Diritto Tributario: reati tributari e sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente.
  • Mandato nel ricorso tributario nullo solo se l’incertezza è assoluta.
  • DIRITTO PROCESSUALE PENALE: Giudizio d’appello, rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale.
  • " /> Diritto Tributario: reati tributari e sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente.
  • Mandato nel ricorso tributario nullo solo se l’incertezza è assoluta.
  • DIRITTO PROCESSUALE PENALE: Giudizio d’appello, rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale.
  • "/>
    You Are Here: Home » Giurisprudenza » Costituzionale » TRIBUTARIO: processi tributari, ammissione di nuove prove in appello.

    TRIBUTARIO: processi tributari, ammissione di nuove prove in appello.

    TRIBUTARIO: processi tributari, ammissione di nuove prove in appello.

     

    Non esiste un principio di necessaria uniformità dei processi, e quello tributario ben può avere differenze con quello civile.

     

    Nel processo tributario la facoltà di produrre nuovi documenti rispetto al giudizio di primo grado, non è di per sé irragionevole, e costituisce un temperamento disposto dal legislatore.

     

    Non sono violati i principi costituzionali, tra i quali quello di uguaglianza e del diritto a un processo equo, e la nostra Costituzione non garantisce il doppio grado di giurisdizione.

     

    Decisione: Sentenza n. 199/2017 Corte Costituzionale

    Classificazione: Tributario

     

     

    Massima:

    Nel processo tributario, la previsione che un’attività probatoria, rimasta preclusa nel giudizio di primo grado, possa essere esperita in appello non è di per sé irragionevole, poiché «il regime delle preclusioni in tema di attività probatoria (come la produzione di un documento) mira a scongiurare che i tempi della sua effettuazione siano procrastinati per prolungare il giudizio, mentre la previsione della producibilità in secondo grado costituisce un temperamento disposto dal legislatore sulla base di una scelta discrezionale, come tale insindacabile»

     

     

    Osservazioni.

    La Commissione Tributaria Regionale Campania aveva sollevato la questione di legittimità costituzionale perché – a suo avviso  – un sistema che ammette la produzione di documenti in appello violerebbe alcuni principi costituzionali, tra i quali quello di uguaglianza e del diritto a un processo equo.

     

    La Corte Cotituzionale ha chiarito che non c’è alcuna violazione dell’equo processo perché la facoltà di produrre nuovi documenti in appello è riconosciuta a entrambe le parti.Ha poi ricordato che non esiste un principio di necessaria uniformità dei processi, e quello tributario ben può avere differenze con quello civile, pur essendo modellato sullo schema di quest’ultimo.

     

    E poiché la CTR ha sollevato la questione anche in relazione al diritto di difesa della controparte, la Corte ricorda che la nostra Costituzione non garantisce il doppio grado di giurisdizione.

     

     

    Giurisprudenza rilevante:

    Cass. 21909/2015

    Cass. 12783/2015

    Cass. 665/2014

    Cass. 16959/2012

    C. Cost. 42/2014

    C. Cost. 243/2014

     

     

    Disposizioni rilevant:

    DECRETO LEGISLATIVO 31 dicembre 1992, n. 546

    Disposizioni sul processo tributario in attuazione della delega al Governo

     

    Sezione II – Il giudizio di appello davanti alla commissione tributaria regionale

     

    Art. 58 – Nuove prove in appello

     

    1. Il giudice d’appello non può disporre nuove prove, salvo che non le ritenga necessarie ai fini della decisione o che la parte dimostri di non averle potute fornire nel precedente grado di giudizio per causa ad essa non imputabile.

    2. E’ fatta salva la facoltà delle parti di produrre nuovi documenti.

    QR Code – Take this post Mobile!
    Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

    Info sul autore

    Titolare Graziotto Legal - Studio Legale Graziotto

    Studio Legale Graziotto Via Zeffiro Massa, 1 18038 Sanremo (IM) Tel. +39 0184 1894317- Cell. +39 348 0017380 Curriculum http://www.studiograziotto.com/gp/LPage.aspx?k=profile Siti Web: http://www.studiograziotto.com http://www.graziottolegal.com PROFILO PROFESSIONALE SINTETICO Studio Legale, improntato al concetto di «boutique legale», caratterizzato per la riservatezza assoluta e l’unicità nel segmento Corporate Legal (clientela aziendale operante in numerosi settori di attività). Una delle poche realtà a struttura snella e flessibile con vocazione internazionale e capacità di intervento a 360° anche all’estero in circa 60 Paesi. Il titolare ha oltre 15 anni di esperienza specifica in operazioni straordinarie aziendali, anche in ambito internazionale. E’ Pioniere del concetto di «Scudo Legale» per prevenire e contenere i rischi legali. Vanta collaborazioni editoriali e pubblicazioni, docenze, interventi e corsi di specializzazione, competenze linguistiche ed esperienze diversificate nei contesti d’impresa. Practices: Arbitrato e contenzioso in tutte le sedi, anche internazionali • Diritto ambientale • Diritto amministrativo • Diritto bancario e assicurativo • Diritto civile • Diritto commerciale e contrattuale • Diritto della concorrenza e della proprietà industriale • Diritto del lavoro (solo tutela della parte datoriale) • Diritto dell'Unione europea • Diritto dei trasporti • Diritto fallimentare • Diritto immobiliare • Diritto internazionale privato • Diritto penale • Diritto societario • Diritto tributario e doganale • Finanza d'impresa e operazioni straordinarie aziendali (acquisizioni, fusioni, scissioni, affitti, cessioni e conferimenti di aziende, rami d’azienda, partecipazioni societarie) • Internazionalizzazione

    Articoli Scritti : 138

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1