AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.34/2016 ANNO XVI.
  • AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.33/2016 ANNO XVI.
  • AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.35/2016 ANNO XVI.
  • " /> AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.34/2016 ANNO XVI.
  • AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.33/2016 ANNO XVI.
  • AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.35/2016 ANNO XVI.
  • "/>
    You Are Here: Home » Dottrina » AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.1/2017 ANNO XVII.

    AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.1/2017 ANNO XVII.

    AMBIENTEDIRITTO.it – I CONTENUTI DELLA RIVISTA GIURIDICA n.1/2017 ANNO XVII.
    AmbienteDiritto.it

    Rivista Giuridica on line – ISSN 1974-9562

    Newsletter dell’11 gennaio 2017 n.1 – ANNO XVII n. 1/2017 

    Normativa
    ACCESSO CIVICO Delibera 28 dicembre 2016, n. 1309 : Autorità Nazionale Anticorruzione Linee guida recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico di cui all’art. 5, comma 2, del decreto legislativo n. 33/2013. (GU n.7 del 10-1-2017)
    APPALTI Decreto 10 novembre 2016, n. 248 : Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Regolamento recante individuazione delle opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessita’ tecnica e dei requisiti di specializzazione richiesti per la loro esecuzione, ai sensi dell’articolo 89, comma 11, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50. (GU n.3 del 4-1-2017)
    APPALTI Delibera 16 novembre 2016, n. 1293 : Autorità Nazionale Anticorruzione Linee guida n. 6, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti «Indicazione dei mezzi di prova adeguati a delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all’art. 80, comma 5, lett. c) del Codice». (GU n.2 del 3-1-2017)
    APPALTI Delibera 30 novembre 2016 : Autorità Nazionale Anticorruzione. Rettifica delle Linee guida n. 4/2016 di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti: «Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici». (Delibera n. 1097). (GU n.303 del 29-12-2016)
    ENERGIA Decreto 19 ottobre 2016 : Ministero dello Sviluppo Economico Istituzione, ai sensi dell’articolo 48 del regolamento GBER 651/2014, di un regime di aiuti agli investimenti per le infrastrutture elettriche. (GU n.5 del 7-1-2017)
    INQUINAMENTO ATMOSFERICO Direttiva (UE) 2016/2284 : Direttiva (UE) 2016/2284 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 dicembre 2016, concernente la riduzione delle emissioni nazionali di determinati inquinanti atmosferici, che modifica la direttiva 2003/35/CE e abroga la direttiva 2001/81/CE (Testo rilevante ai fini del SEE) (G.U.U.E L344 del 17.12.2016)
    MILLEPROROGHE Decreto-Legge 30 dicembre 2016, n. 244 : Proroga e definizione di termini. (GU n.304 del 30-12-2016)
    RIFIUTI Comunicato : Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Deliberazione dell’Albo nazionale gestori ambientali del 3 novembre 2016 (GU n.295 del 19-12-2016)
    RIFIUTI Decreto 22 dicembre 2016 : Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Adozione del Piano nazionale delle ispezioni di stabilimenti, imprese, intermediari e commercianti in conformita’ dell’art. 34 della direttiva 2008/98/CE, nonche’ delle spedizioni di rifiuti e del relativo recupero o smaltimento. (GU n.7 del 10-1-2017)
    RIFIUTI Decreto 22 dicembre 2016 : Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Recepimento della direttiva 2015/2087/CE, recante modifica dell’allegato II, della direttiva 2000/59/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, relativa agli impianti portuali di raccolta per i rifiuti prodotti dalle navi e i residui di carico. (GU n.3 del 4-1-2017)
    RIFIUTI Decreto 7 dicembre 2016 : Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare Adozione dello schema di statuto-tipo per il Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati. (GU n.300 del 24-12-2016)
    VIA VAS E AIA Decreto 17 ottobre 2016, n. 228 : Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Regolamento recante la definizione dei contenuti minimi e dei formati dei verbali di accertamento, contestazione e notificazione relativi ai procedimenti di cui all’articolo 29-quattuordecies del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. (GU n.292 del 15-12-2016)
    VIA VAS E AIA Decreto 25 ottobre 2016, n. 245 : Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Regolamento recante modalita’ di determinazione delle tariffe, da applicare ai proponenti, per la copertura dei costi sopportati dall’autorita’ competente per l’organizzazione e lo svolgimento delle attivita’ istruttorie, di monitoraggio e controllo relative ai procedimenti di valutazione ambientale previste dal decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. (GU n.1 del 2-1-2017)
     Giurisprudenza 
    * ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – Servizio idrico integrato – Art. 153 d.lgs. n. 152/2006 – Disciplina speciale – Applicabilità della disciplina in materia di uso delle strade e del canone di cui all’art. 27 Cod. Strada – Esclusione. TAR LAZIO, Roma – 6 dicembre 2016
    * APPALTI – Appalto pubblico di servizi – Categoria dei contratti speciali di diritto privato – Disciplina derogatoria dei contratti di diritto comune, contenuta nel d.lgs. n. 50/2016 – Necessaria onerosità – Affidamento del servizio di elaborazione, stesura e redazione integrale del Piano Strutturale – Bando – Stima del valore della prestazione pari ad 1,00 euro – Qualificazione dell’appalto “a titolo gratuito, salvo rimborso spese – Illegittimità. TAR CALABRIA, Catanzaro – 13 dicembre 2016
    * APPALTI – Direttiva 2014/24/UE – Sanzione espulsiva – Limiti di proporzione con l’interesse pubblico tutelato – Art. 80 d.lgs. n. 50/2016 – Condanna patteggiata per lesioni colpose – Dichiarazione – non è necessaria – C.d. Self-cleaning. TAR UMBRIA – 1 dicembre 2016
    * APPALTI – Indicazione degli oneri di sicurezza – Art. 83, c. 9 d.lgs. n. 50/2016 – Sentenza CGE 10/11/2016 – Mancata specificazione nella legge di gara dell’obbligo di indicazione separata – Rispetto sostanziale dei costi minimi di sicurezza aziendale – Carenza solo formale – Soccorso istruttorio. TAR SICILIA, Catania – 12 dicembre 2016
    * APPALTI – Informazioni supplementari – Proroga del termine di presentazione delle offerte – Art. 79, cc. 3 e 5, d.lgs. n. 50/2016 TAR LIGURIA – 30 dicembre 2016
    * APPALTI – Nomina della commissione – Art. 77 d.lgs. n. 50/2016 – Contratti sotto soglia – Nomina di componenti interni – Condizioni – SUA – Responsabile – Organo competente ad effettuare la scela del soggetto affidatario – Individuazione dei componenti esterni – Rosa di candidati fornita dagli ordini professionali – Regole di competenza e trasparenza. TAR VENETO – 21 dicembre 2016
    * APPALTI – Nuove regole processuali contenute nell’art. 204 d.lgs. n. 50/2016 – Cd. rito superspeciale – Applicabilità alle sole procedure bandite dopo la data di entrata in vigore del nuovo codice. TAR SICILIA, Palermo – 15 dicembre 2016
    * APPALTI – Offerta anomala – Art. 97 d.lgs. n. 50/2016 – Meccanismo dell’esclusione automatica di cui al comma 8 – Espressa previsione nel bando – Necessità. TAR LIGURIA – 15 dicembre 2016
    * APPALTI – Offerta anomala – Art. 97, c. 5, lett. d) d.lgs. n. 50/2016 – Tabelle ministeriali di cui all’art. 23, c. 16 – Funzione di parametro di riferimento – Giustificazione dell’anomalia. TAR LAZIO, Roma – 30 dicembre 2016
    * APPALTI – Offerte anomale – Costo del lavoro – “Minimi salariali retributivi” – Vigenti tabelle ministeriali – Artt. 23, 97 e 216 d.lgs. n. 50/2016 – Art. 95 d.lgs. n. 50/2016 – Affidamento mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa – Servizi ad alta intensità di manodopera – Deroga – Presupposti – Commi 4 e 5. TAR EMILIA ROMAGNA, Parma – 30 dicembre 2016
    * APPALTI – Presentazione di offerte per più lotti – Proposizione di ricorso cumulativo – Art. 120, c. 11 bis, c.p.a., aggiunto dall’art. 204, c. 1 d.lgs. n. 50/2016 – Condizioni – Fattispecie. TAR CAMPANIA, Napoli – 1 dicembre 2016
    * APPALTI – Subappalto – Appalti sopra soglia – Indicazione della terna di subappaltatori – Art. 105, c. 6 d.lgs. n. 50/2016 – Omissione – Irregolarità essenziale ma sanabile – Soccorso istruttorio oneroso – Art. 83, c. 9 – Valutazione delle offerte – Separata enunciazione dei punteggi attribuiti da ciascun commissario richiesta dal bando di gara – Valore di formalità interna – Limiti. TAR LOMBARDIA, Brescia – 29 dicembre 2016
    * APPALTI – Contrasto tra disposizioni del bando e del disciplinare – Contenuto del bando – Prevalenza – Clausole ambigue o contraddittorie – Principio del favor partecipationis. TAR PUGLIA, Lecce – 2 dicembre 2016
    * APPALTI – Esclusione del concorrente per inadempimenti fiscali – Art. 80 d.lgs. n. 50/2016 – Cartella esattoriale – Tributi non più soggetti ad impugnazione TAR EMILIA ROMAGNA, Bologna – 22 novembre 2016
    APPALTI – Appalti pubblici di servizi – Aggiudicazione degli appalti pubblici di forniture e di lavori – Contenzioso appalti – Rapporto tra ricorso incidentale e ricorso principale – Possibilità di adire direttamente la Corte di giustizia anche in presenza di una pronuncia dell’Adunanza plenaria – DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Procedure di ricorso – Ricorso di annullamento avverso il provvedimento di aggiudicazione di un appalto pubblico presentato da un offerente la cui offerta non è stata prescelta – Ricorso incidentale dell’aggiudicatario – Regola giurisprudenziale nazionale che impone di esaminare preliminarmente il ricorso incidentale e, se quest’ultimo risulta fondato, di dichiarare il ricorso principale irricevibile, senza esame nel merito – Compatibilità con il diritto dell’Unione – Art. 1, par. 1 e 3 Direttiva 89/665/CEE – Principio del primato del diritto dell’Unione – Principio di diritto enunciato con decisione dell’adunanza plenaria dell’organo giurisdizionale amministrativo supremo di uno Stato membro – Normativa nazionale che prevede il carattere vincolante di tale decisione per le sezioni del suddetto organo giurisdizionale – Obbligo della sezione investita di una questione attinente al diritto dell’Unione, in caso di disaccordo con la decisione dell’adunanza plenaria, di rinviare a quest’ultima tale questione – Facoltà o obbligo della sezione di adire la Corte in via pregiudiziale»Rinvio pregiudiziale – Articolo 267 TFUE. (Si riporta, inoltre, il commento tratto dal sito istituzionale Giustizia Amministrativa e sentenza del TAR PUGLIA, Bari, Sez. 1^ – 30/12/2016, n. 1460) CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. Un. 05 aprile 2016 Sentenza C-689/13
