You Are Here: Home » 2016 » marzo

REFERENDUM TRIVELLE: “FAR WEST NEI MARI ITALIANI, 100 PIATTAFORME A GAS E PETROLIO SENZA ALCUN CONTROLLO”

  Nei mari italiani operano circa 100 piattaforme, a gas e petrolio, del cui impatto ambientale non si ha alcuna stima, misurazione o controllo. Greenpeace denuncia questa incredibile mancanza di supervisione dell’attività delle compagnie petrolifere nei nostri mari, precisando di avere appreso questa situazione da una nota stampa dell’ENI, proprietaria di gran parte degli impianti.   Questo l’ant ...

Read more

Il principio del favor rei sulle sanzioni Consob è applicabile solo quando sono particolarmente rilevanti.

In tema di sanzioni amministrative non è applicabile il principio del favor rei, perché opera il principio tempus regit actum. Né l'applicazione delle sanzioni amministrative fa scattare il divieto del ne bis in idem, a meno che le sanzioni siano particolarmente rilevanti così da assumere una funzione afflittiva paragonabile a quella penale. Decisione: Sentenza n. 4114/2016 Cassazione Civile - Sezione I Il ...

Read more

FUMO PASSIVO: il datore di lavoro risponde per i danni se non prova di aver sanzionato i trasgressori.

In tema di danno da cd. fumo passivo, il generico richiamo a circolari e disposizioni organizzative interne, senza l'allegazione di sanzioni disciplinari effettivamente comminate ma solamente ipotizzate, non sono idonei a dimostrare l'esistenza di una causa non imputabile al datore di lavoro.   Decisione: Sentenza n. 4211/2016 Cassazione Civile - Sezione I   Il caso. A una giornalista era stato ri ...

Read more

DICHIARAZIONE FRAUDOLENTA: fatture di acquisto emesse in regime di non imponibilità IVA inconfigurabilità del reato.

Per gli acquisti IVA non imponibili non configurabile il reato di dichiarazione fraudolenta L'uso improprio del regime previsto dall'art. 8 bis del D.P.R. n. 633/1972 può rilevare in sede tributaria, ma non attribuisce rilevanza penale per il delitto di dichiarazione fraudolenta perché non vi è stata alcuna attività posta in essere per ostacolare l'accertamento, né indicazione nella dichiarazione IVA di un ...

Read more

CANONE RAI: on line il modello per non pagare se non dovuto.

È disponibile in rete il modello con cui i titolari di un contratto di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare di non possedere un apparecchio televisivo. Si tratta di una dichiarazione sostitutiva che se non veritiera comporta delle sanzioni anche penali (articoli 75 e 76 del DPR n.445/2000). Inoltre, il modello può essere presentato anche per segnalare che il cano ...

Read more

SPRECHI ALIMENTARI: la campagna europea Spreco Zero

Quest'anno particolare attenzione sarà dedicata agli sprechi alimentari nelle famiglie attraverso i diari dove saranno annotati i cibi gettati, la loro quantità ma anche le modalità di smaltimento Agli inizi di febbraio, Last Minute Market ha annunciato l'avvio della 6 edizione della campagna europea di sensibilizzazione “Spreco zero. Un anno contro lo spreco”. L'iniziativa, attiva dal 2010, quest'anno pone ...

Read more

IL GOVERNO AFFOSSA LE RINNOVABILI, PERSI INVESTIMENTI E MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO PER FAVORIRE TRIVELLE E FONTI FOSSILI.

    Un governo ostile alle fonti rinnovabili. È il quadro che emerge dal rapporto “Rinnovabili nel mirino” appena pubblicato da Greenpeace sui provvedimenti attuati dal governo Renzi a sfavore del fotovoltaico e dell’eolico, che hanno già portato a una fuga di investimenti, alla perdita di migliaia di posti di lavoro e a nessun beneficio sulle bollette degli italiani.   Secondo i dati riporta ...

Read more

REFERENDUM TRIVELLE: IL MINISTERO PER L’AMBIENTE RENDA PUBBLICI I DATI DEL MONITORAGGIO AMBIENTALE DELLE PIATTAFORME IN MARE

Greenpeace si unisce all’appello delle Regioni promotrici del referendum contro le trivelle che oggi, con una lettera inviata al Ministero per l'Ambiente, hanno chiesto al governo e allo stesso Ministero di rendere pubblici i dati del monitoraggio ambientale delle piattaforme operanti nei mari italiani.   La lettera delle Regioni prende spunto dal rapporto "Trivelle Fuorilegge" realizzato da Greenpeace ...

Read more

APPALTI PUBBLICI: il DURC deve essere regolare fin dall’offerta.

Il Consiglio di Stato in Adunanza Plenaria ha chiarito che non sono consentite regolarizzazioni postume della posizione previdenziale, dovendo l’impresa deve essere in regola con l'assolvimento degli obblighi previdenziali ed assistenziali fin dalla presentazione dell'offerta e conservare tale stato per tutta la durata della procedura di aggiudicazione e del rapporto con la stazione appaltante, restando dun ...

Read more

IL PIANO DI RISANAMENTO NON EVITA LA BANCAROTTA.

Il piano di risanamento ex art. 67, comma 3, Legge Fallimentare, deve essere idoneo a consentire il risanamento dell'impresa e redatto in una prospettiva di continuazione dell'attività, e non già in funzione della sua liquidazione al di fuori di qualsiasi controllo pubblico. Quando il piano è strumentale o meramente dilatorio, non esclude la configurabilità del reato di bancarotta Decisione: Sentenza n. 892 ...

Read more

DIGITALE PER START UP INNOVATIVE approvato il modello di atto costitutivo.

Con il Decreto 17 febbraio 2016, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 56 dell’8 marzo 2016, il Ministero dello sviluppo economico ha introdotto le regole che consentono la costituzione di start-up innovative nella forma di società a responsabilità limitata tramite documento informatico firmato digitalmente, senza quindi l’ausilio del notaio, e nel contempo è stato anche approvato il modello standard tipizzat ...

Read more

RIMBORSO IVA: il diritto sorge con l’indicazione del credito in dichiarazione e si prescrive in 10 anni.

In tema di rimborso IVA, il termine di decadenza biennale è residuale e si applica solo quando il contribuente non ha indicato il credito nella dichiarazione; in tale ultimo caso, la presentazione del modello con il quale si chiede il rimborso è una mera condizione di esigibilità del credito ed è soggetta all'ordinario termine di prescrizione decennale. Decisione: Sentenza n. 4145/2016 Cassazione Civile - S ...

Read more

Clausole abusive nei contratti coi consumatori rilevabili d’ufficio dal giudice.

  Nei casi in cui l'autorità investita della domanda d'ingiunzione di pagamento non sia competente a valutare il carattere abusivo di una clausola in un contratto tra "professionista" e consumatore ai sensi della Direttiva UE 93/12, tale valutazione compete al giudice dell'esecuzione. Decisione: Sentenza della Corte di Giustizia UE nella causa C-49/14 Il caso. Un consumatore spagnolo aveva contratto un ...

Read more

Acquisto bonds e intermediario: forma scritta necessaria solo per il contratto-quadro dell’operazione di investimento.

  I singoli ordini di investimento sono validi e non richiedono la forma scritta, che è richiesta dall'art. 23 del t.u.f. solo per il contratto-quadro che disciplina lo svolgimento successivo del rapporto. Decisione: Sentenza n. 2816/2016 Corte di Cassazione Civile - Sezione I   Il caso. Una cliente della banca, che aveva acquistato bonds argentini, si era rivolta al Tribunale che aveva dichiarato ...

Read more

Risarcimento del danno da mancata OPA obbligatoria

Gli azionisti, che hanno perso una possibilità di guadagno per violazione dell'obbligo di offerta pubblica di acquisto, hanno diritto al risarcimento del danno. Decisione: Sentenza n. 2665/2016 Cassazione Civile - Sezione I   Il caso. I soci di minoranza di una compagnia assicurativa si sono visti rigettare la richiesta di risarcimento avanzata nei confronti dei soci scalatori che non avevano proceduto ...

Read more

FALLIMENTO: trasferimento all’estero della società, sede effettiva e giudice competente.

Se viene accertato l'effettivo trasferimento dell'attività all'estero, quando la società costituita in Italia ha trasferito la sede all'estero il giudice italiano difetta di giurisdizione. Decisione: Sentenza n. 3059/2016 Corte di Cassazione - Sezioni Unite Civili Il caso. La Corte di Appello di Milano revocava la sentenza con la quale il Tribunale aveva dichiarato il fallimento di una SRL su istanza del pu ...

Read more

REFERENDUM 17 APRILE 2016 TRIVELLE, ancora ostacoli i consigli comunali dovranno tacere.

Referendum No Triv, i consigli comunali dovranno tacere e scoppia la polemica, colpa della Legge 22 Febbraio 2000, n. 28 nata e interpretata male (in violazione dell’autonomia degli enti tutelati dalla Carta Costituzionale). Il divieto è incluso e ribadito in una nota del ministero degli Interni si riporta di seguito il comunicato stampa dell'Anci Sicilia. Referendum trivelle, la campagna elettorale chiama ...

Read more

REFERENDUM DEL 17 APRILE 2016: FERMIAMO LE TRIVELLE

Sul referendum si sta facendo troppa poca informazione. E visti i tempi ridottissimi della campagna referendaria – imposti dal governo per scongiurare il quorum – si rischia di arrivare alla data del voto con una buona parte dell’opinione pubblica poco o per nulla informata. Greenpeace considera questa strategia di strisciante sabotaggio del voto referendario un atteggiamento lesivo della democrazia. Per qu ...

Read more

REATO DI OMESSO VERSAMENTO DI RITENUTE non è retroattiva l’irrilevanza della certificazione.

