AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.1/2017 ANNO XVII.
  • AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.2/2017 ANNO XVII.
  • AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.16/2017 ANNO XVI.
  • " /> AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.1/2017 ANNO XVII.
  • AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.2/2017 ANNO XVII.
  • AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.16/2017 ANNO XVI.
  • "/>
    You Are Here: Home » Notizie » AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.22/2017 ANNO XVII.

    AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.22/2017 ANNO XVII.

    AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.22/2017 ANNO XVII.

    AmbienteDiritto.it     Rivista Giuridica on line – ISSN 1974-9562

       Newsletter del 10 luglio 2017 n.22 – ANNO XVII n. 22/2017

    Seguici su:    

     Giurisprudenza 

    * ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Acque pubbliche – Giurisdizione del TSAP – Provvedimenti amministrativi incidenti in maniera diretta e immediata sul regime delle acque – Fattispecie: valutazione della sussistenza del vincolo di tutela – Giurisdizione del giudice amministrativo. CONSIGLIO DI STATO – 30 giugno 2017

    * ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Autorizzazione provvisoria agli scarichi – Art. 124 d. lgs. n. 152/2006 – Regione Sardegna – Direttive approvate con deliberazione della Giunta regionale n. 75/15 del 30/12/2008 – Diversa indicazione della Provincia territorialmente competente – Effetti – AMBIENTE IN GENERE – Procedimenti amministrativi in cui il rilascio di autorizzazioni è subordinato ad accertamenti tecnici di natura vincolata – Artt. 2 , 3 ter e 3 quinquies d.lgs. n. 152/2006 – Applicazione – Limiti. TAR SARDEGNA – 3 luglio 2017

    * APPALTI – Componenti della commissione – Art. 77, c. 4 d.lgs. n. 50/2016 – Preventiva redazione dell’avviso pubblico di indizione della gara – Incompatibilità – Cd. virgin mind – Ratio. TAR PUGLIA, Lecce – 29 giugno 2017

    * APPALTI – Fonti della procedura – Chiarimenti della stazione appaltante – Natura e limiti – Principio di equivalenza – Ammissione di prodotti aventi specifiche tecniche equivalenti a quelle richieste – Favor partecipationis. TAR VENETO – 3 luglio 2017

    * APPALTI – Gare da aggiudicarsi con il criterio del prezzo più basso – Caratteristiche tecniche dei beni oggetto di fornitura – Requisiti minimi – Criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa – Requisiti minimi inderogabili – Possibilità di offerte migliorative. TAR SICILIA, Palermo – 27 giugno 2017

    * APPALTI – Offerta anomala – Fissazione di un termine per la presentazione delle giustificazioni – Art. 97 d.lgs. n. 50/2016 – Mancata o tardiva produzione – Effetti – Punto di equilibrio tra tutela del contraddittorio e garanzia di celerità ed efficienza. TAR SARDEGNA – 26 giugno 2017

    * APPALTI – Offerta anomala – Giudizio sulla congruità dell’offerta – Responsabilità della stazione appaltante –Svolgimento in via sostitutiva da parte del giudice – Esclusione – Commissione di gara – Giudizio – Attribuzione del valore medio – Verbalizzazione del punteggio attribuito dai singoli commissari – Non è necessaria. TAR LOMBARDIA, Milano – 22 giugno 2017

    * APPALTI – Offerta economica – Discostamento di un singolo prezzo da quello minimo prescritto dal bando – Automatica esclusione – Inconfigurabilità – Istituto del soccorso istruttorio. CONSIGLIO DI STATO – 19 giugno 2017

    * APPALTI – Offerta economicamente più vantaggiosa – Valutazioni tecniche della commissione di gara – Ampia discrezionalità – Sindacato del giudice amministrativo – Limiti. TAR CALABRIA, Reggio Calabria – 30 giugno 2017

    * APPALTI – Offerte – Limite di lunghezza – Violazione – Esclusione – Illegittimità. TAR PUGLIA, Bari – 22 giugno 2017

    ASSOCIAZIONI E COMITATI – LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE – Associazioni – Costituzione in giudizio – Riconoscimento ministeriale – Necessità – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Processo penale – Finalità di tutela degli interessi lesi dal reato – Esercizio dei diritti e delle facoltà attribuiti alla persona offesa dal reato – Limiti – Art. 91 cod. proc. pen.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.28071

    DIRITTO PROCESSUALE PENALE – AVVOCATI – Legittimo impedimento dovuto a concomitante impegno professionale – Istanza di rinvio – Condizioni – Difensore di fiducia – Rigetto – Prossimità del termine di prescrizione – Art. 420 ter, c.5, cod. proc. pen. – Fattispecie. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 Sentenza n.30191

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Annullamento giurisdizionale del vincolo preordinato all’esproprio – Applicazione del regime delle c.d. zone bianche – Illegittimità – Equiparazione all’ipotesi di decadenza del vincolo – Esclusione. TAR SICILIA, Catania – 4 luglio 2017

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Esecuzione di un’opera – Doveri e responsabilità del committente e dell’esecutore – Artt. 29, 31 e 44 d.P.R. 380/01 – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Bellezze naturali e zone di “elevata naturalità” – Divieto di distruzione o di alterazione mediante costruzioni, demolizioni, o in qualsiasi altro modo – Riferimento alla “speciale protezione dell’autorità” – Piano Territoriale Paesistico Regionale – Natura dell’art. 734 c.p. – Artt.157 e 181 c.1 bis lett. A) e B) D.Lgs n.42/2004 – Concorso nel reato del progettista – Presupposti – Mera redazione del progetto – Nesso di causalità tra la redazione del progetto e l’attività di attuazione dello stesso – Esclusione – TUTELA DELL’AMBIENTE – La materia urbanistica rientra nella tutela dell’ambiente – Ordinato sviluppo del territorio sotto il profilo urbanistico ed edilizio – Responsabilità per il reato urbanistico e per la contravvenzione di cui all’art. 734 cod. pen. – LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE – Interessi delle associazioni di tutela ambientale in relazione a violazione edilizia e abuso di ufficio – Sussiste – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Non conformità dell’atto amministrativo alla normativa o conseguenza di attività criminosa – Rilevabilità – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Valutazione del giudice penale sulla legittimità dell’atto amministrativo – Giudicato amministrativo – Effetti – Limiti. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2017 Sentenza n.31282