    APPALTI – Commissione di gara – Nomina – Art. 77, prima parte, d.lgs. n. 50/2016 – Creazione dell’albo dei commissari – Condizione per l’applicabilità della norma – Cumulo delle funzioni di RUP e presidente della commissione – Violazione delle regole di imparzialità – Inconfigurabilità. TAR LOMBARDIA, Brescia, Sez. 2^ – 19 dicembre 2016 n. 1757
    APPALTI – Conflitto di interesse – Art. 42, c. 2 d.lgs. n. 50/2016 – Riferimento alle ipotesi che determinano l’obbligo di astensione previste dall’art. 7 del d.P.R. n. 62/2013 – Rinvio ampliativo ed esemplificativo – Riferimento al personale – Soggetti che rivestono una influente posizione sociale o di gestione amministrativa – Rientrano. TAR ABRUZZO, Pescara, Sez. 1^ – 9 gennaio 2017, n. 21
    APPALTI – Gare sotto soglia – Art. 36 d.lgs. n. 50/2016 – Principio di rotazione. TAR PUGLIA, Lecce, Sez. 2^ – 15 dicembre 2016, n. 1906
    APPALTI – Grave illecito professionale – Art. 80 d.lgs. n. 50/2016 – Art. 38 del previgente d.lgs. n. 163/2006 – Linea di continuità – Discrezionalità cd. monobasica – Riconduzione della fattispecie concreta a quella astratta – Significative carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto – Sanzione irrogata dall’AGCM per intesa restrittiva della concorrenza – Art. 80 d.lgs. n. 50/2016 – “Altre sanzioni” – Non rientra – Determinazione espulsiva – Valutazione circa l’incidenza della sanzione irrogata sulla moralità professionale – Automatismo escludente – Inconfigurabilità – Meccanismo riabilitativo del “self cleaning”. TAR CAMPANIA, Salerno, Sez. 1^ – 2 gennaio 2017, n. 10
    APPALTI – Gravi illeciti professionali – Art. 80, c. 5, lett. c) d.lgs. n. 50/2016 – Esclusione del concorrente – Accertamento in ordine all’esistenza della violazione. TAR CALABRIA, Catanzaro, Sez.1^ – 19 dicembre 2016, n. 2522
    APPALTI – Gravi illeciti professionali – Risoluzione anticipata di un precedente contratto di appalto – Art. 80, c. 5 d.lgs. n. 50/2016 – Giudizio ancora pendente – Effetti – Differenza rispetto al previgente art. 38, c. 1 d.lgs. n. 163/2006. TAR PUGLIA, Lecce, Sez. 3^ – 22 dicembre 2016, n. 1935
    APPALTI – Motivi di esclusione – Imprese riconducibili ad un unico centro decisionale – Offerte riferite a lotti diversi – Art. 80, c. 5, lett. m) d.lgs. n. 50/2016 – Inapplicabilità. TAR LAZIO, Roma, Sez. 2^ – 13 dicembre 2016, n. 12405
    APPALTI – Nuovo codice appalti – Meccanismi di tutela giurisdizionale – Esigenze di immediata definizione delle controversie – Lex specialis – Scelta del criterio di aggiudicazione – Immediata impugnazione – Criteri di aggiudicazione – Contratti relativi ai servizi ad alta intensità di manodopera – Art. 95, c. 3 d.lgs. n. 50/2016 – Portata autonoma e natura inderogabile – Utilizzo del criterio del minor prezzo – Preclusione – Art. 50 d.lgs. n. 50/2016 – Inserimento nel bando di specifiche clausole sociali – Mera facoltà. TAR LAZIO, Roma, Sez. 3^ ter – 13 dicembre 2016, n. 12439
    APPALTIPROCESSO AMMINISTRATIVO – Ricorso principale e ricorso incidentale paralizzante – Sentenza Corte di Giustizia del 5.4.2016 nella causa C-689/13 – Sentenza Ad. plenaria n. 9/2014 – Rapporto regola eccezione – Condizioni per l’esame contestuale dei ricorsi principale e incidentale. Con nota a sentenza CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. Un. 05 aprile 2016 C-689/13. TAR PUGLIA, Bari, Sez. 1^ – 30 dicembre 2016, n. 1460
    APPALTI – Tutela cautelare ante causam e monocratica d’urgenza – Impugnazione dell’aggiudicazione – Ipotesi in cui è ipotizzabile l’interesse alla tutela d’urgenza – Tutela cautelare tradizionale – Art. 32, c. 11 d.lgs. n. 50/2016 – Disciplina – Artt. 55, 119, c. 2, 120, c. 8 bis e 8 ter c.p.a., art. 9, c. 1 d.l. n. 133/2014 – Rito superaccelerato – Tutela cautelare ante causam e monocratica d’urgenza – Ammissibilità – Richiesta cautelare ex art. 55 c.p.a. – Inammissibilità – Ricorso proposto ex art. 120, cc. 2 bis e 8 bis – Domanda cautelare – Rito applicabile – Richiesta di misure cautelari – Motivazione rafforzata. TAR CAMPANIA, Napoli, Sez. 4^ – 20 dicembre 2016, n. 5852
    APPALTI – Verifica dell’anomalia dell’offerta – Offerta – Mancata osservanza degli obblighi retributivi minimi – Esclusione – Esito vincolato, indipendentemente dalla congruità dell’offerta valutata nel suo complesso – Novum rispetto alla pregressa disciplina. TAR CALABRIA, Reggio Calabria – 15 dicembre 2016, n. 1315
    * AREE PROTETTE – INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO – Installazione di antenne radio telefoniche – Piano del Parco – Individuazione di una zona idonea all’installazione – Interpretazione conforme al d.lgs. n. 259/2003. TAR MARCHE – 10 gennaio 2017
    BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Effettuazione di ricerche archeologiche senza autorizzazione – Rilevanza penale della condotta indipendentemente dal rinvenimento di oggetti – Reato di impossessamento di materiale archeologico ritrovato nel sottosuolo e appartenente allo Stato – Necessità della preventiva autorizzazione – Sanzioni penali e diversità delle due fattispecie – Artt. 175 e 176 D. Lgs. n.42/04 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Processo in appello – Inammissibilità del ricorso per cassazione – Maturazione del termine prescrizionale e cause di non punibilità a norma dell’art. 129 c.p.p. – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 05/12/2016 Sentenza n.51681
    BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Realizzazione di opere edili in zona paesaggistica vincolata e dichiarata di notevole interesse pubblico – Vincolo paesaggistico e oneri di comunicazione – Art. 44 lett. e) del D.P.R. 380/01 e 181 comma 1 bis lett. a) del D. Lgs. 42/04 – Decreto di imposizione del vincolo paesaggistico – Inosservanza della procedura preliminare alla approvazione dell’elenco – Violazione di norme sul procedimento cd. “non invalidanti” – Validità ed efficacia del vincolo – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Disapplicazione dell’atto amministrativo illegittimo da parte del giudice penale. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 02/12/2016 Sentenza n.51414
    * BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Valutazione paesistica – Coordinamento con la disciplina urbanistica delle aree edificabili – Prescrizioni limitative o mitigative. TAR LOMBARDIA, Brescia – 9 gennaio 2017
    * BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Beni archeologici –Scopritore – Rinvenimento nel proprio fondo – Premio – Ammontare – Art. 92 d.lgs. n. 42/2004. TAR UMBRIA – 6 dicembre 2016
    * CAVE E MINIERE – Materia delle cave – Ricomprensione nella matera urbanistica – Art. 133, c. 1, lett. f) c.p.a. – Contestazione della sanzione per coltivazione abusiva – Giurisdizione dell’A.G.O. – Provvedimento di sospensione dei lavori estrattivi – Giurisdizione del TAR. TAR CAMPANIA, Napoli – 13 dicembre 2016
    DIRITTO DEGLI ALIMENTI – TUTELA DEI CONSUMATORI – FAUNA E FLORA – Acque marine – Tutelare le risorse biologiche – Vendita di mitili della specie Venus Gallinae di dimensione inferiore a 2,5 cm. – Art. 7, lett. b) (oggi lettera a), d. lgs. 12 gennaio 2012, n. 4 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Vizi della motivazione e controllo del Giudice di legittimità – Presupposti e limiti – Profilo logico-argomentativo – Rilettura degli elementi di fatto – Esclusione – Diniego della concessione delle attenuanti generiche – Art. 131-bis cod. pen. – Criteri di valutazione e motivazioni – D. lgs. 16 marzo 2015, n. 28. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/01/2017 Sentenza n.76
    * DIRITTO DELL’ENERGIA – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Autorizzazione unica ex art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – Conferenza di servizi – Parere paesaggistico – Termini di efficacia previsti dall’art. 146 d.lgs. n. 42/2004 – Provvedimento conclusivo – VIA, VAS E AIA – Provvedimenti di autorizzazione adottati senza la previa valutazione di impatto ambientale – Art. 29, c. 1, d.lgs. n. 152/2006 – Annullabilità – Omessa tempestiva impugnazione – Definitività e inoppugnabilità – Conferenza di servizi – Art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – VIA – Condizione di legittimità. TAR LAZIO, Roma – 30 dicembre 2016
    * DIRITTO DELL’ENERGIA – Centrali a biomasse – Assimilazione tout court alle centrali termoelettriche previste dal DM 5.9.1994, con conseguente natura di industria insalubre – Illegittimità. TAR MARCHE – 7 gennaio 2017
    DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Attività processuale – Provvedimento di rinvio del processo per esigenze proprie della parte – Ruolo delle parti nel processo penale – Sospensione della prescrizione – CACCIA – Reato di cui all’art.30, L. n.157/1992 – Fattispecie: Caccia di esemplari di specie protetta (pettirossi) con mezzi non consentiti (trappole) e non ammessi (pasturazione). CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/12/2016 Sentenza n.53126
    DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Istituto della sospensione del procedimento con messa alla prova – Calcolo pena edittale detentiva – Fattispecie-base – Ininfluenza eventuali circostanze aggravanti – Art. 168-bis cod. pen. – Richiesta di sospensione del processo con messa alla prova – Ricorso per cassazione – Immediata ricorribilità dell’ordinanza di rigetto – Esclusione – Appellabilità unitamente alla sentenza di primo grado – Artt. 586 e 464-quater, comma settimo, cod. proc. pen. – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/01/2017 Sentenza n.651
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Abuso – Ordinanza di acquisizione gratuita al patrimonio comunale – Acquisto a titolo originario – Caducazione di ipoteca e degli eventuali pesi preesistenti – Anteriorità della relativa trascrizione e/o iscrizione – Irrilevanza – Pendenza della procedura esecutiva – Non inficia la legittimità dell’ordinanza di acquisizione. TAR SICILIA, Palermo – 16 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Approvazione di un piano attuativo di iniziativa privata – Comune – Discrezionalità valutativa – Valutazione di opportunità – Contrasto con le nuove scelte del piano regolatore generale in corso di formazione – VIA, VAS E AIA – Art. 11, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – PIano Urbanistico – VAS – Deve precedere l’approvazione del piano urbanistico – AREE PROTETTE – Ente Parco – Nulla osta di cui all’art. 13 l. n. 394/1991 – Iter di formazione di un piano attuativo – Non è richiesto – Rilascio del singolo titolo edilizio. CONSIGLIO DI STATO – 29 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Balconi e sporti – Esclusione dal computo delle distanze di cui all’art. 9 d.m. 1444/1968 – Condizioni – Rilascio del titolo abilitativo – Standard programmati – Art. 12, c. 2 d.P.R. n. 380/2001. CONSIGLIO DI STATO – 30 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Costruzioni adiacenti orizzontalmente (cd. case a schiera) – Artt. 1117 c.c. – Nozione di condominio – Applicabilità – Richiesta edificatoria prodotta da un condomino – Dissenso degli altri condomini – Comune – Verifica dell’effettiva disponibilità del bene oggetto dell’intervento edificatorio – Decoro architettonico delle facciate – Bene comune dell’edificio – Lavori – Assenso dell’assemblea dei condomini – Condominio – Distanze legali – Disciplina – Art. 1102 c.c. TAR CAMPANIA, Napoli – 29 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Lottizzazione abusiva – Successive alienazioni dei suoli – Affidamento dell’acquirente circa la non sanzionabilità – Inconfigurabilità – Illecito permanente e insanabile – Art. 30 d.P.R. n. 380/2001. TAR EMILIA ROMAGNA, Bologna – 12 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Piano attuativi di iniziativa privata – Conformità al piano regolatore – Approvazione – Atto dovuto – Inconfigurabilità – Potere discrezionale della Giunta – Conclusioni degli uffici tecnici – Discostamento motivato – E’ consentito. TAR VENETO – 14 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Piano attuativo – Art. 5, c. 13 “decreto sviluppo” – Approvazione – Competenza – Individuazione. TAR CAMPANIA, Napoli – 27 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Ravvedimento operoso dell’autore del’abuso e del proprietario del bene – Sanzione già applicata – Perdita del potere di esigere il pagamento – Amministrazione – Verifiche – Art. 34, c. 2 d.P.R. n. 380/2001. TAR LOMBARDIA, Brescia – 29 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reati edilizi – Difformità tra la normativa urbanistica ed edilizia e l’intervento realizzato – Ordine di demolizione delle opere abusive – Verifiche obbligatorie del giudice penale – Eventuale “disapplicazione” – Artt. 44, 93, 95 DPR n. 380/2001 – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Rivalutazione del compendio probatorio e perimetro della giurisdizione di legittimità – Preciso difetto del percorso logico argomentativo – Necessità. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 04/01/2017
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reato di costruzione abusiva – Natura permanente e momento di cessazione – Art. 44 lett. b) dpr 380/2001. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 04/01/2017
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Superamento delle barriere architettoniche – Art. 20, c. 1. l.r. Liguria n. 12/2015 – Illegittimità costituzionale – Costruzioni in zone sismiche – Art. 22 l.r. Liguria n. 12/2015 – Esclusione della preventiva autorizzazione sismica per gli interventi sul patrimonio edilizio soggetti a SCIA – Illegittimità costituzionale – Normativa riguardante le opere da realizzarsi in zona sismica – Oggetto – “Tutte le costruzioni” – Concetto trasversale e autonomo rispetto alle classificazioni edilizie – Interventi sul patrimonio esistente (manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione – Rientrano. CORTE COSTITUZIONALE – 16 dicembre 2016, n. 272
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Termine per la conclusione dei lavori – Sospensione automatica per caso di forza maggiore – Inconfigurabilità – Fattispecie: sequestro penale dell’aera interessata dall’intervento edilizio. TAR VALLE D’AOSTA – 5 dicembre 2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Valutazione della consistenza dell’intervento abusivo – violazioni urbanistiche e paesaggistiche – Speciale causa di non punibilità – Limiti di applicabilità – Poteri del giudice di merito – Reati di cui agli artt. 36, 44, 45, 64, 65, 71 e 72, 93 e 95 d.p.r. n.380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Accertamento in sanatoria – Richiesta di sospendere il procedimento penale in attesa della definizione del procedimento amministrativo – Poteri e obblighi del giudice – Art. 45 d.p.r. n.380/2001. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 12/12/2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Impianti produttivi – Procedura semplificata di variante urbanistica – Art. 8 d.P.R. n. 160/2010 – Convocazione della conferenza di servizi – SUAP – RUP – Valutazioni discrezionali – Esclusione. TAR CAMPANIA, Salerno – 15 dicembre 2016
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Definizione delle categorie di interventi edilizi – Regime dei titoli abilitativi – Principio fondamentale della materia “governo del territorio” – Legislatore regionale – Estensione della disciplina dell’edilizia libera a “interventi edilizi ulteriori” – Art. 6, c. 6 d.P.R. n- 380/2001 – Significato – Art. 4, c. 1, lettere a), b), c), d), h), m) l.r. Marche n. 17/2015 – Illegittimità costituzionale – Interventi di ristrutturazione edilizia leggera – Art. 6 c. 1, lett. c) e g) l.r. Marche n. 17/2015 – Questione di legittimità costituzionale – Infondatezza – Art. 6, c. 2 – Ristrutturazione pesante – Illegittimità costituzionale – Autorizzazione temporanea – Art. 9, cc. 1, , 2 e 6 l.r. Marche n. 17/2015 – Illegittimità costituzionale – Interventi in zone sismiche – Disposizioni contenute nel Capo IV della Parte II del d.P.R. n. 380/2001 – Valenza di principio fondamentale – Art. 12 l.r. Marche n. 17/2015 – Introduzione di deroghe alla disciplina degli interventi edilizi in zona sismica – Illegittimità costituzionale – Interventi sul patrimonio edilizio esistente – Ipotesi ricompresa nell’ambito di applicazione della disciplina degli interventi edilizi in zona sismica – Recupero dei sottotetti – Art. 13 l.r. Marche n. 17/2015 – Questione di legittimità costituzionale – Infondatezza. CORTE COSTITUZIONALE – 21 dicembre 2016, n. 282
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Edificio condominiale – Vedute aperte su parti di proprietà esclusiva – Distanze applicabili tra i condomini – Casi d’inapplicabilità della disciplina generale sulle distanze – Rispetto delle norme dettate per regolare i rapporti tra proprietà contigue – Artt. 1117, 1350, 2464, 1362, co. 2, 2702, cod. civ. – Art. 46 del d.P.R. n. 380/01. CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. 2^ 03/01/2017 Sentenza n.12
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA
    – Immobile abusivamente realizzato – Ultimazione dei lavori – Individuazione giuridica – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Attività edilizia illecita – Consumazione del reato urbanistico edilizio o ambientali – Natura permanente – Momento di cessazione della condotta antigiuridica – Artt. 44, comma 1, lett. c), d.p.r. n. 380/2001 – Art. 181, comma 1 d.lgs. n. 42/2004 – Subordine della sospensione condizionale della pena alla demolizione del manufatto – Acquisizione dell’immobile al patrimonio del Comune – Eliminazione delle conseguenze dannose del reato – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Attenuanti generiche – Poteri discrezionali del giudice di merito – Irrogazione della pena in una misura prossima al massimo edittale – Specifica e dettagliata motivazione – Necessità. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/11/2016 Sentenza n.48577
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Individuazione del responsabile del reato edilizio – Proprietario “estraneo” – Contributo soggettivo all’altrui abusiva edificazione – Reati a soggettività ristretta – Artt. 29 e 44 d.P.R. n. 380/2001 – Reati edilizi – Domanda di condono edilizio – Proprietario del terreno non committente – Responsabile dell’abuso edilizio – Elementi soggettivi e oggettivi – Fattispecie – Giurisprudenza – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Effetti della declaratoria di incostituzionalità (Corte cost. n. 56/2016) – Termine di prescrizione quinquennale – Parificazione delle condotte purchè non vengano superate le soglie volumetriche – Tutela del paesaggio – Ordine di rimessione in pristino dello stato dei luoghi a spese del condannato – Declaratoria di estinzione del reato per prescrizione – Art. 181, d. lgs. n. 42/2004. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/11/2016 Sentenza n.50499
    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Occupazione abusiva di un edificio – Edilizia residenziale pubblica – Stato di necessità – Presupposti e limiti – Compromissione del diritto di abitazione. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 2^ 02/01/2017 Sentenza n.4


