Il principio della “Internet Open” è di consentire agli utenti Internet di accedere ai contenuti, alle applicazioni e ai servizi di loro interesse in modo assolutamente gratuito promuovendo la concorrenza tra reti, servizi e fornitori di contenuti.

Negli ultimi 20 anni, il mercato della connettività Internet è cresciuta a un ritmo eccezionale. E ‘stato il terreno per un livello senza precedenti di innovazione e facilitato il commercio transfrontaliero attraverso il commercio elettronico, contribuendo a sviluppare ulteriormente il mercato interno e contribuire all’erosione delle barriere all’entrata tra gli Stati membri.

Ma Internet deve molto del suo successo al fatto che è aperto e facilmente accessibile, a condizione che l’utente disponga di una connessione Internet. Qualsiasi fornitore di contenuti ha avuto l’opportunità di testare le sue idee e il loro valore relativo sul mercato. Gli investimenti necessari, come ad esempio l’acquisto di un nome di dominio, affittare uno spazio su un server e attuare la sua applicazione o software è stato relativamente basso. Come risultato, i nuovi servizi sono stati resi disponibili ai consumatori: navigazione, mailing, Peer-to-Peer (P2P), messaggistica istantanea, telefonia via Internet (Voice over Internet Protocol” VoIP”), videoconferenza, giochi online, video streaming , ecc.. Questo sviluppo ha avuto luogo principalmente su base commerciale senza alcun intervento normativo.

L’apertura di Internet è strettamente legata all’applicazione del principio della neutralità della rete, il quadro normativo delle comunicazioni elettroniche nell’Unione europea  definisce come la possibilità per i consumatori di  “accedere e distribuire informazioni o le applicazioni e i servizi di loro scelta.”

Il quadro normativo Ue riveduto supporta i seguenti aspetti della neutralità della rete:

  • Choice (cfr. art. 8 (4) della direttiva quadro)
  • Trasparenza  (cfr. art. 20  e 21 della direttiva servizio universale)
  • Quality of Service  (cfr. art. 22 (3) della direttiva servizio universale)
  • E-privacy  (cfr. art. 5 della direttiva e-privacy)

 

Per saperne di più su:

  • Le sfide per il conseguimento di una rete Internet aperta e neutrale
  • Le azioni svolte dall’UE per raggiungere gli obiettivi prefissati sulla neutralità della rete