CORTE DEI CONTI: Depositata la relazione 2012 sul COSTO DEL LAVORO PUBBLICO (art.60 d.l.vo n.165/2001)
  • Buon compleanno al Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Una norma in continua evoluzione.
  • P.A.: incarico a professionista esterno la Corte dei Conti condanna il sindaco e il dirigente al pagamento di 170 mila euro.
  • " /> CORTE DEI CONTI: Depositata la relazione 2012 sul COSTO DEL LAVORO PUBBLICO (art.60 d.l.vo n.165/2001)
  • Buon compleanno al Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Una norma in continua evoluzione.
  • P.A.: incarico a professionista esterno la Corte dei Conti condanna il sindaco e il dirigente al pagamento di 170 mila euro.
  • "/>
    You Are Here: Home » Notizie » LAVORO: CONFERIMENTO INCARICO DI LAVORO AUTONOMO IN MATERIA DI AUDIT EX D.LGS. 231/2001.

    LAVORO: CONFERIMENTO INCARICO DI LAVORO AUTONOMO IN MATERIA DI AUDIT EX D.LGS. 231/2001.

    LAVORO: CONFERIMENTO INCARICO DI LAVORO AUTONOMO IN MATERIA DI AUDIT EX D.LGS. 231/2001.

    INFORMATIVA PER LA RACCOLTA DI CURRICULA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO IN MATERIA DI AUDIT EX D.LGS. 231/2001

    L’Organismo di Vigilanza di ACSEL S.p.A., ha necessità di avviare un Audit in materia di d. lgs. 8 giugno 2001 n. 231 con riguardo all’analisi dei rischi di reati ambientali (art. 25-undecies del cit. d. lgs.).
    L’incarico si sostanzia in:

    • Verifica e controllo dell’assetto delle regole aziendali in materia di reati ambientali;
    • Monitoraggio e verifica dell’effettivo rispetto delle procedure per la prevenzione dei suddetti;
    • Verifica e controllo circa la individuazione e la gestione dei rischi di processo da parte delle aree “sensibili”;
    • Analisi delle risultanze;
    • Formalizzazione evidenze e raccomandazioni.

    All’azienda deve essere consegnato un rapporto chiaro e completo su tutte le fasi dell’audit che consenta di implementare, nel rispetto del principio di continuità, le procedure interne volte a prevenire i rischi di reato in materia ambientale.

    Requisiti soggettivi del candidato richiesti:

    • Laurea magistrale o equipollente;
    • Esperienza specifica in materia di procedure di prevenzione dei reati ambientali;
    • Conoscenza ed esperienza in materia di applicazione del d. lgs. 231/2001.

    E’ fatta espressa richiesta al candidato di specificare chiaramente nel CV le esperienze maturate negli ambiti di cui sopra.

    La remunerazione prevista per l’incarico è di € 10.000 (diecimila) più IVA.

    Gli interessati potranno trasmettere il proprio curriculum vitae entro e non oltre il 27 marzo 2017 ore 12.30 specificando nell’oggetto l’ambito di interesse e autorizzando il trattamento dei dati personali ai sensi D.Lgs. 196/2003 sulla Privacy, al seguente indirizzo e-mail: acselspa@legpec.it

    L’Organismo di Vigilanza, una volta proceduto all’esame dei curricula pervenuti, procederà alla pubblicazione dell’esito delle valutazioni sul sito aziendale.

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 944

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1