    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA
    – Opera edilizia in zona sismica – Preventiva autorizzazione da parte del Genio civile – Necessità – Nozione di “costruzione” – Controlli sul rispetto della normativa in materia di costruzione in zone sismiche – Individuazione dei comuni e delle zone sottoposti alla legislazione antisismica – Presunzione di conoscenza della legislazione antisismica – Ignoranza della legge – Casi di oggettiva impossibilità di conoscenza del precetto – Criteri cd. soggettivi e oggettivi – Artt. 93, 94 e 95 D.P.R. n. 380/2001 – Fattispecie: muro di contenimento in cemento armato – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Revoca dell’ordinanza ammissiva di testi della difesa – Difetto di adeguata motivazione sulla superfluità della prova – Dichiarazione ed effetti – Nullità e sanatoria – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 21/11/2016 Sentenza n.49266


    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA
    – Manufatti su ruote – Nozione di precarietà – Struttura prefabbricata realizzati in zona sismica e sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale – Opera considerata unitariamente e non nelle sue singole componenti – Costruzione di un massetto – Artt. 44, lett. e), 64, 65, 71, 72, 93, 94 e 95, T.U. Edilizia – Condanna per reati edilizi – Manufatti abusivi – Subordine al beneficio della sospensione condizionale della pena alla demolizione – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Obbligo di motivazione – Artt. 164 c.1, 165c.1 e 165 c.2 c.p. – Reati edilizi – Particolare tenuità del fatto e reato permanente o plurime violazioni – Effetti giuridici – Art. 131-bis cod. pen. – Giudizio di legittimità – Rilettura degli elementi di fatto o valutazione delle prove – Esclusione – Apparato logico argomentativo sui vari punti della decisione – Verifiche – Art. 606, lett. e), cod. proc. pen.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/11/2016 Sentenza n. 50767
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Lottizzazione abusiva – Natura di reato a consumazione alternativa – Presenza di titolo abilitativo illegittimo – Configurabilità del reato urbanistico – Fattispecie: lottizzazione e progetto d’insieme – Artt. 30, 44, comma 1, e, del d.P.R. n. 380/2011 – Art. 181, comma 1-bis, del d.lgs. n. 42 del 2004 – Edificazione di un’area non urbanizzata – Necessità di un piano attuativo – Reato di lottizzazione abusiva configurabilità – Zone di nuova espansione o scarsamente urbanizzate – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Periculum in mora – Sequestro finalizzato alla confisca – Art. 321, c.2, cod. proc. pen. – Giurisprudenza – Fattispecie: reati di lottizzazione abusiva in zona sottoposta a vincoli sismico, paesaggistico, idraulico, idrogeologico e ferroviario. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/12/2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Dichiarazione di notevole interesse pubblico – Effetti della sentenza n. 56/2016 Corte costituzionale – Riqualificazione del reato – Annullamento per prescrizione – Revoca dell’ordine di riduzione in pristino impartito con la sentenza di primo grado – Fattispecie – Artt. 44, c.1, lett. e), e 95 d.P.R. n. 380/2001 – Art. 181, c.1-bis d.lgs. n. 42/2004 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Obbligo della immediata declaratoria di determinate cause di non punibilità in sede di merito e di legittimità – Art. 129, comma 2, cod. proc. pen. – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/12/2016

