Consiglio dei Ministri: Semplificazioni per cittadini e imprese e strategia energetica nazionale
  • Consiglio dei Ministri: convocazione per IMU e lavoro.
  • CONSIGLIO DEI MINISTRI: Ponte sullo stretto di Messina, zone colpite dal sisma e impugnazione di leggi dinanzi alla Corte Costituzionale.
  • " /> Consiglio dei Ministri: Semplificazioni per cittadini e imprese e strategia energetica nazionale
  • Consiglio dei Ministri: convocazione per IMU e lavoro.
  • CONSIGLIO DEI MINISTRI: Ponte sullo stretto di Messina, zone colpite dal sisma e impugnazione di leggi dinanzi alla Corte Costituzionale.
  • "/>
    You Are Here: Home » Notizie » Consiglio dei Ministri: delibera su famiglie, imprese, lavoratori, IMU…

    Consiglio dei Ministri: delibera su famiglie, imprese, lavoratori, IMU…

    Consiglio dei Ministri: delibera su famiglie, imprese, lavoratori, IMU…

    Il Consiglio dei ministri, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Enrico Letta, e Segretario il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Filippo Patroni Griffi, ha espresso, in apertura, solidarietà al ministro per l’Integrazione, Cécile Kyenge Kashetu, per le iniziative ingiuriose e minacciose di un movimento politico nei suoi confronti in varie località italiane.

    Il Consiglio dei ministri ha poi approvato il decreto che prevede l’eliminazione degli stipendi del Presidente del consiglio, dei ministri, viceministri e sottosegretari che siano membri del Parlamento e che contiene interventi di emergenza in materia di casa e lavoro.

    I destinatari di questo intervento d’urgenza sono:

    • famiglie;
    • imprese;
    • lavoratori disagiati.

    È il primo provvedimento che attua quanto annunciato dal Presidente del Consiglio nelle dichiarazioni programmatiche rese alle Camere e sulle quali l’esecutivo ha ottenuto il voto di fiducia. Inoltre, queste misure fanno seguito all’importante intervento a favore delle imprese rappresentato dallo sblocco dei pagamenti da parte delle Pubbliche amministrazioni, deciso dal precedente governo e appena approvato dal Parlamento.

    Imu

    Il governo procederà a una riforma complessiva della disciplina dell’imposizione fiscale sul patrimonio immobiliare che innoverà anche la tassazione sul reddito d’impresa, prevedendo forme di deducibilità dell’Imu su capannoni o fabbricati industriali. Nella nuova disciplina sarà ricompreso anche il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi.

    Il governo ha stabilito la sospensione del pagamento della prima rata Imu sulla prima casa, sulle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli Iacp, i terreni e i fabbricati rurali.

    Sono escluse dalla sospensione del versamento le abitazioni di tipo signorile, le ville, i castelli o i palazzi di pregio storico o artistico.

    Clausola di salvaguardia. La riforma dovrà essere attuata nel rispetto degli obiettivi programmatici indicati nel Documento di economia e finanza 2013 come risultante dalle relative risoluzioni parlamentari e, in ogni caso, in coerenza con gli impegni assunti dall’Italia in ambito europeo, entro la data del 31 agosto 2013.

    Il Consiglio dei ministri ha dato mandato al Ministro dell’economia e delle finanze di illustrare alla Commissione europea le misure adottate dall’Italia per assicurare il pieno rispetto degli obiettivi programmatici contenuti nel Documento di economia e finanza approvato dal Parlamento.

    Ammortizzatori sociali in deroga

    Il Consiglio dei ministri ha deciso l’ulteriore finanziamento dello strumento della Cassa integrazione in deroga. La CIG, infatti, è già stata finanziata dalla legge 92 del 2012 per 990 milioni di euro. Per far fronte all’emergenza occupazionale il governo ha stanziato una cifra di 1 miliardo di euro. Inoltre, con questo intervento si sbloccano le risorse per i contratti di solidarietà.

    Monitoraggio. Il decreto avvia un monitoraggio volto ad assicurare un uso ottimale delle risorse disponibili e finalizzato alla revisione strumentale del sistema degli ammortizzatori sociali da realizzare attraverso il dialogo con le parti sociali e con le autonomie.

    Precari della Pubblica amministrazione

    Sono prorogati al 31 dicembre 2013 gli strumenti giuridici per consentire alle Pubbliche amministrazioni, nell’ambito della legislazione vigente, di avvalersi di lavoratori a tempo determinato per garantire servizi essenziali.

    ***

    Il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, Gianpiero D’Alia, ha illustrato lo stato di attuazione del decreto legge n. 95 del 2012 (il cosiddetto spending review). Completata per gran parte delle amministrazioni centrali la prima fase di riduzione delle dotazioni organiche, è ora necessario procedere con i successivi provvedimenti di attuazione del programma normativo. Il Ministro D’Alia ha precisato che in questa prospettiva è innanzitutto fondamentale intervenire rapidamente sugli assetti organizzativi per uniformare il numero delle strutture dirigenziali al numero dei posti ridotti in dotazione organica. Con questo intervento sugli apparati amministrativi si renderanno effettivi gli obiettivi di riduzione e contenimento dei costi della macchina amministrativa che si andranno ad aggiungere a quelli di riduzione della spesa di personale scaturenti dal taglio dei posti in pianta organica.

    ***

    Su proposta del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Andrea Orlando, il Consiglio ha approvato il Piano di gestione del bacino idrografico del distretto idrografico della Sardegna, sul quale è stata sentita anche la Conferenza Stato-Regioni. Il Piano dà conto, oltre che degli elementi cartografici, delle autorità competenti, di referenti e procedure per ottenere informazioni, dei programmi di monitoraggio delle acque, delle indagini relative alla presenza di sostanze pericolose.

    ***

    In considerazione dell’avvenuto accertamento di forme di condizionamento della vita amministrativa da parte della criminalità organizzata, il Consiglio ha deciso lo scioglimento del comune di San Luca (Reggio Calabria).

    ***

    Il Consiglio ha poi deliberato:

    su proposta del Presidente del Consiglio e tenuto conto che sono stati acquisiti i pareri favorevoli delle Commissioni parlamentari competenti, la nomina a Presidente della SIAE del maestro Gino PAOLI, designato dall’Assemblea della Società;

    su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze il dottor Daniele FRANCO è stato nominato Ragioniere generale dello Stato. Il dottor Franco, Direttore centrale dell’area ricerca economica e relazioni internazionali della Banca d’Italia, ha ricoperto l’incarico di Capo del Servizio studi della Banca d’Italia. Ha presieduto dal 1999 al 2007 il Gruppo di lavoro di finanza pubblica del Sistema Europeo di Banche Centrali. È autore di numerose pubblicazioni in materia di finanza pubblica e politiche di bilancio. Il Consiglio ha espresso un sentito ringraziamento al Ragioniere generale dello Stato, Mario Canzio, che ha servito le Istituzioni per 41 anni e negli ultimi 8 ha esercitato un ruolo di altissima responsabilità con diversi governi, dimostrando assoluta imparzialità e contribuendo ad assicurare la tenuta dei conti pubblici.

    ***

    Il presidente del Consiglio ha comunicato la nomina di Marco MINNITI a sottosegretario alla Presidenza in qualità di autorità delegata per la sicurezza della Repubblica, ai sensi dell’articolo 3 della legge 3 agosto 2007, n. 124.

    ***

    Su proposta del Ministro della difesa, Mario Mauro, è stato approvato il conferimento dell’incarico di Vice Comandante generale dell’Arma dei Carabinieri al generale di Corpo d’armata Antonio GIRONE; inoltre l’ammiraglio ispettore del Corpo delle capitanerie di porto Felicio ANGRISANO è stato promosso ammiraglio ispettore capo e il generale di divisione dell’Arma aeronautica Gabriele SALVESTRONI è stato promosso generale di squadra aerea.

    ***

    Il presidente del Consiglio ha comunicato la nomina del ministro plenipotenziario Armando VARRICCHIO a suo consigliere diplomatico.

    ***

    Il Consiglio dei ministri ha rinviato l’esame del disegno di legge di ratifica ed esecuzione della convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza domestica, fatta a Istanbul l’11 maggio 2011.

    ***

    Il Consiglio dei Ministri ha infine esaminato venti leggi regionali su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie ed ha deliberato l’impugnativa delle seguenti leggi:

    Legge Regione Liguria n. 4 del 18/03/2013 “Modifiche e integrazioni alla legge regionale 7 febbraio 2008, n. 1 (Misure per la salvaguardia e la valorizzazione degli alberghi e disposizioni relative alla disciplina e alla programmazione dell’offerta turistico-ricettiva negli strumenti urbanistici comunali) e ulteriori disposizioni in materia di alberghi”, in quanto contiene disposizioni in contrasto con i principi statali in materia di “governo del territorio” e pertanto violano l’art. 117, terzo comma, della Costituzione;

    Legge Regione Trentino Alto Adige n. 2 del 18/03/2013 “ Modifiche alla legge regionale 27 novembre 1993, n. 19 (indennità regionale a favore dei lavoratori disoccupati inseriti nelle liste provinciali di mobilità e disposizioni in materia di previdenza integrativa) e successive modifiche e alla legge regionale 27 febbraio 1997, n. 3 concernente interventi di previdenza integrativa a sostegno dei fondi pensione a base territoriale regionale) e successive modifiche”, in quanto contiene disposizioni prive in contrasto con il principio dell’obbligo di copertura finanziaria di cui all’art. 81, quarto comma, della Costituzione.

