Agenzia delle Entrate: Più web meno code, siglato l’accordo “elimina-code” con i commercialisti.
  • Studi di settore 2012: Agenzia delle Entrate novità sui modelli e sanzioni.
  • Oneri sociali e costo del lavoro
  • " /> Agenzia delle Entrate: Più web meno code, siglato l’accordo “elimina-code” con i commercialisti.
  • Studi di settore 2012: Agenzia delle Entrate novità sui modelli e sanzioni.
  • Oneri sociali e costo del lavoro
  • "/>
    You Are Here: Home » Dottrina » Diritto Tributario » Mediazione tributaria e semplificazione degli adempimenti, accordo tra Entrate e Consulenti del Lavoro.

    Mediazione tributaria e semplificazione degli adempimenti, accordo tra Entrate e Consulenti del Lavoro.

    Mediazione tributaria e semplificazione degli adempimenti, accordo tra Entrate e Consulenti del Lavoro.

    sicurezza sul lavoro

    Realizzare una proficua collaborazione nella gestione della mediazione per migliorare i rapporti tra i contribuenti e l’Amministrazione Finanziaria e, allo stesso tempo, semplificare gli adempimenti attraverso un centro di prenotazione per i consulenti del lavoro. Questo l’obiettivo dei due protocolli d’intesa siglati dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, e dal Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone.

    Mediazione: focus del primo accordo – L’accordo sottolinea l’impegno dei due organi a collaborare proficuamente nella gestione della mediazione tributaria, a realizzare un “osservatorio” sull’andamento della mediazione e a organizzare incontri periodici nell’ambito di un confronto costruttivo per risolvere eventuali criticità. L’Agenzia si impegna, in particolare, a esaminare tutte le istanze in modo approfondito, a segnalare tempestivamente l’eventuale improponibilità dell’istanza e a concedere, se necessario, la sospensione per evitare che l’attivazione del procedimento amministrativo provochi danni patrimoniali al contribuente. Al contempo, l’ordine dei Consulenti del lavoro si impegna a sensibilizzare i propri iscritti sul carattere preventivo e obbligatorio della mediazione, sulla necessità di fornire all’Amministrazione i recapiti necessari a garantire un rapido scambio di comunicazioni, oltre che a lavorare insieme all’Agenzia in modo collaborativo per arrivare in tempi rapidi a una definizione del procedimento che sia in linea con i principi sanciti dallo Statuto del Contribuente.

    Meno code, meno costi – La via preferenziale di prenotazione per i consulenti del lavoro che riduce concretamente il flusso di contribuenti che si recano presso gli uffici territoriali è subordinata alla mancata risposta, entro un massimo di 10 giorni lavorativi, alle richieste di assistenza e di riesame in autotutela pervenute tramite la Pec e Civis. Inoltre, il centro di prenotazione dedicato offrirà la possibilità ai consulenti del lavoro di fissare un appuntamento per le questioni non risolvibili tramite Civis e Pec o gli altri servizi telematici. Appositi protocolli d’intesa siglati tra le Direzioni regionali delle Entrate e i Consigli provinciali dell’Ordine dei consulenti del lavoro daranno poi attuazione agli impegni previsti dall’accordo.

    Comunicato stampa AdE

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 944

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1