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Ipotesi di esenzione dall’obbligo di versamento del contributo di costruzione – Cause di forza maggiore – Limiti – Art. 17, c. 3, lett. d) d.P.R. n. 380/2001. TAR LOMBARDIA, Milano – 12 giugno 2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Opere realizzabili mediante CILA – Mancata presentazione della comunicazione – Assoggettabilità alla sola sanzione pecuniaria. TAR CAMPANIA, Salerno – 26 giugno 2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Regione Lombardia – Cessione perequativa e cessione compensativa – Differenza – L.r. Lombardia n. 12/05. TAR LOMBARDIA, Milano – 30 giugno 2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Varianti essenziali e varianti leggere – Artt. 31 e 32 d.P.R. n. 380/2001 – Differenza – Istanza per la realizzazione di varianti essenziali – Opera diversa rispetto a quella inizialmente assentita. TAR LOMBARDIA, Milano – 26 giugno 2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Adozione del piano particolareggiato – Discrezionalità dell’amministrazione comunale – Rapporti tra il piano attuativo e gli strumenti urbanistici di livello superiore – Volumetria assentibile – Integrale coincidenza tra lo strumento attuativo e il RU – Non è necessaria. TAR TOSCANA – 5 luglio 2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Interventi di demolizione e ricostruzione dell’organismo edilizio preesistente – Nozione di ristrutturazione edilizia – DIA e permesso di costruire solo in caso di “nuova costruzione” necessità – Artt.3, 30, 32, 44 lett.c) e 72 DPR 380/2001 – Attività demolitoria-ricostruttiva – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Ruderi – Disciplina applicabile – Immobili sottoposti a vincoli – Preesistente “consistenza” – Riscontri documentali o altri elementi certi e verificabili – Obbligo di rispettare la precedente sagoma – Interventi eseguiti in zona vincolata – Regime semplificato della s.c.i.a. – Presupposti – Accertamento dell’esistenza dei connotati essenziali dell’edificio preesistente (pareti, solai tetti) o la preesistente consistenza dell’immobile in base a riscontri documentali – Rispetto sagoma ed elementi della precedente struttura – Art. 181, D.L.vo n.42/2004. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2017

    * INQUINAMENTO ACUSTICO – CONDOMINIO – Attività rumorosa determinata dall’esercizio commerciale – Grave pregiudizio per la quiete pubblica e per il riposo delle persone – Accertamento testimoniale e documentale – Inottemperanza all’ordinanza sindacale che vietava di diffondere musica dopo le ore 24 – RUMORE – Disturbo al riposo o alle occupazioni – Natura di reato di pericolo concreto – Effettiva idoneità della condotta – Semplice dichiarazioni dei soggetti disturbati – Giurisprudenza – Esercizio di professione o mestiere rumoroso – Contravvenzioni concernenti l’ordine pubblico e la tranquillità pubblica – Finalità dell’art. 659 cod. pen. – Messa in pericolo del bene giuridico della pubblica tranquillità – Attività idonee ad interferire nel normale svolgimento della vita privata di un numero indeterminato di persone. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017

    * INQUINAMENTO ACUSTICO – Ordinanza sindacale extra ordinem ex art. 9 l. n. 447/1995 – Presupposti – Controllo del rispetto della normativa per la tutela dell’inquinamento acustico – Ordinarietà delle competenze – Art. 6 l. n. 447/1995 – Esercizi commerciali e pubblici esercizi – Prescrizioni relative alle singole autorizzazioni – Fissazione dell’orario di attività – Art. 9 T.U.L.P.S. – Competenza – Dirigenti. TAR UMBRIA – 27 giugno 2017

    INQUINAMENTO ACUSTICO – Condominio rumori e trambusti – Disturbo delle occupazioni e riposo – Televisore e radio ad altissimo volume – Configurabilità del reato di cui all’art. 659 cod. pen.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.28670

    * PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – APPALTI – Istanza di accesso – Amministrazione – Verifica della proponibilità/ammissibilità in sede giudiziaria – Non compete – Inutile decorrenza del termine per l’impugnazione – Utilità ricavabile dalla conoscenza degli atti – Accesso agli atti di gara – Art. 53 d.lgs. n. 50/2016 – Differimento fino al momento dell’aggiudicazione – Ipotesi di esclusione – Difesa in giudizio. TAR PUGLIA, Bari – 27 giugno 2017

    * RIFIUTI – Impianti di incenerimento e coincenerimento – Artt. 237-duodecies e quattordecies d.lgs. n. 152/2006 – Limiti di emissione – Campionamento e analisi delle emissioni – Vincolo per progettisti, costruttori e gestori degli impianti – INQUINAMENTO ATMOSFERICO – BAT, BREF e BAT AEL – Nozioni – Art. 29-sexies, c. 4 bis d.lgs. n. 152/2006 – Soglia massima non superabile – Previsione di parametri più rigorosi – Principio di precauzione – Adozione di misure di protezione sovradimensionate – Incertezze scientifiche sui rischi – BAT – Parametri di cui all’art. 29-sexies, c. 4 bis d.lgs. n. 152/2006 – Parametri tecnici variabili – Migliore tecnologia – Art. 29-sexies, c. 4 bis d.lgs. n. 152/2006 – Fissazione di parametri più rigorosi di quelli associabili alle BAT – Ipotesi – VIA, VAS E AIA – Prescrizioni dell’AIA – Verifica di conformità dei valori misurati ai valori limite – Pluralità di metodiche di misurazione – Gradiente di flessibilità – Impianto di incenerimento – Superamento dei valori limite di emissione – Limite delle quattro ore consecutive – Blocco dell’incenerimento – Art. 237-octiesdecies, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – Fissazione di limiti più rigorosi – Art. 237 sexies, c. 1, lett. b d.lgs. n. 152/2006 – Carico termico nominale – Nozione – Approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti o di modifiche sostanziali – Sottoposizione a VAS – Necessità – Valutazione ambientale strategica – Finalità – Fasi procedimentali. TAR MOLISE – 25 maggio 2017