    Legge Provincia di Trento n. 4 del 27/03/2013 “ Modificazioni della legge provinciale sulle foreste e sulla protezione della natura, di disposizioni in materia urbanistica, del testo unico provinciale sulla tutela dell’ambiente dagli inquinamenti e della legge finanziaria provinciale 2013”, in quanto contiene disposizioni in materia di trattamento dei rifiuti in contrasto con l’art. 117, secondo comma, lett. s), della Costituzione che riserva allo Stato la materia della “tutela dell’ambiente”.

    Il Consiglio ha deliberato, inoltre, la rinuncia totale all’impugnativa, della:

    • legge della Regione Toscana n. 77 del 27/12/2012 recante “Legge finanziaria per l’anno 2013”.

    La rinuncia è stata deliberata dal Consiglio dei ministri a seguito della modifica delle norme regionali precedentemente impugnate.

    Infine il Consiglio ha deliberato di non impugnare le seguenti leggi:

    1. Legge Regione Liguria n. 9 del 25/03/2013 “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 22 gennaio 1999, n. 4 (Norme in materia di foreste e di assetto idrogeologico).”
    2. Legge Regione Calabria n. 6 del 21/03/2013 “Modifiche alla legge regionale 13 dicembre 2012, n. 63 (Ridefinizione assetto giuridico della Fondazione Campanella).”
    3. Legge Regione Calabria n. 7 del 21/03/2013 “Integrazione alla legge regionale 27 dicembre 2012, n. 69.
    4. Legge Regione Calabria n. 8 del 21/03/2013 “Modifiche alle leggi regionali 10/2003 e 69/2012.”
    5. Legge Regione Calabria n. 9 del 21/03/2013 “Modifiche alla legge regionale 4 dicembre 2012, n. 62 (Istituzione di Ecomusei in Calabria)“.
    6. Legge Regione Calabria n. 10 del 21/03/2013 “Disciplina transitoria per l’erogazione dei finanziamenti agli Enti utilizzatori di soggetti impegnati in attività socialmente Utili e di pubblica utilità.”
    7. Legge Regione Calabria n. 11 del 21/03/2013 “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 15 febbraio 2013, n. 5.
    8. Legge Regione Piemonte n. 4 del 28/03/2013 “Ulteriore proroga dell’autorizzazione all’esercizio provvisorio del bilancio delle Regione Piemonte per l’anno 2013.”
    9. Legge Regione Sardegna n. 6 del 22/03/2013 “Proroga dell’autorizzazione all’esercizio provvisorio del bilancio della Regione per l’anno 2013.
    10. Legge Regione Emilia Romagna n. 2 del 29/03/2013 “Disposizioni in materia finanziaria e tributaria. Modifiche alle leggi regionali n. 21 del 2012, n. 15 del 2012 e n. 13 del 2007.
    11. Legge Regione Emilia Romagna n. 3 del 29/03/2013 “Modifiche ed integrazioni alla legge Regionale 17 febbraio 2005, n. 5 (norme a Tutela del benessere animale).”
    12. Legge Regione Toscana n. 11 del 29/03/2013 “Modifiche alla legge regionale 5 novembre 2009 n. 64 (Disciplina delle funzioni amministrative in materia di progettazione, costruzione ed esercizio degli sbarramenti di ritenuta e dei relativi bacini di accumulo.
    13. Legge Regione Campania n. 4 del 28/03/2013 “Proroga dell’autorizzazione all’esercizio provvisorio del bilancio di previsione della regione Campania per l’anno finanziario 2013.
    14. Legge Provincia di Trento n. 5 del 28/03/2013 “Controllo sull’attuazione delle leggi provinciali e valutazione degli effetti delle politiche pubbliche. Modificazioni e razionalizzazione delle leggi provinciali che prevedono obblighi in materia.”
    15. Legge Regione Abruzzo n. 18 del 25/03/2013 “Interventi per favorire lo sviluppo della mobilità ciclistica.
    16. Legge Regione Liguria n. 10 del 28/03/2013 “Modifiche alla legge regionale 6 novembre 2012, n.35 (Disciplina degli orari, dei turni e delle ferie delle farmacie).
    17. Legge Regione Sardegna n. 7 del 29/03/2013 “Disposizioni concernenti la Carbosulcis Spa.”

    QR Code – Take this post Mobile!
    Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 1022

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1