PROCEDURA PENALE – Diritto Urbanistico: Presupposti per il sequestro preventivo dell’opera abusiva ultimata.
  • Giudizio per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato vertente fra l’ex Presidente del Consiglio dei ministri (Berlusconi) e il Tribunale ordinario penale di Milano.
  • Procedura penale – GIUDICE DEL RIESAME: competenza e ambito di operatività procedurale.
  • " /> PROCEDURA PENALE – Diritto Urbanistico: Presupposti per il sequestro preventivo dell’opera abusiva ultimata.
  • Giudizio per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato vertente fra l’ex Presidente del Consiglio dei ministri (Berlusconi) e il Tribunale ordinario penale di Milano.
  • Procedura penale – GIUDICE DEL RIESAME: competenza e ambito di operatività procedurale.
  • "/>
    You Are Here: Home » Giurisprudenza » DIRITTO PROCESSUALE PENALE: Giudizio d’appello, rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale.

    DIRITTO PROCESSUALE PENALE: Giudizio d’appello, rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale.

    DIRITTO PROCESSUALE PENALE: Giudizio d’appello, rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale.
    DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Giudizio d’appello – Rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale – Valutazione del giudice di merito – Art. 603, c.1, c.p.p. – Giudizio di legittimità –  Controllo sulla motivazione – Limiti.
     
    Nel giudizio d’appello, la rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale, prevista dall’art. 603, comma primo, c.p.p., è subordinata alla verifica dell’incompletezza dell’indagine dibattimentale e alla conseguente constatazione del giudice di non poter decidere allo stato degli atti senza una rinnovazione istruttoria, e tale accertamento è rimesso alla valutazione del giudice di merito, ed è incensurabile in sede di legittimità, se correttamente motivata. Mentre nel giudizio di legittimità – in sede di controllo sulla motivazione – la verifica non può concretarsi nella rilettura degli elementi di fatto, posti a fondamento della decisione o nell’autonoma adozione di nuovi e diversi parametri di ricostruzione e valutazione dei fatti, preferiti a quelli adottati dal giudice di merito, perché ritenuti maggiormente plausibili.

    (conferma sentenza n. 3472/2011 CORTE APPELLO di TORINO, del 07/12/2011) Pres. Fiale Est. Rosi Ric. Ruffatti
     
    DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Sentenze di primo e secondo grado – Struttura motivazionale unica. 
    In materia di diritto processuale penale, quando le sentenze di primo e secondo grado concordino nell’analisi e nella valutazione degli elementi di prova posti a fondamento delle rispettive decisioni, la struttura motivazionale della sentenza di appello si salda con quella precedente (Cass. Sez. 4, n. 15227 del 14/0R/2008).

    (conferma sentenza n. 3472/2011 CORTE APPELLO di TORINO, del 07/12/2011) Pres. Fiale Est. Rosi Ric. Ruffatti

    QR Code – Take this post Mobile!
    Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 1008

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1