     

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Reati urbanistici ed edilizi – Riesame delle misure cautelari reali – Nozione di “violazione di legge” – Fattispecie: Trasferimento fittizio di beni immobili e mobili – Sequestro preventivo finalizzato alla confisca – Reati di cui agli artt. 44, lett. e), 93, 94, 95, d.P.R. n. 380/2001 e 181, d.lgs. n. 42/2004 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Motivazione assente (o materiale) – Motivazione apparente. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 12/12/2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Nozione di uso di “piccole aree a livello locale” – Valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente – V.I.A. – Piani e programmi obbligatoriamente soggetti ad una valutazione ambientale solo se gli Stati membri determinano che essi possono avere effetti significativi sull’ambiente – Validità alla luce del Trattato FUE e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea – Normativa nazionale che fa riferimento alla superficie delle aree interessate»«Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2001/42/CE – Fattispecie: progetto di interventi edilizi previsti su un’isola situata nella laguna di Venezia. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.3^ 21/12/2016
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Piano attuativo e schema di convenzione – Competenza del Consiglio comunale – Sottoscrizione della convenzione – Competenza del dirigente – Verifica della legittimità – Esercizio del potere di autotutela. CONSIGLIO DI STATO – 3 gennaio 2017
    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Violazioni edilizie – Intervento abusivo – Identificazione del committente – Materiale disponibilità del bene oggetto – Artt. 44 c.1 lett.b), e 95 del d.P.R.n. 380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Forma dell’impugnazione – Ricorso per cassazione – Critica specifica al provvedimento impugnato – Necessità – Possibilità di rilevare e dichiarare le cause di non punibilità – Limiti – Inammissibilità dell’impugnazione – Art. 129, 581, 591 c.p.p. – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 7^ 04/01/2017
    * FAUNA E FLORA – CACCIA Detenzione di parti di animali morti di fauna selvatica – CACCIA – Esercizio con con mezzi vietati – Sequestro probatorio (avente ad oggetto una pelle di tasso, una testa di cinghiale, due pelli di scoiattolo) – Reati di cui agli artt. 18, 21 e 30 Legge n.157/1992. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/12/2016
    * FAUNA E FLORA – Spettacoli circensi – Utilizzo di animali esotici – Comune – Individuazione di limiti temporali (dal 1° aprile al 1° ottobre) a tutela del benessere degli animali – Legittimità. TAR EMILIA ROMAGNA, Parma – 20 dicembre 2016
    FAUNA E FLORA – Danni procurati dal cane randagio – Risarcimento dei danni spetta all’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) – Responsabilità civile extracontrattuale ex art. 2043 c.c. – Pericolo occulto – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – DIRITTO SANITARIO – Responsabilità randagismo – Servizi Veterinari – Legge quadro n. 281/1991 – Anagrafe Canina – Competenze tra Comuni e Servizi Veterinari – Omissioni dell’uno o dell’altro Ente o di entrambi – Individuazione caso per caso – Responsabilità oggettiva ex art. 2052 c.c.. TRIBUNALE DI PALERMO CIVILE Sezione 3^, 23/09/2016 Sentenza n. 4580
    FAUNA E FLORA – CACCIA – Abbattimento fringillidi – Specie di cui è fatto divieto assoluto di caccia e specie cacciabili in deroga – Differenza – GIURISPRUDENZA – Art. 30 Legge n.157/1992. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/11/2016 Sentenza n.48579
    FAUNA E FLORA – Conservazione degli uccelli selvatici – Zone di protezione speciale – VIA VAS E AIA – Valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati – Conservazione degli habitat naturali – Inadempimento di uno Stato – Direttiva 2009/147/CE – Direttiva 85/337/CEE – Direttiva 92/43/CEE. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.5^ 24/11/2016 sentenza C-461/14

    FAUNA E FLORA – MALTRATTAMENTO ANIMALI – Utilizzo di un collare elettronico in grado di emettere una scossa – Configurabilità del delitto di maltrattamento di animali – Art. 727 cod. pen. –  CACCIA – Addestramento attraverso lo spavento e la sofferenza – Fattispecie. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29/11/2016 Sentenza n.50491