    RIFIUTI – Residui della lavorazione del marmo – Applicazione del regime giuridico più favorevole relativo al “sottoprodotto” – Presupposti e limiti – Specifica attività di recupero – Nozione di “sottoprodotto” – Giurisprudenza – Artt. 183, 184-bis e 256 D.Lgs. n.152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Irrogazione della pena base in misura pari o superiore alla media edittale – Specifica indicazione dei criteri soggettivi ed oggettivi – Standard motivazionali del giudice di merito – Art. 133 cod. pen.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.28693

    RIFIUTI – Responsabilità omissiva del proprietario del terreno – Esclusione – Condanna basata sul presupposto della comproprietà del fondo e della ‘culpa in vigilando’ – Violazione del principio di colpevolezza e di responsabilità personale – Obbligo giuridico di impedire la realizzazione o il mantenimento dell’evento lesivo – Necessità – Art. 256 d.lgs. n. 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Sindacato di legittimità sul discorso giustificativo della decisione – Vizio di motivazione – Indagine di legittimità – Travisamento della prova – Natura manifesta della illogicità della motivazione. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.28704

    * RIFIUTI – Gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi – Condotta di trasporto abusivo di rifiuti – Rifiuti provenienti da demolizioni edili – Responsabilità del titolare dell’impresa – Omessa vigilanza sull’operato dei dipendenti – Riferimento alla disciplina in materia di SISTRI – Erronea indicazione della norma violata – Effetti – Riqualificazione giuridica del fatto – Artt. 188, 256 d. lgs. n. 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Ricorso per cassazione – Travisamento di una prova decisiva – Fattispecie: attività di gestione di rifiuti non autorizzata. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017  

    Dottrina
    RIFIUTI – SOTTOPRODOTTI: COSA SONO E COSA È CAMBIATO COL D.M. 264/16? STEFANO MAGLIA

     LA GESTIONE DEI SITI INQUINATI. La responsabilità dell’inquinamento nella sentenza del TAR Lombardia n. 1326/2017. FRANCESCO ANASTASI

     Riviste Ipsoa


    Urbanistica e appalti

    3/2017

    La semplificazione delle autorizzazione amministrative

    L’avvalimento secondo l’Adunanza Plenaria

    Gli stadi produttivi: un’esperienza anticipatrice


    Il Foro Italiano

    Anno CXLII – n. 5 – maggio 2017
    Si segnala all’attenzione dei lettori:
    Cass. sez. un., 27 marzo 2017, n. 7756 (I, 1579): responsabilità dell’appaltatore anche per interventi di ristrutturazione o manutenzione o modifica di lunga durata su immobili preesistenti

    Cons. Stato, ad. plen., 25 maggi o2016, n. 10 e 29 febbraio 2016, n. 6 (III, 262) circa la regolarizzazione del documento unico di regolarità contributiva (Durc)

     

    QuotidianoLegale

    Responsabilità precontrattuale per ingiustificato recesso dalle trattative.  Fulvio Graziotto

    REATO DI TORTURA: Iter, testo e critiche. Articoli 613-bis e 613-ter codice penale.

    ANAC: Tracciabilità dei flussi finanziari. Aggiornate le Linee guida.

    Anche la banca può rispondere per l’erogazione del credito alla società fallita.  Fulvio Graziotto

    ANAC – Trasparenza e obblighi per i titolari di incarichi: province, città metropolitane, unioni e fusioni di comuni.

    ANAC – Segnalazione di illeciti nella PA: applicazione dell’istituto whistleblowing.

    CORTE DI GIUSTIZIA UE: Chiesa cattolica, vietate le esenzioni fiscali se concesse per attività economiche.

    FALSO IN BILANCIO: I principi contabili sono rilevanti per la bancarotta impropria.

    Per dichiarare il fallimento il giudice può motivatamente non tenere conto dei bilanci depositati tardivamente Fulvio Graziotto

    Resistenza antimicrobica: linee guida dell’UE sull’uso prudente degli antimicrobici in medicina umana.

    Newsletter del 27 giugno 2017 n.21 – ANNO XVII n. 21/2017

    Giurisprudenza

    ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Tutela delle acque – Nozione di scarico – Fisica “immissione” in un corpo ricettore – Esclusione dalla nozione di scarico dei rilasci di acque – Scarico senza autorizzazione di acque reflue industriali in fognatura comunale – Artt. 74, 114, 192, 256, 268, 269, 279 d. lgs. n. 152/2006. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/05/2017 Sentenza n.24118

    AGRICOLTURA E ZOOTECNIA – Agricoltura – Immissione in commercio dei prodotti fitosanitari – Procedura di riesame da parte degli Stati membri, dei prodotti fitosanitari autorizzati – Termine – Iscrizione delle sostanze attive – Divergenza tra le versioni linguistiche – Rinvio pregiudiziale – Art. 3, par.2 Direttiva 2008/69/CE. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.9^ 08/06/2017 Sentenza C-293/16

    * APPALTI – Aggiudicazione di servizi e forniture – Criterio del prezzo più basso – Art. 95 d.lgs. n 50/2016 – Elevata ripetitività – Servizi e forniture con caratteristiche standardizzate. TAR MARCHE – 1 giugno 2017

    * APPALTI – Art. 51, c. 1 d.lgs. n. 50/2016 – Suddivisione delle commesse in lotti funzionali e prestazionali – Deroga – Motivazione. TAR LAZIO, Roma – 8 giugno 2017

    * APPALTI – Clausole ambigue – Interpretazione favorevole all’ammissione – Principi del favor partecipationis e della tassatività delle cause di esclusione. TAR PUGLIA, Lecce – 3 giugno 2017

    * APPALTI – Impresa ammessa al concordato con continuità aziendale – Art. 110, cc. 3 e 4 d.lgs. n. 50/2016 – Riferimento alla fase antecedente l’omologazione. TRGA TRENTINO ALTO ADIGE, Trento – 24 maggio 2017

