3 minuti

 

 

EFFETTI, SCIOGLIMENTO, SEPARAZIONE, CONVALIDA

DEL MATRIMONIO CANONICO

APPENDICE

Sergio Benedetto Sabetta

Effetti

Gli effetti sono nell’ordine soprannaturale o per l’ordine giuridico, relativamente all’ordine giuridico essi riguardano i figli e i coniugi.

Tre sono gli effetti relativamente ai figli: soggezione alla patria potestà, obbligo dei coniugi di educare i figli, legittimità dei figli nati nel vincolo del matrimonio. I figli illegittimi a loro volta si distinguono in naturali e spuri, questi ultimi comprendono: adulterini, incestuosi e sacrileghi.

Gli effetti per i coniugi sono rispettivamente: indissolubilità del matrimonio, esclusività del rapporto carnale, comunione di vita, autorità maritale e partecipazione della donna allo stato del congiunto.

Scioglimento

In caso di matrimonio rato e consumato tra battezzati la sua indissolubilità è assoluta, non altrettanto quando manchi l’elemento della sacralità, essendo un semplice contratto tra infedeli o non sia stato consumato.

Matrimonio rato ma non consumato: può sciogliersi per solenne professione religiosa di uno dei coniugi, per grazia o dispensa pontificia, ove concorra una Giusta causa. Gli elementi necessari alla dispensa sono la in consumazione del matrimonio e la concorrente della giusta causa.

Matrimonio consumato ma non rato: I) – Privilegio “Paolino”, necessitano il verificarsi delle seguenti condizioni : matrimonio contratto tra due non battezzati, uno solo dei coniugi si converta, l’altro coniuge si rifiuti di convertirsi o in ogni caso tenti di fuorviare il neo convertito; II) – Privilegio “ Petrino” , necessitano le seguenti condizioni : matrimonio contratto tra un infedele e un battezzato fuori la Chiesa Cattolica, uno solo dei coniugi si converta, morale ossia impossibilità per causa grave del persistere del precedente matrimonio, esclusa ogni ragione di scandalo a causa della dispensa.

Separazione

La separazione dei coniugi può essere perpetua a causa di adulterio ( mediante sentenza) o temporanea per apostasia di uno dei coniugi, vita criminosa o ignobile di uno dei coniugi, minaccia alla sanità spirituale o corporale dell’altro, sevizie o maltrattamenti gravi, educazione acattolica alla prole di uno dei coniugi.

Convalidazione

Il matrimonio viziato di nullità può essere convalidato mediante coabitazione come fratello e sorella, istituzione del giudizio per la dichiarazione di nullità o convalidazione vera e propria :

Convalidatio simplex: invalidità causata da un impedimento dirimente, da mancanza o vizio del consenso o da difetto di forma.

Sanatio in radice: necessita che vi sia una invalidità di diritto canonico o di forma, consenso matrimoniale esistente, causa grave e urgente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *