CORTE DEI CONTI: Depositata la relazione 2012 sul COSTO DEL LAVORO PUBBLICO (art.60 d.l.vo n.165/2001) " /> CORTE DEI CONTI: Depositata la relazione 2012 sul COSTO DEL LAVORO PUBBLICO (art.60 d.l.vo n.165/2001) "/>
You Are Here: Home » Normativa » Nazionale » D.M. 22/05/2012: Estinzione dei crediti con la P.A. mediante assegnazione di titoli di Stato

D.M. 22/05/2012: Estinzione dei crediti con la P.A. mediante assegnazione di titoli di Stato

D.M. 22/05/2012: Estinzione dei crediti con la P.A. mediante assegnazione di titoli di Stato

Titoli di StatoIl decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, recante «Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitivita’» (cd. “Decreto Sviluppo”), al fine di accelerare il pagamento dei crediti commerciali connessi all’acquisto di servizi e forniture da parte della P.A., ne ha previsto, all’art. 35, c. 1, lett. b), la possibilità di estinzione mediante assegnazione di titoli di Stato.

Sulla Gazzetta Ufficiale del 21 giugno 2012, n. 143 è stato pubblicato il Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 22 maggio 2012 che ha definito le modalità di attuazione della norma.

I soggetti titolari dei crediti connessi a transazioni commerciali relative alla fornitura di beni e servizi, il cui ammontare, al netto degli interessi, non risulta complessivamente inferiore ad euro 1.000, che intendono avvalersi della facolta’ prevista dalla lettera b), comma 1 dell’art. 35 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, possono richiedere, con apposita domanda, da indirizzare all’Amministrazione statale che ha usufruito della fornitura ed ha assunto il relativo impegno contabile, l’estinzione dei crediti stessi mediante l’assegnazione di titoli di Stato. In caso di fusione la domanda deve essere presentata dalla societa’ incorporante o risultante dalla fusione.

Ai fini della determinazione del limite di 1000 euro, nella domanda di assegnazione dei titoli si deve far riferimento all’importo del credito al netto di eventuali rimborsi o compensazioni parziali o totali, eventualmente gia’ ottenuti o effettuate. Le domande, redatte sui modelli scaricabili dal sito internet http://www.mef.gov.it/, http://www.dt.tesoro.it/it/, http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/ devono essere presentate entro il 28 giugno 2012, mediante la consegna agli uffici competenti del Ministero debitore, che ne rilasciano ricevuta, ovvero inviate mediante raccomandata con avviso di ricevimento. In quest’ultimo caso si considera come data di presentazione quella di spedizione.

Ai creditori verranno assegnati speciali Certificati di credito del Tesoro con decorrenza 1° novembre 2012 e scadenza 1° novembre 2016, con taglio minimo di 1.000 euro, a tasso d’interesse fisso pagabile in rate semestrali posticipate, che verra’ determinato con il decreto di emissione dei predetti Certificati di credito, secondo le condizioni di mercato alla data di emanazione del medesimo.

QR Code – Take this post Mobile!
Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

Info sul autore

Articoli Scritti : 32

Lascia un comment

 

© AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

Torna in cima
UA-31664323-1