    * APPALTI – Obbligo di sopralluogo – Art. 79, c. 2 d.lgs. n. 50/2016 – Mancata effettuazione – Esclusione dalla gara – Art. 83, cc. 7 e 9 d.lgs. n. 50/2016 – Deroga nei confronti del gestore uscente – Incofigurabilità – Principio della par condicio – Dichiarazione di sopralluogo e verbale di sopralluogo – Differenza. TAR BASILICATA – 7 giugno 2017

    * APPALTI – Possesso dei requisiti morali – Art. 80 d.lgs. n. 50/2016 – Verifica della sussistenza in capo alla persona giuridica. TAR LAZIO, Roma – 25 maggio 2017

    * APPALTI – Gara d’appalto immobiliare – Procedura negoziata senza pubblicazione di un bando di gara – Aggiudicazione dell’appalto a un altro offerente – Domanda di annullamento della decisione di aggiudicazione dell’appalto – Giurisprudenza EU – Appalti pubblici di servizi – Rigetto della proposta previa indagine del mercato locale – Valutazione dei fatti – Locali per la Casa dell’Unione europea a Ljubljana – Omesso esame dei documenti allegati alla proposta – Errore di diritto – Errore manifesto di valutazione – Aggiudicazione dell’appalto a procedura negoziata – Domanda di annullamento e controllo del Tribunale – Principi di trasparenza, di proporzionalità, di parità di trattamento e di non discriminazione. TRIBUNALE UE Sez.3^ 07/06/2017

    * BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Autorizzazione paesaggistica – Inerzia della soprintendenza – Decorso del termine di 45 gg. di cui all’art. 146, c. 8, d.lgs. n. 42/2004 – Silenzio assenso – Natura vincolante del parere favorevole. TAR SARDEGNA – 8 giugno 2017

    BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Reati paesaggistici e reati urbanistici – Disciplina difforme e differenziata – Effetti – Successivo provvedimento di compatibilità paesaggistica – Condono ambientale – Art. 181 dlgs n. 42/2004 – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Sanatoria urbanistica e violazione paesaggistica – Artt. 36 e 44, comma 1, lettera e), dPR n. 380/2001 – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/05/2017 Sentenza n.24111

    * BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Immobile abusivo in zona sottoposta a vincolo paesaggistico – Assenza delle prescritte autorizzazioni – Violazione dei sigilli – Ipotesi delittuosa di cui all’art. 181, c.1-bis d.lgs. n. 42/2004 – Giurisprudenza – Art. 349 c.p.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017

    * BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Natura di bene archeologico – Sequestro – Monete di varie epoche storiche – Artt.173 e 174 d.lvo n. 42/2004 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Dissequestro e restituzione all’avente diritto dei beni sequestrati – Contestazioni successive alla definizione del procedimento penale – RISARCIMENTO DEL DANNO – Competenza – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017

    * CAVE E MINIERE – Coltivazione di cava di calcare per inerti – Domanda di proroga – Zona sottoposta a vincolo ambientate – Coltivazione senza la prescritta autorizzazione – Nuova autorizzazione – Necessità – Reati ex artt. 30 l. n. 394/1991, 146 e 181 d. lgs. n. 42/2004 – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Art. 44, lett. e), d. P. R. n. 380/2001 – VIA VAS AIA – Istanza di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale o a valutazione di incidenza ambientale – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Cava scadenza autorizzazione – Coltivazione subordinata alla nuova richiesta di autorizzazione – Effetti del silenzio dell’amministrazione preposta alla tutela del vincolo – Provvedimento autorizzatorio – Esclusione. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017

    * DANNO AMBIENTALE – Responsabilità ambientale in materia di prevenzione e riparazione del danno ambientale – Verifiche del giudice del rinvio – Natura del danno idoneo – Ipotesi di autorizzazione rilasciata in applicazione di disposizioni nazionali – ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Responsabilità ambientale – Gestione di una centrale idroelettrica messa in funzione anteriormente alla scadenza del termine di trasposizione della direttiva – Ricorso alle vie legali in materia di diritto dell’ambiente – LEGITTIMAZIONE PROCESSUALEDIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Legittimazione ad agire – Direttiva 2000/60/CE – Direttiva 2004/35/CE – Nozione di “danno ambientale” – Normativa nazionale che esclude il danno in presenza di autorizzazione – Rinvio pregiudiziale. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.1^ 01/06/2017

    * DIRITTO DEMANIALE – Abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo – Esercizio non transeunte di un diritto di proprietà o di godimento – Impedimento della fruibilità da parte di potenziali utenti o da comprimerne in maniera significativa l’uso – Artt. 54 e 1161 cod. nav.. – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Travisamento probatorio la prova – Presupposti – Onere di allegazione – Art. 581, 591 e 606 cod.proc.pen. – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017

    * DIRITTO DEMANIALE – Abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo – Natura permanente – Cessazione venuta meno dell’uso ed il godimento illegittimi – Termine di prescrizione – Decorrenza – Artt. 54 e 1161 cod. nav. – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Deduzione dei vizi della motivazione – Presupposti – Accesso agli atti del processo – Art. 581, 591 e 606 cod.proc.pen.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017

     

    * DIRITTO DEGLI ALIMENTI – AGRICOLTURA E ZOOTECNIA – “Latte” e “prodotti lattiero-caseari” – Denominazioni utilizzate per la promozione e la commercializzazione d’alimenti puramente vegetali – Organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli – Definizioni, designazioni e denominazioni di vendita – Rinvio pregiudiziale – Regolamento (UE) n. 1308/2013 – Art. 78 e allegato VII, parte III – Decisione 2010/791/UE. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.7^ 14/06/2017 Sentenza C-422/16

    DIRITTO DELL’ENERGIA – Promozione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili – Biocarburanti usati per il trasporto – Sistema di “equilibrio di massa” destinato a garantire che il biogas soddisfi i criteri di sostenibilità prescritti – Validità – Normativa nazionale che richiede che l’equilibrio di massa venga raggiunto all’interno di un luogo chiaramente delimitato – Prassi dell’autorità nazionale competente che ammette che tale condizione possa essere soddisfatta qualora il biogas sostenibile sia trasportato tramite la rete di gas nazionale – Ingiunzione di detta autorità che esclude che la medesima condizione possa essere soddisfatta in caso di importazioni provenienti da altri Stati membri di biogas sostenibile tramite le reti di gas nazionali interconnesse – Libera circolazione delle merci – Rinvio pregiudiziale – Art. 18, par.1 Direttiva 2009/28/CE – Artt.34 e 114 TFUE. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.2^ 22/06/2017 Sentenza C-549/15

    DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Impugnazione – Decisione di esecuzione della Commissione europea – Notificazione al destinatario – Successiva rettifica del formato di stampa dell’allegato – Pubblicazione della decisione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea – Termine di ricorso – Dies a quo – Tardività – Irricevibilità – FEAGA e FEASR. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.6^ 17/05/2017 Sentenza C-337/16

    DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Opposizione della persona offesa alla richiesta di archiviazione del PM – Violazione della garanzia del contraddittorio – Ricorso in sede di legittimità – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Fattispecie: Gestione di beni archeologici in sequestro – Violazione di sigilli – Reati di cui agli artt. 21 d.lgs n. 42/2004, Artt. 733 e 349 cod.pen – Declaratoria de plano di inammissibilità dell’opposizione – Violazione del contraddittorio – Ricorso per cassazione avverso il decreto di archiviazione – Valutazione del giudice – Vizio di motivazione – Nullità – Giurisprudenza di legittimità. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.28083

    DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Presentazione dell’atto di rinuncia – Modalità – Invio dell’atto a mezzo fax – Invalidità dell’atto – Artt. 581, 582, 583 e 589 c.p.p. – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n.26936

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Area agricola – Realizzazione di un piazzale in asfalto – Incompatibilità – L. n. 122/1989 – Parcheggi – Requisito della pertinenzialità. TAR LOMBARDIA, Milano – 1 giugno 2017

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Attuazione all’ordine di demolizione emesso – Poteri e obblighi del pubblico ministero e del giudice dell’esecuzione – Esistenza di concorrenti provvedimenti dell’Amministrazione – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Onere di allegazione – Fattispecie: abuso edilizio in zona di protezione integrale. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n.26938

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Demolizione del manufatto abusivo – Termine per adempiere – Novanta giorni dal passaggio in giudicato della sentenza – Art. 31 d.P.R. n. 380/2001 – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Condanna per reati edilizi – Pena alla demolizione dei manufatti abusivi – Potere discrezionale del Giudice di subordinare il beneficio della sospensione condizionale della pena – Motivazione. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 26/05/2017 Sentenza n.26428

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Manufatto abusivo – Ingiunzione alla demolizione – Rigetto della richiesta di revoca o sospensione – Condanna definitiva – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Valutazione effettuata dall’amministrazione comunale – Criteri – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Immobile abusivo in zona sottoposta a vincolo paesaggistico – Condono edilizio ex legge 326\03 – Provvedimento di sanatoria – Amministrazione comunale – Presupposti per l’emissione – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2017 Sentenza n.30170

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Permesso di costruire convenzionato (art. 28 d.P.R. n. 380/2001) – Principio di proporzionalità – Cessione gratuita di aree per servizi pubblici – Proporzione tra diritti edificatori attribuiti ai privati e superficie oggetto di cessione – Inefficacia o impossibilità delle compensazioni – Aumento dell’indice edificatorio dei privati – Realizzazione diretta degli edifici e delle strutture di interesse pubblico – Limiti – Privati qualificati – Accordo a monte della pianificazione urbanistica. TAR LOMBARDIA, Brescia – 8 giugno 2017

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reati di omessa denuncia dei lavori e presentazione dei progetti e di inizio dei lavori senza preventiva autorizzazione – Natura permanente dei reati – Violazione della normativa antisimica – Individuazione della cessazione della permanenza – Artt. 64, 65, 71, 72, 93, 94, 95 e 101 dlgs n. 380/2001 – Giurisprudenza – Opere edilizie in zona sismica – Acquisizione delle autorizzazioni in materia antisismica – Necessità – Individuazione di un errore scusabile in capo all’agente – Integrazione degli elementi soggettivi ed oggettivi – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Principio di corrispondenza fra il fatto contestato e quello accertato in sentenza – Connessione logica fra genus e species – Rapporto di continenza – Fattispecie. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/05/2017 Sentenza n.24574

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Revoca o sospensione dell’ordinanza di demolizione – Immobile dichiarato abusivo con sentenza penale già divenuta definitiva – Permesso a costruire in sanatoria – Rinnovata verifica amministrativa – Fattore di novità costituito dal provvedimento cautelare adottato dal TAR – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Provvedimento errato del giudice dell’esecuzione – Nullità di ordine generale e a carattere assoluto – Annullamento senza rinvio – Istanza formulata dall’interessato – Forme del decreto e dell’ordinanza – Procedura applicabile – Sospensiva propulsiva – Artt. 127 e 666 cod. proc. pen. – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.28064

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Rilascio di provvedimenti favorevoli poi riconosciuti illegittimi in giudizio – Azione risarcitoria – Giurisdizione del giudice amministrativo – Esclusione. TRGA TRENTO – 19 giugno 2017, n. 211

