Bocciato il piano dell’Ilva di risanamento degli impianti inquinanti.
  • Corte di Giustizia UE: la VAS è necessaria anche per i piani o programmi non obbligatori ed anche in caso di abrogazione totale o parziale di un piano o programma
  • Piani Cave: negli atti complessi ineguali le modifiche dell’organo che approva il piano devono essere nuovamente sottoposte all’ente che lo ha adottato.
  • " /> Bocciato il piano dell’Ilva di risanamento degli impianti inquinanti.
  • Corte di Giustizia UE: la VAS è necessaria anche per i piani o programmi non obbligatori ed anche in caso di abrogazione totale o parziale di un piano o programma
  • Piani Cave: negli atti complessi ineguali le modifiche dell’organo che approva il piano devono essere nuovamente sottoposte all’ente che lo ha adottato.
  • "/>
    You Are Here: Home » Giurisprudenza » Europea » Conservazione degli habitat naturali: valutazione dell’incidenza di un piano o di un progetto su un sito protetto.

    Conservazione degli habitat naturali: valutazione dell’incidenza di un piano o di un progetto su un sito protetto.

    Conservazione degli habitat naturali: valutazione dell’incidenza di un piano o di un progetto su un sito protetto.
    CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.3^, 11/04/2013, Sentenza C-258/11

    AREE PROTETTE – FAUNA E FLORA – Conservazione degli habitat naturali – Zone speciali di conservazione – Valutazione dell’incidenza di un piano o di un progetto su un sito protetto – Criteri da applicare per la valutazione della probabilità che un tale piano o progetto pregiudichi l’integrità del sito interessato – Sito di Lough Corrib – Progetto di circonvallazione N6 della città di Galway – Art.6 Dir. 92/43/CEE.
    L’articolo 6, paragrafo 3, della direttiva 92/43/CEE del Consiglio, del 21 maggio 1992, relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche, deve essere interpretato nel senso che un piano o un progetto non direttamente connesso o necessario alla gestione di un sito pregiudicherà l’integrità di tale sito se è atto a impedire il mantenimento sostenibile delle caratteristiche costitutive dello stesso, connesse alla presenza di un habitat naturale prioritario, per conservare il quale, il sito in questione è stato designato nell’elenco dei siti di importanza comunitaria conformemente alla suddetta direttiva. Ai fini di tale valutazione occorre applicare il principio di precauzione.

    Pres. Silva de Lapuerta, Rel. Arestis
    Vedi liberamente il testo completo su www.ambientediritto.it

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 928

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1