Umbria: Un clic per controlli sulle discariche e gestione rifiuti
  • Abusivismo: omessa accettazione della nomina di custode giudiziario prosecuzione lavori reato ex art. 349 cod. pen.
  • TARES: Tassa sui rifiuti differita al 1° luglio 2013.
  • " /> Umbria: Un clic per controlli sulle discariche e gestione rifiuti
  • Abusivismo: omessa accettazione della nomina di custode giudiziario prosecuzione lavori reato ex art. 349 cod. pen.
  • TARES: Tassa sui rifiuti differita al 1° luglio 2013.
  • "/>
    You Are Here: Home » Giurisprudenza » RIFIUTI: Gestione illecita ed omessa vigilanza del titolare di impresa.

    RIFIUTI: Gestione illecita ed omessa vigilanza del titolare di impresa.

    RIFIUTI: Gestione illecita ed omessa vigilanza del titolare di impresa.
    RIFIUTI – Gestione illecita ed omessa vigilanza del titolare di impresa – Artt. 256 c.1 lett. a) e 260  D. L.vo n. 152/06.
    Il reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzata contenuto nell’art. 256 c.1 lett. a) D. L.vo n. 152/06, è ascrivibile (anche) al titolare dell’impresa sotto il profilo dell’omessa vigilanza sull’operato dei dipendenti che hanno posto in essere la condotta vietata (Cass., Sez. 3^ 25.5.2011 n. 23971, Graniero; idem, 18.5.2007 n. 2476, Sorce). Inoltre, si configura il reato di trasporto non autorizzato di rifiuti anche in caso di condotta occasionale in contrapposizione all’art. 260 del D.L.vo 152/06che punisce la condotta continuativa dell’attività illecita.
    (conferma ordinanza n. 287/2012 TRIB. LIBERTA’ di MILANO, del 03/12/2012 ) Pres. Gentile, Est. Grillo, Ric. Manti

    QR Code – Take this post Mobile!
    Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 1005

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1