Figli naturali e figli legittimi: parificazione di status e diritti.
  • RIFORMA DEL DIRITTO DI FAMIGLIA: nessuna differenza tra figli naturali e figli legittimi.
  • Codice della strada: disegno di legge per la riforma.
  • " /> Figli naturali e figli legittimi: parificazione di status e diritti.
  • RIFORMA DEL DIRITTO DI FAMIGLIA: nessuna differenza tra figli naturali e figli legittimi.
  • Codice della strada: disegno di legge per la riforma.
  • "/>
    You Are Here: Home » Dottrina » Diritto di famiglia » Attribuzione del cognome ai figli. Approvato il disegno di legge.

    Attribuzione del cognome ai figli. Approvato il disegno di legge.

    Attribuzione del cognome ai figli. Approvato il disegno di legge.

    Il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge contenente disposizioni in materia di attribuzione del cognome ai figli. Il testo dà piena attuazione alla sentenza della Corte Europea di Strasburgo e prevede l’obbligo per l’ufficiale di stato civile della iscrizione all’atto di nascita del cognome materno in caso di accordo tra entrambi genitori. Nel dare piena attuazione alla sentenza della Corte europea inerente al cognome materno, tuttavia, il Consiglio dei ministri ha rilevato che la complessa materia presenta ulteriori profili che, oltre ad essere ovviamente aperti al dibattito parlamentare, saranno, in sede governativa, approfonditi da un gruppo di lavoro presso la Presidenza del Consiglio, con la partecipazione dei rappresentanti dell’Interno, degli Affari esteri, della Giustizia e delle Pari Opportunità.

    ***

    Il Ministro per gli Affari europei, Enzo Moavero Milanesi, ha illustrato al Consiglio le linee direttrici della Relazione programmatica sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea per l’anno 2014, prevista dalla legge n. 234 del 2012, che il Governo presenta ogni anno al Parlamento. La relazione indica gli orientamenti e le priorità che il Governo intende perseguire nell’anno successivo con riferimento agli sviluppi del processo di integrazione europea, ai profili istituzionali e a ciascuna politica dell’Unione europea, gli orientamenti che il Governo ha assunto o intende assumere, le strategie di comunicazione in merito all’attività dell’Unione europea ed alla partecipazione italiana.

     

    *****

    A seguito della presentazione, da parte delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Puglia e Piemonte, della richiesta di referendum che abroghi la recente normativa che ha riorganizzato gli uffici giudiziari sul territorio, in vista della prossima pronuncia da parte della Corte costituzionale circa l’ammissibilità del referendum medesimo, il Consiglio dei ministri all’unanimità  ha dato l’assenso alla presentazione di una memoria difensiva che argomenta la legittimità e l’opportunità della scelta a suo tempo operata dal Governo.

    *****

    Il Consiglio ha condiviso le motivazioni favorevoli espresse in conferenza di servizi in seconda istanza, in merito al progetto di realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica alimentato a fonti rinnovabili nel Comune di Sagrado (Gorizia). Pertanto l’impianto sarà realizzato.

    *****

    Il Consiglio dei ministri ha inoltre deliberato i seguenti stati di emergenza:

    • movimento franoso che interessa il versante nord-occidentale del Mont de la Saxe nel territorio del Comune di Courmayeur;
    • eventi meteorologici verificatisi nei giorni 7 ed 8 ottobre 2013 nel territorio dei Comuni di Bernalda, Montescaglioso, Pisticci e Scanzano Jonico, in Provincia di Matera;
    • eventi meteorologici verificatisi nei giorni dal 10 al 13 novembre 2013 nel territorio della Regione Marche.

    *****

    È stata autorizzata, su proposta del Ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, una cospicua emissione di carte valori postali celebrative e commemorative per il 2014, che ha ricevuto i parere favorevole della Consulta per l’emissione di carte valori postali e la filatelia. Queste le emissioni autorizzate:

     

    • francobolli celebrativi della Gazzetta di Mantova, nel 350° anniversario della fondazione;
    • francobolli celebrativi della Croce Rossa Italiana, nel 150° anniversario della istituzione;
    • francobolli celebrativi della Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani, nel 40° anniversario della fondazione;
    • francobolli celebrativi del Semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea;
    • francobolli celebrativi della Città Nuova di Bari;
    • francobolli celebrativi dell’Istituto per gli studi di politica internazionale, nell’ 80° anniversario della fondazione;
    • francobolli celebrativi del Concistoro ordinario pubblico per la creazione di nuovi cardinali;
    • francobolli celebrativi del Simposio regionale per le Marine dei Paesi del Mediterraneo e del Mar Nero;
    • francobolli celebrativi del 75° anniversario della convenzione internazionale tra l’Italia e la Repubblica di San Marino (emissione congiunta con la Repubblica di San Marino);
    • francobolli celebrativi di Europa 2014;
    • francobolli celebrativi della Giornata della Filatelia;
    • interi postali celebrativi delle Associazioni filateliche italiane centenarie;
    • francobolli commemorativi di Galileo Galilei, nel 450° anniversario della nascita;
    • francobolli commemorativi dei beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, in occasione della canonizzazione;
    • francobolli commemorativi di San Camillo de Lellis, nel IV centenario della scomparsa;
    • francobolli commemorativi di Silvano Arieti, nel centenario della nascita;
    • francobolli commemorativi di Enrico Berlinguer, nel trentennale della scomparsa;
    • francobolli commemorativi di Augusto Imperatore, nel bimillenario della scomparsa;
    • francobolli commemorativi di Martino Martini, nel IV centenario della nascita;
    • francobolli commemorativi di Papa Ormisda, nel 1500° anniversario dell’elezione.

    *****

    Il Consiglio dei ministri, su richiesta del Ministri per gli Affari europei, Enzo Moavero Milanesi, e della Giustizia, Annamaria Cancellieri, a seguito del parere reso dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato,  ha deliberato il ritiro dal Parlamento del decreto legislativo recante la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni sulle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite nei prodotti alimentari (c.d. “claim sanitari”) in quanto tali sanzioni sono già disciplinate in Italia dal codice del consumo.

    *****

    Su proposta del Ministro per gli Affari regionali, le Autonomie e lo Sport il Consiglio dei Ministri ha esaminato quattordici leggi regionali.

     

    Per le seguenti leggi si è deliberata la non impugnativa:

    1) Legge Regione Abruzzo n. 40 del 29/10/2013
    “Disposizioni per la prevenzione della diffusione dei fenomeni di dipendenza dal gioco”.

    2) Legge Regione Liguria n. 34 del 18/11/2013
    “Modifica alla legge regionale 6 giugno 2008, n. 13 (Norme dirette al miglioramento della fruizione delle spiagge libere e della sicurezza della balneazione)”.

    3) Legge Regione Liguria n. 35 del 18/11/2013
    “Ulteriori modifiche alla legge regionale 16 gennaio 2007, n. 2 (Promozione, sviluppo, valorizzazione della ricerca, dell’innovazione e delle attività universitarie e di alta formazione)”.

    4) Legge Regione Emilia Romagna n. 21 del 21/11/2013
    “Rendiconto generale della regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2012”.

    5) Legge Regione Emilia Romagna n. 22 del 21/11/2013
    “Misure di adeguamento degli assetti istituzionali in materia sanitaria. Istituzione dell’azienda unità sanitaria locale della Romagna. Partecipazione della regione Emilia-Romagna all’istituto di ricovero e cura a carattere scientifico “Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori” s.r.l.”.

    6) Legge Regione Emilia Romagna n. 23 del 21/11/2013
    “Misure urgenti per favorire l’attuazione del riordino territoriale, lo sviluppo delle Unioni ed il superamento delle Comunità montane”.

    7) Legge Regione Lazio n. 7 del 15/11/2013
    “Modifiche alla legge regionale 13 aprile 2012, n. 2 (Interventi regionali per lo sviluppo del cinema e dell’audiovisivo) e successive modifiche”.

    8) Legge Regione Marche n. 35 dell’11/11/2013
    “ Norme in materia di Unioni montane e di esercizio associato delle funzioni dei Comuni montani”.

    9) Legge Regione Marche n. 36 dell’11/11/2013
    “Disciplina del controllo sugli atti degli enti del servizio sanitario regionale. Modifiche alla legge regionale 17 luglio 1996, n. 26 “Riordino del servizio sanitario regionale”.

    10) Legge  regione Piemonte n. 21 del 19/11/2013
    “Norme di attuazione della legge 21 novembre 2000, n. 353 (Legge quadro in materia di incendi boschivi)”.

    11) Legge Regione Toscana n. 67 del 22/11/2013
    “Istituzione del Comune di Scarperia e San Piero, per fusione dei Comuni di Scarperia e di San Piero a Sieve”.

    12) Legge Regione Toscana n. 68 del 22/11/2013
    “Istituzione del Comune di Casciana Terme Lari, per fusione dei Comuni di Casciana Terme e di Lari”.

    13) Legge Regione Toscana n. 69 del 22/11/2013
    “Istituzione del Comune di Crespina Lorenzana, per fusione dei Comuni di Crespina e di Lorenzana”.

    14) Legge Regione Toscana n. 70 del 22/11/2013
    “Istituzione del Comune di Pratovecchio Stia, per fusione dei Comuni di Pratovecchio e di Stia”.

     

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 903

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1