    INQUINAMENTO ACUSTICO – musica ad alto volume in appartamento – Disturbo al riposo e alle occupazioni dei vicini – Emissioni rumorose e violazione dell’art. 659 cod. pen. – Criteri per la configurabilità reato – Emissioni sonore prodotte dall’impianto stereo – Omissione di adottare le dovute cautele – Anche se solo due persone denunciano il fatto non può incidere sulla sussistenza del reato – Fattispecie – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Responsabilità genitoriale nei confronti dei figli minori – Obbligo di sorveglianza – Non impedire un evento che si ha l’obbligo giuridico di impedire equivale a cagionarlo – Art. 40, c.2, cod. pen. – DIRITTO PROCESSUALE CIVILE – Responsabilità civile per fatti illeciti commessi dal minore convivente – Onere della prova di non avere potuto impedire il fatto – Artt. 147 e 2048 cod. civ.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/12/2016 Sentenza n.53102
    * INQUINAMENTO ACUSTICO – Ordinanza ex art. 9 l. n. 447/1995 – Efficacia provvisoria – Carattere di temporaneità – Mancata indicazione del termine – Individuazione – Fenomeno di inquinamento acustico scaturente da inadempienza della P.A. – Omessa previsione, nel piano di zonizzazione acustica, di fasce “cuscinetto” – Inibizione dell’attività fonte di emissioni – Illegittimità. TAR CAMPANIA, Napoli – 30 dicembre 2016
    INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Sistema per lo scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra – Obbligo di restituire quote di emissioni per i voli tra gli Stati membri dell’Unione e la maggior parte degli Stati terzi – Articolo 1 Decisione n. 377/2013/UE – Deroga temporanea – Esclusione dei voli da e verso aeroporti situati in Svizzera – Disparità di trattamento tra Stati terzi – Principio generale della parità di trattamento – Inapplicabilità – Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2003/87/CE. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.4^ 21/12/2016 sentenza C-272/15
    * INQUINAMENTO DEL SUOLO – Bonifica – Voltura del decreto di bonifica per effetto di trasferimento delle aree interessate dalle attività di risanamento – Garanzie finanziarie – Carattere di accessorietà della fideiussione- Ministero dell’Ambiente – Imposizione, alla società alienante, di una responsabilità per fatto altrui, per gli inadempimenti agli obblighi di bonifica da parte delle società acquirenti – Illegittimità. TAR VENETO – 7 dicembre 2016
    * INQUINAMENTO DEL SUOLO – Accertato superamento delle CSC – Ordinanza ex art. 244 d.lgs. n. 152/2006 – Competenza – Provincia – Accertamento del nesso causale tra operatore e inquinamento – Principio del più probabile che non. TAR PIEMONTE – 16 dicembre 2016
    * INQUINAMENTO DEL SUOLO – RIFIUTI – Bonifica – Redazione del piano delle indagini – Curatore fallimentare – Legittimazione – Esclusione – Obbligazione derivante dalla necessità di bonificare l’area – Natura concorsuale – Ente pubblico – Insinuazione al passivo – Eccezioni. TAR LOMBARDIA, Brescia – 9 gennaio 2017
    PESCA – Accordo tra l’Unione europea e il Regno del Marocco relativo a misure di liberalizzazione in materia di agricoltura e di pesca – Decisione che approva la conclusione di un accordo internazionale – Ricorso di annullamento – Ricevibilità – Legittimazione ad agire – Applicazione territoriale dell’accordo – Interpretazione dell’accordo – Principio di autodeterminazione – Principio dell’effetto relativo dei trattati – Impugnazione – Relazioni esterne. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. Un. 21/12/2016 sentenza C-104/16 P
    * PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Accesso – Atti adottati nell’ambito di una procedura di liquidazione coatta amministrativa – Natura di atti amministrativi – Ostensibilità. TAR LAZIO, Roma – 13 dicembre 2016
    * PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Falsa attestazione di un funzionario comunale indotto da una falsa rappresentazione della realtà fornita dagli indagati – Dissequestro – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Rigetto sequestro – Impugnazione del decreto – Poteri del PM. – Ricorso per cassazione – Limiti – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Impianto di autolavaggio e reati ambientali e urbanistici – Sequestro preventivo – Artt. 321 e 322 bis cod. proc. pen.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/12/2016
    * RIFIUTI – Illegittima l’IVA sulla tassa rifiuti – La tariffa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani non è assoggettabile ad IVA – Natura di tributo della Tariffa – Inapplicabilità dell’IVA – Giurisprudenza – Gestione dei rifiuti e diritto comunitario – Recupero, riutilizzo, riciclaggio e smaltimento dei rifiuti – Tasse, tariffe, tributi – Competenti autorità nazionali – DIRITTO PROCESSUALE CIVILE – Debenza della tariffa di igiene ambientale (TIA – TARSU) – Conservazione della qualifica di tributo – Competenza della giurisdizione tributaria. CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. UNITE, 15/03/2016
    RIFIUTI – Tutela dell’ambiente – Accertamenti di Polizia Giudiziaria – Qualifica di polizia giudiziaria in capo al personale ARPA / A.r.p.a.t. – Competenze – D. M. n. 58/1997 – D. l. n. 496/1993 – RIFIUTI – Artt. 192, 256, d. lgs. n. 152/2006. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 28/11/2016 Sentenza n.50352
    * RIFIUTI – Art. 191 d.lgs. n. 152/2016 – Ricorso a speciali forme di gestione dei rifiuti – Ordinanze – Limite temporale – Principi di evidenza pubblica, rotazione tra gli operatori economici, concorrenzialità – Riconoscimento di un adeguato corrispettivo. TAR SICILIA, Catania – 14 dicembre 2016
    * RIFIUTI – Discarica – Destinazioni agricola – Compatibilità – Art. 6, c. 3 l.r. Liguria n. 39/2008 – Piani provinciali per la gestione dei rifiuti – Efficacia – Approvazione del nuovo Piano regionale – Fascia di rispetto autostradale – Realizzazione di una discarica a livello più basso della sede stradale – Applicabilità del vincolo. TAR LIGURIA – 14 dicembre 2016
    * RIFIUTI – Impianti di smaltimento dei rifiuti – Aree non idonee – Vuoto normativo determinato dalla mancata attuazione delle prescrizioni di cui all’art. 195, c. 1, lett. p) d.lgs. n. 152/2006 – Regione Lombardia – Programma regionale di gestione dei rifiuti – Individuazione del “fattore di pressione” – Criterio negativo di localizzazione – Straripamento di potere – Inconfigurabilità – Artt. 195, 1196 e 199 d.lgs. n. 152/2006 – Compatibilità – Programma regionale di gestione dei rifiuti – Natura di atto regolamentare – Esclusione – VIA, VAS E AIA – Autorità competente in materia di VAS in sede regionale – Art. 7 d.lgs. .n 152/2006 – Necessità di individuazione con legge regionale – Esclusione. CONSIGLIO DI STATO – 16 dicembre 2016
    * RIFIUTI – Piani di gestione dei rifiuti – Individuazione delle aree non idonee alla localizzazione degli impianti di recupero e smaltimento – Individuazione dei luoghi o impianti adatti – Competenze – Regime – Artt. 196 e ss. d.lgs. n. 152/2006 – Disciplina regionale – L.r. Piemonte n. 24/2002 – Provincia – Iter istruttorio – Contraddittorio con gli enti esponenziali dei territori coinvolti. TAR PIEMONTE – 2 gennaio 2017
    * RIFIUTI – Tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti – Determinazione con provvedimento urgente ai sensi dell’art. 191 d.lgs. n. 152/2006 – Illegittimità. TAR SICILIA, Palermo – 12 dicembre 2016
    * RIFIUTI – Mancanza di regolamenti comunitari o di decreti ministeriali relativi alle procedure di recupero di determinati rifiuti – Autorizzazioni – AIA – Valutazione casistica – Regioni – Definizione di criteri EoW (End of Waste) – Autorizzazioni di cui agli artt. 208, 209 e 211 d.lgs. n. 152/2006 – Rispetto dei criteri generali di cui all’art, 184-ter, c. 1. TAR VENETO – 28 dicembre 2016
    TUTELA DEI CONSUMATORI – Credito ai consumatori – Accordi di rateizzazione – Dilazione di pagamento senza spese – Intermediari del credito – Società di recupero che agiscono in nome dei creditori – Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2008/48/CE. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.3^ 08/12/2016 sentenza C-127/15
    * VIA, VAS E AIA – Fase preparatoria dello strumento urbanistico – VAS – Vaglio delle ripercussioni ambientali di ogni singola opera prevista – Esclusione – Valutazione complessiva delle scelte urbanistiche – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Art. 60 l.r. Toscana n. 1/2005 – Perequazione urbanistica – Obbligatorietà – Esclusione – Discrezionalità della P.A. – Limitazioni sostanzialmente espropriative – Soluzione perequativa. TAR TOSCANA – 28 dicembre 2016
    * VIA, VAS E AIA – RIFIUTI – Impianto di gestione di rifiuti non pericolosi – Procedimento autorizzativo – Progetto assentito sul piano edificatorio – Incardinazione della domanda di VIA – Applicabilità delle disposizioni, incompatibili con il progetto, recate dal nuovo piano regionale di gestione dei rifiuti, entrato in vigore in pendenza del procedimento – Limiti. TAR VENETO – 29 dicembre 2016
    * VIA, VAS E AIA – VIA – Discrezionalità dell’amministrazione – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Ministero dei beni culturali – Parere espresso nell’ambito del procedimento di compatibilità ambientale – Valutazione circa la compatibilità del progetto con i valori protetti – Bilanciamento o comparazione con interessi diversi dalla tutela del paesaggio – Non spetta. TAR MARCHE – 5 gennaio 2017
    * VIA, VAS E AIA – VIA – Studio di impatto ambientale – Artt. 21 e 23 d.lgs. n. 152/2006 – Artt. 5 e 8 l.r. Puglia n. 11/2001 – Prospettazione di alternative progettuali – Proponente – Composizione del Comitato per la VIA – Art. 28 l.r. Puglia n. 11/2001 – Decesso di taluno dei componenti – Paralisi dell’organo collegiale – Esclusione – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Principio tempus regit actum. CONSIGLIO DI STATO – 16 dicembre 2016
    * VIA, VAS E AIA – VAS – Verifica del rispetto dell’equa distribuzione dei vantaggi connessi all’attività economica – Analisi di fattibilità economica – Art. 4, c. 3 d.lgs. n. 152/2006 – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Art. 60 l.r. Toscana n. 1/2005 – Tipologie di modalità perequative – Tassatività – Esclusione – Regolamento urbanistico – Previsione di un atipico procedimento perequativo – Possibilità – Aleatorietà e non sostenibilità economica in concreto – Effetti. TAR TOSCANA – 28 dicembre 2016
    VIA VAS E AIA – Valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati – Progetto sottoposto alla valutazione – Accordo europeo sulle grandi strade a traffico internazionale (AGR) – Rinvio pregiudiziale – Allegato I, punto 7 Direttiva 2011/92/UE – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Nozione di «costruzione» – Realizzazione di opere prima inesistenti o modifica di opere preesistenti – Caratteristiche dell’opera – Fattispecie: Ampliamento di una strada a quattro corsie su una lunghezza di meno di 10 km – DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Competenza giudice del rinvio. CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.6^ 24/11/2016 sentenza C-645/15
    VIA, VAS E AIA – VIA – Pronuncia di esclusione di VIA – Art. 2, c. 1, lett. h), n. 3 l.r. Puglia n. 17/2007 – Efficacia triennale – Illegittimità costituzionale. CORTE COSTITUZIONALE – 15 dicembre 2016, n. 267

    Dottrina
    Il notaio deve essere sospeso dalla professione se non rispetta la terzietà rispetto all’atto da rogare. LUIGI IOVINO

    Brevi considerazioni su informativa antimafia e rating di legalità ed aziendale nella prevenzione delle infiltrazioni criminali nei contratti pubblici. GAETANO ARMAO

    AGRICOLTURA, CRISI ALIMENTARE E MODELLO COOPERATIVO: BREVI RIFLESSIONI MARIAGRAZIA ALABRESE

    Riviste Ipsoa

    Urbanistica e appalti

    11/2016

    I contratti misti nel codice del 2016

    Il soccorso istruttorio a pagamento

    La concorrenza nelle concessioni demaniali marittime

    Il Foro Italiano

    Anno CXLI – n. 11 – novembre 2016
    Si segnala all’attenzione dei lettori:
    Corte Cost. 1° giugno 2016, n. 126 (I, 3409) sulla legittimazione all’azione di risarcimento del danno ambientale

    Trib. Milano 28 settembre 2016 (I, 3594): diritto all’oblio

    Trib. Bari 24 giugno 2016 (I, 3613): ancora su Punta Perotti in Bari

    QuotidianoLegale
    UNIONE EUROPEA: nuove norme sull’inquinamento atmosferico. TRIBUTARIO: Non bastano i soli controlli bancari per giustificare l’accertamento nei confronti dei professionisti.