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Estinzione del reato di costruzione abusiva per prescrizione – Travolge l’ordine di demolizione dell’opera indipendentemente da una espressa statuizione di revoca – Artt. 44 lett. b) 64, 65, 71, 72, 93 e 95 d.P.R. n.380/2001 – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Imputato dichiarato contumace – Avviso di deposito della sentenza – Omessa notifica – Effetti – Art. 178, c.1°, lett. e), cod. proc. pen. – Principio di immediata declaratoria di determinate cause di non punibilità – Operatività della causa estintiva e nullità processuale assoluta e insanabile – Art. 129 c.p.p. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Immobile abusivamente costruito – Ordine giudiziale di demolizione – Revoca – Presupposti e limiti – Giurisprudenza – Interessi pubblici prevalenti sugli interessi urbanistici – Art. 31, c.3 e 5, D.P.R. n. 380/2001 – Reati edilizi – Ordine di demolizione delle opere abusive – Richiesta di revoca o di sospensione – Istanza di condono o sanatoria successiva al passaggio in giudicato della sentenza di condanna – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Elementi esaminabili e conclusione – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Natura amministrativa della demolizione – Esplicazione di un potere autonomo e non alternativo a quello dell’autorità amministrativa – Prescrizione – Limiti – Sanzione “ripristinatoria” – Efficacia anche nei confronti dell’erede o dante causa del condannato o di chiunque vanti su di esso un diritto reale o personale di godimento – DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali – Giurisprudenza della Corte EDU. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/06/2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Manufatto abusivo – Demolizione e ripristino dello stato dei luoghi – Domanda di condono – Prescrizione stabilita dall’art. 173 cod. pen. per le sanzioni penali – Applicabilità – Esclusione – Mancato o incompleto versamento delle somme dovute a titolo di oblazione e di oneri concessori – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Vincolo paesaggistico – Mancata acquisizione del parere favorevole – Formazione del silenzio assenso – Esclusione – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Opere edili abusive e richiesta di condono – Legittimazione processuale – Interesse giuridicamente protetto – Art. 31, 44 D.P.R. n.380/2001 – Art. 181 d.lgs. n. 42/2004. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Opere abusivamente realizzate – Ordini di demolizione e di riduzione in pristino – Atto dovuto – Natura di sanzione amministrativa di tipo ablatorio – Patteggiamento ex art.444 cod.proc.pen. – Irrilevanza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Ordine di demolizione – Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio priva di finalità punitiva – Insuscettibile di estinzione per decorso del tempo – Esigenze di ripristino dell’assetto urbanistico violato – DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Nozione convenzionale di “pena” elaborata dalla giurisprudenza CEDU – Mancata previsione di un termine di prescrizione dell’ordine di demolizione – Ininfluenza – Artt. 444 e 445 comma 2 c.p.p. – Artt.172, 173 cod.pen. – Artt. 3 e 117 Cost. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017


    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Opere edilizie abusive – Responsabilità del proprietario dell’area – Valutazioni fattuali – Poteri e limiti – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Lavori edilizi illeciti – Proprietario dell’area – Dovere di controllo – Limiti – Provvedimento di sequestro – Nomina a custode – Continuazione dei lavori – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Violazione ripetuta dei sigilli apposti – Concorso con il committente o l’esecutore dei lavori – Principio del “cui prodest” – Art.349, commi 1 e 2, cod.pen. – Artt. 29, 44, 64, 65, 71 72 DPR n.380/2001 – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Ordine giudiziale di demolizione – Mancata notifica agli altri eredi o al comproprietario – Nullità – Esclusione – DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Reati concernenti violazioni edilizie e giurisprudenza della Corte EDU – Ordine di demolizione del manufatto abusivo – Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio – Mancanza di un termine di prescrizione dell’ordine di demolizione – Ininfluenza – Manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale – Artt. 3 e 117 Cost., dell’art. 31 del d.P.R. n. 380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Compatibilità dell’ordine di demolizione e del sequestro con la condanna penale – Ordine eseguito dopo la cessione a terzi del manufatto abusivo. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/06/2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Ordini di demolizione e di riduzione in pristino – Mera presentazione di un’istanza di condono – Verifiche del G.E. – Incompatibilità degli ordini in questione con atti amministrativi – Opere abusivamente realizzate – Ordini di demolizione e di riduzione in pristino – Atto dovuto – Natura di sanzione amministrativa di tipo ablatorio – Patteggiamento ex art.444 cod.proc.pen. – Irrilevanza – Artt.31, c.9, e 44 d.P.R. n.380/2001 – Ordine di demolizione – Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio priva di finalità punitiva – Insuscettibile di estinzione per decorso del tempo – Esigenze di ripristino dell’assetto urbanistico violato – Nozione convenzionale di “pena” elaborata dalla giurisprudenza CEDU – Mancata previsione di un termine di prescrizione dell’ordine di demolizione – Ininfluenza – Artt. 444 e 445 comma 2 c.p.p. – Artt.172, 173 cod.pen. – Artt. 3 e 117 Cost. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Ordini di demolizione e di riduzione in pristino – Rilascio del permesso in sanatoria – Revoca e/o sospensione dell’ingiunzione – Verifiche da parte del giudice dell’esecuzione – Incompatibilità degli ordini in questione con atti amministrativi – Impossibilità tecnica di eseguire la demolizione – Onere della prova – Art.31 DPR 380/2001. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reati edilizi – Inammissibilità dell’istanza di oblazione – Accertamento della sussistenza o meno del reato continuato – Art. 81 c.p. – Artt. 44, 71, 65, 72 d.P.R. n. 380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Rinvio per relationem alla motivazione – Ne bis in idem processuale. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017

    * DIRITTO URBANISTICO – Reati edilizi – Opere abusive – Responsabilità del proprietario non committente – Presupposti – Comproprietà del terreno – Artt. 44, 64, 65, 71,72 e 95, d. P. R. n. 380/2001 – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 

    FAUNA E FLORA – C.I.T.I.E.S. – Documentazione necessaria a dimostrare la provenienza delle specie rinvenute – Convenzione di Washington del 3/03/1973 – Art. 1 d.lgs n. 275/2001 – Art. 1 c.3, 5 bis, 7 e 8 legge n. 150/1992 – Regolamento Cee n. 338/97 – Commercio internazionale della flora e della fauna selvatica – Regimi differenziati – Legittima e illegittima detenzione di esemplari protetti – Importazione, esportazione o riesportazione, vendita, trasporto, detenzione – Documentazione CITIES – Disciplina vigente. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.28720

    INQUINAMENTO ACQUA, ARIA, SUOLO – Registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizioni applicabili alle sostanze chimiche – Sostanze chimiche non registrate – Obbligo generale di registrazione e prescrizioni in materia d’informazione – Esportazioni al di fuori del territorio dell’Unione europea delle sostanze chimiche non registrate – Rinvio pregiudiziale – Regolamento (CE) n. 1907/2006 (regolamento REACH). CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.3^ 27/04/2017 Sentenza C-535/15

