Tagliando appena scaduto? Niente multa
  • Agenda digitale, Expo & Enit: nasce il registro digitale del turismo
  • INTERNET sotto attacco dalla “pirateria politica” con la scusa della “pirateria digitale”?
  • " /> Tagliando appena scaduto? Niente multa
  • Agenda digitale, Expo & Enit: nasce il registro digitale del turismo
  • INTERNET sotto attacco dalla “pirateria politica” con la scusa della “pirateria digitale”?
  • "/>
    You Are Here: Home » Enti Locali e P.A. » RC AUTO: contrassegno assicurativo su smartphone, tablet o qualsiasi altro dispositivo idoneo per il formato digitale.

    RC AUTO: contrassegno assicurativo su smartphone, tablet o qualsiasi altro dispositivo idoneo per il formato digitale.

    RC AUTO: contrassegno assicurativo su smartphone, tablet o qualsiasi altro dispositivo idoneo per il formato digitale.

    Si allarga la platea della verifica di documenti in formato elettronico: ad esempio negli aeroporti è possibile mostrare la carta di imbarco in formato digitale, negli alberghi le prenotazioni, ecc… . La novità è che da pochi giorni si può presentare in questa maniera anche il contrassegno assicurativo alle autorità che ne facciano richiesta.

    Dal 15 ottobre 2015 non è più obbligatorio esporre sul parabrezza il contrassegno assicurativo, mentre dal 2016, non serve più stampare i documenti RC Auto, basta lo smartphone, il tablet o qualsiasi altro dispositivo idoneo a verificare la documentazione inerente agli adempimenti assicurativi.

    Con una circolare del Ministero dell’Interno si chiarisce, ulteriormente, che il contrassegno assicurativo, in caso di controlli da parte delle Autorità, possa essere esibito anche in formato digitale tramite i device che ormai sono diventati familiari. Basta un pdf o altro formato idoneo alla verifica.

    Di questa novità si è parlato talmente poco che il Ministero dell’Interno pochi giorni fa ha diramato una nuova circolare (300/A/5931/16/106/15, 1 settembre 2016) per ricordare anche alle Forze di Polizia che si tratta di una possibilità reale per gli assicurati.

    Secondo l’articolo 180 del Codice della Strada, per poter circolare, un veicolo deve avere a bordo alcuni documenti, tra cui il certificato di assicurazione obbligatoria, nel quale viene indicato il periodo per il quale è stato pagato il premio e che attesta la presenza di una copertura assicurativa valida sul veicolo.

    Ciò che cambia in maniera concreta le cose è che gli assicurati ora potranno tenere una copia di questo importante documento sui propri dispositivi elettronici, cessando l’obbligo di conservarne una copia cartacea a bordo del veicolo assicurato.

    Quindi, ad esempio, al classico controllo di routine ad un posto di blocco, basterà mostrare agli agenti di Polizia la copia della propria Rc Auto salvata in digitale su smartphone o tablet. Se strettamente necessario ed adeguatamente motivato, il tagliando o il certificato assicurativo possono altresì essere esibiti accedendo al proprio account personale sulla pagina web della compagnia assicurativa.

    La progressiva dematerializzazione dei documenti prevede, in sintesi: l’assenza di alcun obbligo per gli assicurati di stampare il certificato o documenti ad esso connessi bastando il supporto digitale dello stesso. Ciò che è importante è che non sarà più legalmente applicabile la sanzione al conducente per mancato possesso dell’originale del certificato di assicurazione.

    QR Code – Take this post Mobile!
    Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 989

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1