    AGENZIA ENTRATE: “Scrivania del Territorio”, il software che assiste i professionisti con le pratiche di aggiornamento catastale.

    CdS: Parere in ordine allo schema di regolamento in materia di attività di vigilanza sui contratti pubblici.

    AGENZIA ENTRATE: dichiarazione di successione e domanda di volture catastali direttamente on line.

    AGENZIA ENTRATE: Aggiornamento banche dati del Catasto terreni anno 2016.

    AGENZIA ENTRATE: Modello Irap 2017 online la bozza con le novità.

    AGENZIA ENTRATE: Assistenza fiscale, ipotecaria e catastale, patto di qualità con i contribuenti.

    APPALTI: affidamenti di contratti pubblici mediante ‘adesione postuma’ a gare bandite da altra stazione appaltante.

    ANAC: Linee guida su affidamento servizi ingegneria e architettura e sul Responsabile unico del procedimento.

    Carta d’Identita’ Elettronica 2017 come ottenerla.

    ANAC FOIA LINEE GUIDA accesso civico generalizzato e obblighi di pubblicazione dlgs. 97/2016.

    Anac e Autorità energia firmano protocollo d’intesa su contratti pubblici, trasparenza e anticorruzione.

    APPALTI per la Presidenza italiana del G7: firmato accordo di vigilanza collaborativa.

    Corte Costituzionale: “È la garanzia dei diritti incomprimibili ad incidere sul bilancio, e non l’equilibrio di questo a condizionarne la doverosa erogazione” di Carlo Rapicavoli

    RIFIUTI: Assolvimento dell’IVA mediante “reverse charge” ad aliquota ordinaria.

    Autorità Nazionale Anticorruzione: la Delibera sul conflitto di interesse per la nomina del capo della Direzione Turismo di Roma Capitale.

    Nessuna presunzione di intestazione fittizia nel sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente.

    SICUREZZA SUL LAVORO: DVR obbligo della valutazione di rischi collegati allo stress lavoro.

    ANAC: Prevenzione della corruzione in ambito sanitario.

    TRIBUTARIO: Spetta al contribuente l’onere di provare i componenti negativi del reddito di impresa. di Fulvio Graziotto

    ANAC: Prezzi di riferimento del servizio di ristorazione.

    Area sottoposta a vincolo paesaggistico: Permesso di costruire per realizzare una piscina.

    Newsletter del 13 dicembre 2016 n.35 – ANNO XVI n. 35/2016
    Normativa
    OGM Decreto Legislativo 14 novembre 2016, n. 227 Attuazione della direttiva (UE) 2015/412, che modifica la direttiva 2001/18/CE per quanto concerne la possibilita’ per gli Stati membri di limitare o vietare la coltivazione di organismi geneticamente modificati (OGM) sul loro territorio. (GU n.288 del 10-12-2016)
    Giurisprudenza

    * ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Impianti di autolavaggio – Natura di insediamenti produttivi – Qualità inquinante delle acque – Sversamento sul suolo – Acque reflue industriali – Configurabilità del reato – Artt. 74, 133, 137, 256, c.1, d.lgs. n. 152/2006 – GIURISPRUDENZA – Acque reflue provenienti dallo svolgimento dell’attività produttiva dell’autolavaggio – Nozione di acque reflue industriali – Attività artigianali e prestazioni di servizi – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Prova “decisiva” e inammissibilità dei motivo di ricorso – Art. 606 lett. d) cod. proc. pen. – Mancata concessione della sospensione condizionale della pena – Poteri del giudice. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/12/2016

    * APPALTI – Art. 216 d.lgs. n. 50/2016 – Bandi pubblicati anteriormente alla data di entrata in vigore del nuovo codice appalti – Applicazione di singole disposizioni del codice secondo il principio tempus regit actum – Preclusione. TAR TOSCANA – 12 dicembre 2016

    APPALTI – Rito cd. superaccelerato – Art. 120, cc. 2 bis e 6 bis c.p.a. – Sospensione feriale – Applicabilità – Impugnazione congiunta dei provvedimenti di aggiudicazione definitiva e di ammissione dell’aggiudicatario – Possibilità – Domande assoggettate a riti caratterizzati da un diverso grado di specialità (art. 120, cc. 6 e 6 bis c.p.a.) – Prevalenza del rito disciplinato dal comma 6. TAR PUGLIA, Bari, Sez. 1^ – 7 dicembre 2016, n. 1367

    APPALTI – Principio della suddivisione in lotti – Art. 51 d.lgs. n. 50/2016 – Derogabilità – Adeguata motivazione – Richiesta di un fatturato medio annuo, in servizi corrispondenti, pari a € 2.800.000 – Lesione del principio di libera concorrenza (art. 30 d.lgs. n. 50/2016) – Inconfigurabilità. TAR TOSCANA, Sez. 3^ – 12 dicembre 2016, n. 1755

    * APPALTI – Principio di tassatività delle cause di esclusione – Art. 83 d.lgs. n. 50/2016 – Superamento della lunghezza massima dell’offerta – Esclusione – Illegittimità. TAR LOMBARDIA, Milano – 30 novembre 2016

    APPALTI – Indicazione degli oneri di sicurezza aziendali – Art. 95, c. 10 d.lgs. n. 50/2016 – Elemento essenziale dell’offerta economica – Soccorso istruttorio – Non è invocabile – Gara indetta ai sensi della normativa di cui al d.lgs. n. 50/2016 – Indicazione degli oneri di sicurezza aziendali in sede di predisposizione dell’offerta economica – Mancato aggiornamento delle schede di offerta presenti nella procedura del MEPA – Affidamento incolpevole – Inconfigurabilità – Requisito dell’esperienza – Riferibilità al personale della società concorrente. TAR MOLISE, Sez. 1^ – 9 dicembre 2016, n. 513

    APPALTI – Raggruppamenti di tipo orizzontale e verticale – Art. 48 d.lgs. n. 50/2016 – Distinzione – Presupposto – Indicazione, nel bando di gara, delle prestazioni principale e secondaria. TAR CAMPANIA, Salerno, Sez. 1^ – 9 dicembre 2016, n. 2631

    * BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Reato di impossessamento illecito di beni culturali – Ritrovamento di beni archeologici – Configurazione dell’elemento soggettivo del reato – Condotta tenuta – Dolo generico – Inversione dell’onere della prova – Articolo 176 del decreto legislativo n. 42/2004 – Giurisprudenza – Nozione di bene culturale – Interesse culturale oggettivo – Caratteristiche della res – Requisiti peculiari attinenti alla tipologia, alla localizzazione, alla rarità e ad altri analoghi criteri – Formale provvedimento dell’autorità amministrativa – Ininfluente – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Correlazione tra imputazione contestata e sentenza – Violazione del principio – Rapporto di diversità o di inconciliabilità sostanziale – Pregiudizio – Fattispecie: ricerche archeologiche non autorizzate – Art. 521 codice di procedura penale. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/12/2016

     

    CACCIA – MALTRATTAMENTO ANIMALI – Crudeltà in danno di animali – Videoregistrazioni effettuate dai privati – Utilizzazione probatoria e processuale dei filmati – Processo per bracconaggio – Art. 234 cod. proc. pen. – Art. 30 c.1 lett. a) e h) L. n.157/92 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Sindacato della Corte di Cassazione – Limiti – Art. 606, lett. e), cod. proc. pen. – Giurisprudenza – Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto – Presupposti – Fattispecie: esclusione della causa di punibilità per particolare tenuità del fatto rilevata in una videoregistrazione. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/11/2016 Sentenza n.46156

    * DIRITTO DELL’ENERGIA – Impianti eolici – Tendenza legislativa di favore – Installazione in zona industriale – Valutazione negativa – Motivazione. TAR SARDEGNA – 5 dicembre 2016