    * INQUINAMENTO ACUSTICO – Classificazione acustica – Preesistenti destinazioni d’uso – Attribuzione della 2^ classe acustica a un’area in cui insiste un preesistente impianto produttivo – Illegittimità. TAR FRIULI VENEZIA GIULIA – 13 giugno 2017

    * INQUINAMENTO ACUSTICO – Linee ferroviarie – Obbligo generalizzato di installazione di barriere antirumore – Insussistenza – Art. 4, cc. 1 e 2 d.P.R. n. 459/1998. TAR EMILIA ROMAGNA, Parma – 1 giugno 2017

    * INQUINAMENTO ACUSTICO – Piano di zonizzazione acustica – Natura – Atto generale normativo di natura regolamentare – Atti di “volizione-azione” – Previsioni destinare ad una immediate applicazione – Immediato effetto lesivo nella sfera giuridica dei destinatari – Regolamento acustico comunale – Omessa definizione di “attività rumorosa temporanea” – Introduzione della possibilità, in concreto, di superare i limiti acustici previsti dal piano di zonizzazione acustica – Violazione della L. n. 447/1995. TAR CAMPANIA, Napoli – 5 giugno 2017

    INQUINAMENTO ACUSTICO – RUMORE – Reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone – Responsabilità del gestore di un pubblico esercizio che non impedisca i continui schiamazzi provocati degli avventori in sosta davanti al locale – Obbligo giuridico di controllare – Art. 659 cod. pen. – Rilevanza penale della condotta produttiva di rumori – Prove – Disturbo potenzialmente idoneo ad essere risentito da un numero indeterminato di persone – Produzione di rumori idonei ad arrecare disturbo o a turbare la quiete e le occupazioni. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 Sentenza n.30189

    INQUINAMENTO ATMOSFERICO – AMBIENTE IN GENERE – Art. 16 l.r. Molise n. 4/2016 – Attribuzione, all’ARPAM, di funzioni di amministrazione attiva – Illegittimità costituzionale. CORTE COSTITUZIONALE – 7 giugno 2017, n. 132

    PESCA – Pesca di frodo con ordigni esplosivi – Limiti all’obbligo motivazionale ed evidente aspecificità – Mere posizioni difensive negatorie o le prospettazioni di tesi interpretative alternative – Illecita detenzione di materiale esplodente – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Disamina di specifiche allegazioni difensive – Controllo del giudice di legittimità – Requisiti – Esposizione delle ragioni giuridicamente significative – Assenza di illogicità evidenti – DANNO AMBIENTALE – Danni all’habitat irrecuperabili – Fattispecie. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2017 Sentenza n.30171

    RIFIUTI – Attività di gestione e trattamento dei rifiuti – Procedura di autorizzazione ex art. 208 d.lgs. n. 152/2006 in corso di svolgimento – Sindaco – Ordinanza contingibile e urgente – Sospensione dell’insediamento di nuove attività – Illegittimità. TAR LAZIO, Roma – 10 maggio 2017

    * RIFIUTI – Attività di recupero – Regime semplificato – Conformità urbanistica – Necessità – Art. 214, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – Comunicazione di inizio attività – Silenzio assenso – Potere di controllo affidato alla Provincia – Accertamento successivo alla decorrenza dei termini di inizio attività – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Certificato di destinazione urbanistica – Certificato di compatibilità urbanistica – Differenza – RIFIUTI – Procedura semplificata ex artt. 214 e ss. d.lgs. n. 152/2006 – Acquisizione della documentazione ex officio – Esclusione. TAR MARCHE – 7 giugno 2017

    * RIFIUTI – Discarica – Assunzione di impegno negoziale a non richiedere autorizzazione per il conferimento di rifiuti pericolosi – Richiesta dell’autorizzazione in violazione dell’obbligo di non facere pattizziamente assunto – Conseguenze. TAR VENETO – 16 giugno 2017

    * RIFIUTI – Discariche – Prestazione della garanzia finanziaria – Dichiarazione di illegittimità costituzionale dell’art. 22, c. 2, l.r. Puglia n. 39/2006 – Obbligo della prestazione – Artt. 9, 14 e 17 d.lgs. n. 36/2003. TAR PUGLIA, Lecce – 9 giugno 2017

    * RIFIUTI – Fanghi di depurazione – Riutilizzo in agricoltura – Regione Sardegna – Direttiva regionale per la gestione e autorizzazione all’utilizzo dei fanghi – Necessità della previa autorizzazione dell’impianto di depurazione – Legittimità – Divieto di utilizzo non ancorato alla indicazione dei limiti di concentrazione di sostanze pericolose – Illegittimità. CONSIGLIO DI STATO – 6 giugno 2017

    * RIFIUTI – Gestione dei rifiuti – Assoluta occasionalità della condotta – Condotta rilevante e natura giuridica del soggetto agente – Trasporto rifiuti (Materiale ferroso tipo rame) – Mancanza della prescritta autorizzazione – Art. 256, c.1, del d.lgs. n. 152/2006 –  Rilevanza della assoluta occasionalità della condotta – Complesso di azioni rilevanti – Singola condotta assolutamente occasionale. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/05/2017 Sentenza n.24115

    * RIFIUTI – Società in liquidazione – Nomina del liquidatore – Detentore del fondo – Operazioni di smaltimento/recupero dei rifiuti – Peso economico. TAR LOMBARDIA, Brescia – 19 giugno 2017

    * RIFIUTI – Attività di raccolta e trasporto di rifiuti (materiale ferroso) – Mancanza di autorizzazione – Esclusione di una assoluta occasionalità – Natura “emergenziale” della norma – Fattispecie – Art. 6, c.1, lett. d) d.l. n. 172/2008 – Art. 256, c.1, lett. a) d.lgs. n. 152/2006 – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017

    * RIFIUTI – Realizzazione e gestione di discarica abusiva – Area collocata all’interno dello stabilimento produttivo – Terreno privato e discarica non autorizzata destinata allo smaltimento di rifiuti pericolosi – Comproprietario – Presupposti per la configurabilità del reato – Art. 6, co. 1, lett. e), legge n. 210/2008 – Art. 256 D.Lvo n.152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Giudice di appello – Diversa qualificazione del fatto – Compressione o limitazione del diritto al contraddittorio – Esclusione – Corte EDU. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017

