE – Artt. 184 bis e 256, 1° c. d. Igs. 152/2006 – Artt. 2,4, e 5 D.M. 264/2016 – Nozione di sottoprodotto – Presupposti e requisiti normativi – Protezione della salute e dell’ambiente – Fattispecie: procedimento di triturazione, compattazione e reimpiego di rifiuti in mancanza di autorizzazione all’attività.


  • TRIBUNALE UE Sez. 5^, 19 Dicembre 2019 Sentenza T‑67/18
    AUTORITÀ EMANANTE: Tribunale UE
    CATEGORIA: Tutela dei consumatori

    TUTELA DEI CONSUMATORI – Prodotti fitosanitari – Sostanza attiva 8-idrossichinolina – Domanda di modifica delle condizioni di approvazione – Procedura di classificazione ed etichettatura armonizzate – Diritto di essere ascoltato – Legittimo affidamento – Errore manifesto di valutazione.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 2^, 19 Dicembre 2019 Sentenza
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Diritto dell’energia

    DIRITTO DELL’ENERGIA – Norme comuni per il mercato interno del gas naturale – Risoluzione delle controversie relative agli obblighi imposti al gestore del sistema – Effetti nel tempo delle decisioni dell’organo per la risoluzione delle controversie – Certezza del diritto – Legittimo affidamento – Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2009/73/CE.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 5^, 19 Dicembre 2019 Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Diritto dell’energia

    DIRITTO DELL’ENERGIA – Mercato interno dell’energia elettrica – Norme comuni – Obblighi relativi al servizio pubblico – Nozione – Normativa nazionale – Finanziamento dei piani per l’efficienza energetica – Designazione di produttori di energia elettrica – Contributo obbligatorio – Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2003/54/CE – Direttiva 2009/72/CE.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 7^, 19 Dicembre 2019 Sentenza C‑176/18
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Agricoltura e zootecnia

    AGRICOLTURA E ZOOTECNIA – Privativa comunitaria per ritrovati vegetali – Effetti della privativa – Sistema di tutela a cascata – Messa a coltura di costituenti varietali e raccolta dei loro frutti – Distinzione fra gli atti compiuti sui costituenti varietali e quelli compiuti sul materiale del raccolto – Nozione di “utilizzazione non autorizzata dei costituenti varietali” – Protezione provvisoria – Rinvio pregiudiziale – Regolamento (CE) n. 2100/94.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 8^, 5 Dicembre 2019 Sentenza C‑642/18
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Rifiuti

    RIFIUTI – Piani di gestione dei rifiuti – Obbligo di riesame – Obbligo di informare la Commissione – Assenza di regolare diffida – Invio prematuro della diffida – Irricevibilità – Inadempimento di uno Stato – Comunità autonome delle isole Baleari e delle isole Canarie (Spagna) – Articoli 30 e 33 Direttiva 2008/98/CE.


  • CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. Grande, 19 Dicembre 2019 Sentenza C‑752/18
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Giustizia UE
    CATEGORIA: Inquinamento atmosferico

    INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Qualità dell’aria ambiente – Piano per la qualità dell’aria – Valori limite per il biossido di azoto – Obbligo di adottare misure appropriate per garantire un periodo di superamento minimo – Obbligo per i giudici nazionali di adottare tutte le misure necessarie – Rifiuto opposto dal governo regionale di conformarsi ad un’ingiunzione giudiziaria – Pena detentiva prevista nei confronti di alti rappresentanti politici o alti funzionari della regione interessata – Tutela giurisdizionale effettiva – Diritto alla libertà personale – Fondamento giuridico – Proporzionalità – Rinvio pregiudiziale – Artt. 6, 47 e 52, Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea – Direttiva 2008/50/CE.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 28/11/2019, Sentenza n.48403
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleRifiuti

    RIFIUTI – Abbandono di rifiuti da parte di terzi – Proprietario del terreno – Inconfigurabilità in forma omissiva il reato – Responsabilità e limiti – Concorso nel reato – Compimento di atti – Art.255, 256, d.lgs. n. 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Revoca dell’ordinanza ammissiva di testi della difesa – Difetto di motivazione sulla superfluità della prova – Nullità di ordine generale – Immediata deduzione – Necessità – Omissione sanante.


  • CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 6^, 09/09/2019, Ordinanza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Pubblica amministrazioneRifiuti

    RIFIUTI – Imposizioni posteriori alla riforma tributaria del 1972 TARSU – Criteri del calcolo del tributo – TRIBUTI LOCALI (COMUNALI, PROVINCIALI, REGIONALI) – Motivazione e contenuto dell’atto impositivo – Art. 71 d.lgs. n. 507/1993 – Indicazione della tariffa applicata e relativa delibera – Sufficienza – Ulteriori informazioni – Necessità – Esclusione – Giurisprudenza – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Calcolo dei tributi – Tariffe e parametri di riferimento – Motivazione degli avvisi di accertamento – Obblighi dell’Amministrazione – Allegazione tutti gli atti citati nell’avviso – Limiti – Diritti del contribuente.


  • CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 5^, 07/08/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale civilePubblica amministrazioneRifiuti

    RIFIUTI – Tassa raccolta di rifiuti solidi urbani interni TIA – Accesso ai locali operato dal Comune – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Tributi locali (COMUNALI, PROVINCIALI, REGIONALI) – Preavviso di accesso al contribuente – Art. 73, comma 2, del d.lgs. n. 507 del 1993 – Mancanza – Nullità della procedura – Esclusione – Fondamento – Fattispecie: locali adibiti a studio professionale e debenza dell’Iva sulla fattura – Art. 73 D.Leg.vo n. 507/1993 – DIRITTO PROCESSUALE CIVILE – Processo tributario d’appello – Impugnazione a critica vincolata e nuova difesa del contribuente – Onere della prova – Giurisprudenza.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 21/11/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto urbanistico – ediliziaPubblica amministrazione

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reato di violazione di sigilli aggravata (art. 349 c.p.) – Opere sottoposte a sequestro (muro di recinzione) – Posizionamento di sistemi di protezione, reti e recinzioni – Comportamento omissivo – Inconfigurabilità – Demolizione di opere abusive – Omissione – Giurisprudenza – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Oggetto giuridico del reato di cui all’art. 349 cod. pen. (violazione di sigilli) – Elementi oggettivi e soggettivi del reato – Tutela della intangibilità della cosa – Provvedimento autoritativo – Natura di reato di pericolo e istantaneo – Perfezionamento – Rimozione, rottura, apertura, distruzione dei sigilli.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 27/11/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Diritto processuale penaleRifiuti

    RIFIUTI – Gestione abusiva di rifiuti – Abbandono di rifiuti – Realizzazione di un deposito temporaneo – Autolavaggio e parti di autoveicoli – Verifica della pericolosità dei rifiuti – Condizioni dei materiali rinvenuti modalità di conservazione e destinazione – Esclusione di una successiva utilizzazione – Artt. 183 e 256 d.lgs. 152/2006 – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Riesame di provvedimenti di sequestro (probatorio o preventivo) – Ricorso per cassazione – Presupposti.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 28/11/2019, Sentenza n.
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Acqua – Inquinamento idrico

    ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Impianto di depurazione – Sversamento in mare di liquido fognario – Molestia alle persone – Immissione o “getto” pericoloso di cose atte ad offendere – Tutela dell’incolumità pubblica – Responsabilità per non avere impedito lo sversamento – Stato e gestione del sistema – Rilevanza del comportamento attivo od omissivo – Norme di tutela ambientale – Rapporto di specialità – Art. 674 cod. pen. – Art. 137 D.lgs. 152/2006 – Giurisprudenza – Gestione di reflui – Scarico o sversamento – Sistema di “troppo pieno” – Scaricatore di emergenza o di sicurezza – Regolatori di flusso e sistema di collettazione – Limiti – Caratteristiche oggettive e soggettive di illegittimità o illiceità penale – Fattispecie: depuratori e cd. “scaricatori di piena o scolmatori”.


  • CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 28/11/2019, Sentenza n.48401
    AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione
    CATEGORIA: Inquinamento atmosfericoVIA VAS AIA

    INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Emissioni in atmosfera – Superamento dei valori limite – Procedure di autocontrollo – Responsabilità del gestore – VIA VAS AIA – Violazione prescrizioni (A.I.A.) autorizzazione integrata ambientale – Comunicazione obbligatoria da parte del gestore dell’impianto – Accertamento della violazione e delle prescrizioni – Responsabilità del gestore in sede di autocontrollo – Obbligo di possibile autodenuncia – Natura di reato istantaneo – Diritto costituzionale di difesa – Giurisprudenza – Art. 29 quattuordecies, d.lgs. n. 152/2006 – D.lgs. 4 marzo 2014, n. 46 (recante Attuazione 2 della direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali).


LEGGI ALTRA GIURISPRUDENZA
ABBONATI SUBITO

  DOTTRINA

ABBONATI SUBITO

Quotidiano Legale

AMBIENTEDIRITTO.IT – NEWSLETTER – AD – QL – ANNO XIX N. 24/2019

RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562    GIURISPRUDENZA TAR LOMBARDIA, Milano – 18 dicembre 2019 AUTORITÀ EMANANTE: T. A. R. CATEGORIA: Rifiuti RIFIUTI – MMR (Matrici materiali di riporto) – Nozione – Requisiti della costituzione di un orizzonte stratigrafico specifico e della finalizzazione del materiale a riempimento, rilevato e reinterro – Artt. 185 d.lgs. n. 152/2006 e 3 […]

Leggi tutto

 

AMBIENTEDIRITTO.IT – NEWSLETTER – AD – QL – ANNO XIX N. 23/2019

RIVISTA DI DIRITTO PUBBLICO ISSN 1974-9562    GIURISPRUDENZA CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 28 Novembre 2019, Sentenza n. AUTORITÀ EMANANTE: Corte di Cassazione CATEGORIA: Diritto processuale penale, Inquinamento atmosferico, Pubblica amministrazione, Rifiuti INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Attività professionale di produzione di legname – Lavorazione della “cippatura” – Preventiva autorizzazione alle emissioni in atmosfera- Art. 279, c.1, d.lgs n. 152/2006 – Natura […]

 

Leggi tutto

 

IL RISARCIMENTO IURE PROPRIO IN SEDE CIVILE PER LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE (IN RELAZIONE AI REATI AMBIENTALI).

  IL RISARCIMENTO IURE PROPRIO IN SEDE CIVILE PER LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE (IN RELAZIONE AI REATI AMBIENTALI) NOTA A SENTENZA – Sentenza n. 508/2017 – Tribunale di Taranto pubblicata il 22.02.2017 Giudice Dott. Antonio Pensato Il caso Taranto Avv.ti Claudio Ripa – Cataldo Giannattasio – Giuseppina Lo Re – Andrea Mancini  SOMMARIO: 1. Premessa – 2. […]

Leggi tutto

 

Reati ostativi – condizioni per la concessione di permessi premio.

Reati ostativi – condizioni per la concessione di permessi premio. Sentenze della Corte Costituzionale SENTENZE  Nn. 263 e 253 Corte Costituzionale 23 ottobre – 4 dicembre 2019 SENTENZA N. 253 Giudizio di legittimita’ costituzionale in via incidentale. Ordinamento penitenziario – Detenuti per i delitti di associazione mafiosa e di “contesto mafioso” – Concessione di permessi […]

 

Leggi tutto

 

Master Universitario in Diritto dell’Ambiente e del Territorio.

Master Universitario di I Livello in Diritto dell’Ambiente e del Territorio (a.a. 2019/20) XXII edizione. UNIVERSITA’ CA’ FOSCARI VENEZIA   Presentazione Nella società moderna la configurabilità della questione ambientale come questione globale e trasversale che investe problematiche di ordine ideologico, etico, politico, sociale, economico e giuridico. La tematica ambientale e le connesse, e imprescindibili, implicazioni […]

Leggi tutto

 

SEGNALAZIONI:

Urbanistica e appalti IPSOA 4/2019

 

IL FORO ITALIANO Anno CXLIV n. 11

 

 

ABBONATI SUBITO

Facebook Twitter LinkedIn

PUBBLICITA’ su questa News Letter – DEM o sui siti www.AmbienteDiritto.it o www.QuotidianoLegale.it 

AMBIENTEDIRITTO EDITORE ©
www.AmbienteDiritto.it
Tutti i diritti sui contenuti sono riservati e soggetti a copyright.