L’azione di esecuzione del giudicato è proponibile anche contro un soggetto privato " /> L’azione di esecuzione del giudicato è proponibile anche contro un soggetto privato "/>
You Are Here: Home » Notizie » Giudicato e rapporti di durata

Giudicato e rapporti di durata

Di Stefano Nespor. Qual è l’effetto di una sentenza passata in giudicato nei rapporti contrattuali di durata e specificatamente nel rapporto di lavoro?
Per esempio, se passa in giudicato una sentenza che stabilisce il diritto di un dipendente di ricevere un determinato trattamento supplementare collegato allo svolgimento della sua attività, può il datore di lavoro abolire il trattamento in un momento successivo, e quindi per il futuro?
È una questione che ha ricevuto risposte non sempre univoche, ma ormai la giurisprudenza sembra essersi consolidata nell’affermare il principio che nei rapporti di durata l’autorità della cosa giudicata che accerta una fattispecie attuale ma con conseguenze destinate ad esplicarsi anche per il futuro e cioè per tutta la durata del rapporto preso in considerazione trova il solo limite di un fatto sopravvenuto o di una nuova norma giuridica che muti il contenuto sostanziale del rapporto o ne modifichi le regole.
In questo senso si è pronunciato il Consiglio di Stato, sez.III, 16\2\2012 n.806, uniformandosi a quanto in precedenza stabilito da Cass., sez.III, 6\12\2007 n.25454.

QR Code – Take this post Mobile!
Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

Info sul autore

avvocato in Milano direttore della Rivista giuiridica dell'ambiente direttore del settore pubblico della Rivista critica di diritto del lavoro nespor@gaslex.it

Articoli Scritti : 33

Lascia un comment

 

© AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

Torna in cima
UA-31664323-1