    * RIFIUTI – Spandimento in agricoltura – Fanghi di depurazione – Abusiva miscelazione – Rifiuti pericolosi con elevate concentrazioni di idrocarburi e metalli pesanti – Pericolo “cancerogeno” e “mutageno” – Superamento dei valori limite delle concentrazioni di metalli pesanti quali zinco, cadmio, e rame e di idrocarburi – Decreto legislativo n. 99/1992 – Artt. 127, 258, 260 del decreto legislativo 152/2006 – Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti – ACQUA – AGRICOLTURA E ZOOTECNIA – INQUINAMENTO IDRICO – Fanghi da depurazione e disciplina applicabile – Applicabilità delle disposizioni sui rifiuti – Presupposti – Tutela ambientale e della salute umana – Decreto legislativo n. 4/2008 – Fanghi e di rifiuti pericolosi – Individuazione della disciplina applicabile – Integrazione con la normativa generale sui rifiuti – Assegnazione codici CER e necessità di verifica – Fanghi ammessi per l’uso agricolo – Tipologie – Processi di depurazione e trattamenti – Direttiva CEE 12/06/1986, n. 278 – INQUINAMENTO DEL SUOLO – Scarti liquidi di natura industriale – Fango di depurazione – Specifico ciclo di trattamento compatibile con l’impiego con la destinazione finale – Utilizzazione agronomica -Limiti – Successione di leggi e continuità normativa – Esigenza di assicurare una tutela ambientale in linea con i valori costituzionali e comunitari – Giurisprudenza di legittimità – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Uso del verbale dell’interrogatorio di garanzia – Elementi favorevoli all’indagato – Pubblico ministero – Limiti e obblighi – Sistema cautelare processuale penale e sindacato di legittimità – Autonoma valutazione del fumus criminis e dei pericula libertatis – Motivazione del provvedimento – Artt. 273, 274, 275 e 292 cod. proc. pen.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/06/2017

    * TUTELA DEI CONSUMATORI – Indicazione del consumo di energia mediante l’etichettatura ed informazioni uniformi relative ai prodotti – DIRITTO DELL’ENERGIA – Etichettatura indicante il consumo d’energia degli aspirapolvere – Efficienza energetica – Metodo di misurazione – Limiti della competenza delegata – Snaturamento degli elementi di prova – Obbligo di motivazione del Tribunale – Impugnazione – Direttiva 2010/30/UE – Regolamento delegato (UE) n. 665/2013. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.9^ 11/05/2017 Sentenza C-44/16 P

    * VIA, VAS E AIA – Autorizzazione integrata ambientale – Diffida per inottemperanza alle prescrizioni –Relazione ARPA incerta e dubitativa – Contestazione degli inadempimenti. TAR VENETO – 1 giugno 2017

    * VIA, VAS E AIA – Autorizzazione Integrata Ambientale – Riesame contemplato dall’art. 29-octies, n. 4, lett. a) d.lgs. n. 152/2006 – Attivazione d’ufficio. TAR BASILICATA – 7 giugno 2017

    * VIA, VAS E AIA – Valutazione di impatto ambientale – Autorizzazione integrata ambientale – Diversa finalità – Autonoma impugnabilità del provvedimento di VIA. TAR LAZIO, Roma – 10 maggio 2017 

    QuotidianoLegale
    PARTITE IVA, definiti i criteri e le modalità di cessazione ed esclusione dal Vies

    CITES: nuove misure per combattere il bracconaggio e il commercio di avorio.

    Siti di balneazione e qualità delle acque.

    Successione nel contratto di locazione in caso di trasferimento di azienda. Fulvio Graziotto

    ANAC: Verifica degli affidamenti dei concessionari autostradali e loro adempimenti.

    PROFESSIONISTI e P.A.: applicazione del meccanismo dello split payment dal 1°luglio.

    Responsabilità del conduttore da cessione del contratto di locazione unitamente all’azienda.

    UNIONE EUROPEA: protezione dalla tossicità del mercurio.

    ORDINE EUROPEO DI INDAGINE PENALE

    Infrazioni: rifiuti, la Commissione deferisce l’Italia alla Corte di giustizia UE.

    ANAC: Prezzi di riferimento in ambito sanitario.

    Sulla giurisdizione del giudice italiano in materia commerciale. Fulvio Graziotto

    ATTUAZIONE DIRETTIVE EUROPEE: Valutazione di impatto ambientale e sicurezza degli impianti nucleari

    Riforma del processo penale e del codice penale: tutte le novità.

    RIFORMA DELLA P.A. – SOCIETÀ PARTECIPATE

    REDDITO DI INCLUSIONE E CONTRASTO ALLA POVERTÀ.

    CONDOMINIO: La difesa in giudizio delle delibere impugnate rientra nelle attribuzioni dell’amministratore. Fulvio Graziotto

    TRIBUTARIO: L’estinzione della società non impedisce l’azione del fisco nei confronti dei soci. Fulvio Graziotto

    STUDI DI SETTORE: adempimento collaborativo in arrivo 147 mila comunicazioni.

    Piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica.

    FABBRICATI RURALI non ancora dichiarati al catasto edilizio urbano.

    A.N.A.C.: invio segnalazioni in materia di inconferibilità, incompatibilità e obblighi di trasparenza.

    MIGRANTI: fornitura di beni e servizi relativi al funzionamento dei centri di primo soccorso ed accoglienza.

    ATTIVITÀ DEI “COMPRO ORO”: Nuove disposizioni per l’esercizio dell’attività.

    ACCORDI INTERNAZIONALI: Nuove ratifiche ed esecuzioni.

    ANAC: Tenuta del Casellario Informatico previsto art. 213 d.l.vo 50/2016.

    RIFORMA DELLA P.A.: FORZE DI POLIZIA, VIGILI DEL FUOCO.

    ORMATIVA ANTIRICICLAGGIO: Attuazione della direttiva (UE) 2015/849.

     

    Seguici su:    

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 944

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1