LAVORATORI IRREGOLARI: La presenza non giustifica automaticamente l’accertamento induttivo.

Il giudice tributario deve illustrare gli elementi fattuali e l’iter logico che hanno condotto a ritenere sussistenti i caratteri di gravità e sufficienza, tali da far ritenere l’intera contabilità complessivamente ed essenzialmente inattendibile, che giustifichino l’accertamento induttivo.   Decisione: Sentenza n. 2466/2017 Cassazione Civile – Sezione V Classificazione: Tributario   Il caso. Una SRL, a seguito di ispezione congiunta della Direzione Provinciale del Lavoro e dell’INPS, dalla quale emergeva la presenza di lavoratori irregolari, si vedeva notificare avviso di accertamento ai fini delle imposte dirette e dell’IVA. La società impugnava l’atto, e la Commissione Tributaria Provinciale riduceva del 50%...

Read More