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Distanze tra costruzioni – Regime della cd. doppia tutela – DIA/SCIA – Istanza del terzo per l’esercizio del potere inibitorio – Rispetto del termine di sessanta giorni – Potere inibitorio puro – Potere di autotutela- Interventi di ristrutturazione edilizia – Art. 3, c. 1, lett. d) d.P.R. n. 380/2001 – Immobili sottoposti a vincolo – Rispetto della sagoma preesistente – Intervento ricadente in aree vincolata ed eccedente il limite della sagoma – Nuova costruzione – Distanze tra costruzioni – Interventi di ristrutturazione edilizia che determinano la creazione di un fabbricato del tutto diverso – Rispetto. TAR LOMBARDIA, Milano – 30 novembre 2016

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Contributo di costruzione – Ritardo o omesso pagamento – Infruttuosa scadenza di singoli ratei del pagamento dilazionato – Omessa escussione della garanzia fideiussoria – Applicabilità della sanzione – Fondamento. CONSIGLIO DI STATO, Adunanza Plenaria – 7 dicembre 2016, n. 24

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Disciplina antisismica – Redazione di un progetto – Responsabilità e compiti del progettista – Responsabilità del direzione dei lavori – Presupposti per il concorso nel reato – Nesso di causalità tra la redazione del progetto e l’attività di attuazione dello stesso – Apporto concreto ed ulteriore – Necessità – Interventi edilizi in zone sismiche – Individuazione delle responsabilità – Concorso dell’extraneus nei reati – Presupposti – Profili oggettivi e soggettivi – Dolo o colpa – Contributo causale alla realizzazione dell’evento – Necessità – Artt. 29, 93, 94 e 95 d.P.R. 380/2001. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/11/2016

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Edificazione abusiva – Permanenza del reato – Termine della permanenza – Calcolo della prescrizione – Articoli 44, lettera c), d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 e 181 decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/12/2016

    * DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Costruzione residenziale – Idoneità all’uso abitativo – Art. 5 d.m. 5.7.1975 e art. 20 d.P.R. n. 380/2001 – Mancanza dei requisiti di conformità alle norme igienico-sanitarie – Permesso di costruire, anche in sanatoria – Diniego – Fattispecie: edificio ad uso residenziale privo di finestrature. TAR PUGLIA, Bari – 28 novembre 2016

    DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Tettoia – Mancanza di una propria individualità fisica e strutturale – Necessità del permesso di costruire – Nozione tecnico-giuridica di pertinenza – Esclusione – Artt. 44 lett. e), 64, 71, 65, 72, 95 d.P.R. n. 380/2001 – Art. 181, c.1 bis, d.lgs. n. 42/2004. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/11/2016 Sentenza n.48300

    * INQUINAMENTO ACUSTICO – Nuovi insediamenti residenziali prossimi a opere potenzialmente inquinanti – Valutazione previsionale di clima acustico – L.r. Lombardia n. 10/2001 – Mancato rispetto delle norme relative ai requisiti acustici passivi – Responsabilità di progettista, impresa edile, direzione dei lavori, acquirente e Comune – Fascia di rispetto delle ferrovie – Interventi edilizi – Autorizzazione alla riduzione delle distanze legali – Esiti delle misurazioni fonometriche – Verifica del rispetto dei limiti acustici – Interventi a carico del titolare della concessione edilizia – Applicazione analogica alle tramvie – Superamento dei limiti acustici in conseguenza di una non corretta pianificazione urbanistica – Provvedimento sanzionatorio e ordine di procedere a bonifica acustica – Illegittimità. TAR LOMBARDIA, Brescia – 7 dicembre 2016

    * INQUINAMENTO ACUSTICO – Piano di classificazione acustica – Preesistenti destinazioni d’uso del territorio – Art. 4 l. n. 447/1995 – Discrezionalità tecnica – Accertamento dei presupposti di fatto – Preuso del territorio – Finalità di orientamento dello sviluppo urbanistico – Estraneità – Principi di proporzionalità e ragionevolezza – Attività economiche precedentemente insediate sul territorio. TAR TOSCANA – 12 dicembre 2016
    RIFIUTI – Trasporto di rifiuti – Giudizio sulla tenuità del fatto – Art. 256, comma 1 d.lgs. n.152/06 – Presupposti per l’applicabilità della causa di non punibilità – Valutazione della modalità della condotta e l’esiguità del danno o del pericolo – Art. 133, c.1°, cod. pen. – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Requisiti della motivazione in genere – Controllo critico sulla sussistenza di un valido percorso giustificativo – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/11/2016 Sentenza n.48317

    RIFIUTI – Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti – Rifiuti identificati da un falso CER – Momento consumativo del delitto – Pluralità di condotte – Fattispecie – Artt. 258, 260 d.lgs. 3 aprile 2006 n. 152 – Attività organizzata di gestione dei rifiuti – Presupposti identificativi – C.d. attività clandestina – Inosservanza delle prescrizioni delle autorizzazioni – Effetti – Requisito dell’abusività della gestione – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Riconoscimento delle attenuanti generiche – Presupposti e aspetti della valutazione. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/11/2016 Sentenza n.47959

    RIFIUTI – Deposito incontrollato di rifiuti speciali non pericolosi – Veicolo in stato di abbandono – Esonera il giudice dalla necessità di indagare l’intenzione del detentore – Caratteristiche di rifiuto normativamente stabilite – Onere dell’interessato fornire la prova rigorosa della sussistenza dei presupposti per escludere la natura di rifiuti – Artt. 182, 183, 256, 258 D.Lgs. 152/2006 – Attività di raccolta di rifiuti – Differenza tra deposito incontrollato e deposito temporaneo – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/11/2016 Sentenza n.47262

    RIFIUTI – Codici a specchio – Classificazione dei rifiuti – Compete al detentore del rifiuto – Rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo – DIRITTO SANITARIO – Gestione dei rifiuti sanitari provenienti da vari ospedali – Legislazione comunitaria – Art. 260 d.lgs. n.152/2006 – Classificazione corretta dei rifiuti – Codici “a specchio” – Criteri di individuazione – Catalogo Europeo dei Rifiuti – Rifiuti pericolosi o non pericolosi – Assegnazione di un CER corretto ad un rifiuto – In assenza va classificato come pericoloso – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Riesame delle misure cautelari reali – Ricorso per cassazione in materia di sequestro preventivo o probatorio – Limiti – Nozione di “violazione di legge” – Artt. 325 e 606 cod. proc. pen.. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/11/2016 Sentenza n.46897

    RIFIUTI – Valutazione soggettiva di rifiuti – Esclusione – Nozione oggettiva di rifiuto – Artt. 183 e 260 d.lgs. n.152/06 – Deposito temporaneo – Caratteristiche e presupposti di legge – Stato di emergenza in materia di rifiuti nella regione Sicilia – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Opere abusive – Subordinazione del beneficio della sospensione condizionale della pena alla demolizione – Soggetto legittimato al rispetto dell’ordine di demolizione – Proprietario, ma anche colui che materialmente dispone delle opere – Direttore dei lavori o esecutori materiali adempimento subordinata alla volontà del proprietario – Artt. 44, lett. b), 93, 94 e 95 d.PR. n.380/01. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/11/2016 Sentenza n.48316

    * RIFIUTI – Estrazione di prodotti energetici – Agenzia delle Dogane – Inibizione dell’attività – Contrasto con l’art. 12, c. 1, l. n. 212/2000 – Presenza di sostanze pericolose in quantità superiori ai limiti consentiti – Provvedimenti finalizzati al perseguimento di un “interesse fiscale” – Estraneità. TAR SARDEGNA – 10 novembre 2016

    SICUREZZA SUL LAVORO – Sicurezza e la salute dei lavoratori – Documento valutazione rischi DVR – Elaborazione del documento – Assenza – Regolare manutenzione tecnica – Artt. 29, 55, 63, 64, 68 D.L.vo n.81/2008 – Giurisprudenza. CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/12/2016 Sentenza n.51899

    * VIA, VAS E AIA – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Art. 2 l. n. 241/1990 – Interesse all’avvio del procedimento di verifica di assoggettabilità a VAS – Tutelabilità – Azione ex art. 117 c.p.a. per l’accertamento dell’obbligo di provvedere. TAR PUGLIA, Bari – 2 dicembre 2016

     GRATIS DropBox: Porta sempre con te i documenti, le foto i files e utilizzali ogni volta che ne avrai bisogno sia dal pc sia dal telefono. Registrati gratuitamente!

    Dropbox – installa il programma sul desktop dalla News Letter di AmbienteDiritto e riceverai 500 MB di spazio extra.

    QR Code – Take this post Mobile!
    Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

    Info sul autore

    Articoli Scritti : 1027

    Lascia un comment

     

    © AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

    Torna in cima
    UA-31664323-1