Per la Cassazione, il nuovo reato di omesso versamento di ritenute, che non richiede più la prova della certificazione, non può applicarsi agli illeciti commessi prima delle modifiche ad opera del Decreto Legislativo n. 158/2015. Decisione: Sentenza n. 7884/2016 Cassazione Penale - Sezione III Il caso. Il legale rappresentante di una cooperativa che non aveva versato le ritenute per l'anno 2008 per oltre 30 ...

Read more

MUOS: Intervento edilizio abusivo in area sottoposta a vincolo paesaggistico sequestro legittimo.

  CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 10/03/2016 (ud. 21/01/2016) Sentenza n.9950   BENI CULTURALI E AMBIENTALI - Mobile User Objective System (cd. MUOS) - Intervento edilizio abusivo in area sottoposta a vincolo paesaggistico - Sequestro preventivo per reati paesaggistici - Requisito dell'attualità del pericolo indipendentemente dall'essere l'edificazione ultimata o meno - Rischio di offesa al territor ...

Read more

SEQUESTRO PREVENTIVO estensione alla società incorporante.

  Nel caso di sequestro preventivo finalizzato alla confisca operato a carico della società incorporata, se il giudice penale prova la mancata buona fede della incorporante e il vantaggio conseguito dalla società incorporante, la misura si estende anche a quest'ultima.   Decisione: Sentenza n. 4064/2016 Cassazione penale - Sezione V. Il caso. Una banca, successivamente incorporata, aveva subito il ...

Read more

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: reato di concussione se il pubblico ufficiale “minaccia/non minaccia” controlli (c.d. induzione indebita).

Il discrimine tra la concussione ex art. 317 c.p. e la induzione indebita ex art. 319quatre è la minaccia/non minaccia.   Decisione: Sentenza n. 6659/2016 Cassazione Penale - Sezione VI Il caso. Un dipendente dell'Agenzia delle Entrate di Varese veniva condannato dalla Corte di Appello di Milano per il reato di concussione, per aver costretto un contribuente a promettergli l'indebita corresponsione del ...

Read more

SEQUESTRO DI VALORE ECCESSIVO FINALIZZATO ALLA CONFISCA PER EQUIVALENTE.

Nei casi in cui il sequestro finalizzato alla confisca per equivalente sia di valore eccessivo, il Tribunale del Riesame deve ridurlo per rispettare il principio di proporzionalità con il profitto del reato. Decisione:  Sentenza n. 4567/2016 Cassazione Penale - Sezione IV Il caso. Nei confronti di una SRL unipersonale era stato disposto il sequestro finalizzato alla confisca di beni per il controvalore di 6 ...

Read more

SOSPENSIONE DEL PROCESSO PENALE CON MESSA ALLA PROVA.

Non basta un precedente penale per negare la messa alla prova. Per la Cassazione, la richiesta di sospensione del processo con messa alla prova non può essere rigettata solo sulla base dell'esistenza di una "recidiva specifica".   Decisione: Sentenza n. 4526/2016 Cassazione Penale - Sezione IV   Il caso. Il Tribunale rigettava la richiesta di messa alla prova a causa della presenza di una "recidiv ...

Read more

DIRITTO BANCARIO: L’informativa generica al cliente sulla rischiosità dell’investimento non basta ad assolvere l’obbligo di adeguata informativa.

L'informativa generica al cliente sulla rischiosità dell'investimento non basta ad assolvere l'obbligo di adeguata informativa.  Anche se il cliente insiste la banca deve valutare l'adeguatezza dell'operazione.   Il caso. Un cliente aveva richiesto alla sua banca l'acquisto di bond argentini per circa 130mila euro. La banca aveva segnalato al cliente che l'operazione non era adeguata, ma a seguito dell ...

Read more

Accertamento sintetico dei redditi a persone fisiche e prova dei redditi esenti.

Il caso.   Un contribuente vedeva rideterminato il suo reddito secondo le presunzioni del vecchio redditometro, e nei due giudizi di merito veniva confermata la pretesa tributaria perché non era stata fornita la prova contraria in maniera ritenuta sufficiente. Il contribuente ricorreva quindi in Cassazione, la quale ha accolto il ricorso e ha cassato la decisione di secondo grado, con rinvio per nuova ...

Read more

BANCAROTTA evitabile se il patrimonio viene reintegrato prima del fallimento.

Il caso. Una SPA capogruppo aveva erogato finanziamenti ad altre due società per oltre un milione di euro, distraendo tali fondi e determinandone il fallimento, seguito dalla imputazione per bancarotta fraudolenta del presidente del consiglio di amministrazione della SPA. La Corte d'Appello di Trieste lo condannava ad oltre due anni di reclusione, malgrado nei mesi precedenti la dichiarazione di fallimento ...

Read more

SICUREZZA ALIMENTARE: diserbante “Glifosato” europarlamentari e parlamentari a difesa della salute.

Parlamentari ed europarlamentari chiedono all'Italia di opporsi al rinnovo dell'autorizzazione da parte dell'UE, che é stata appena strigliata dal Mediatore Europeo per la sbrigativa approvazione dei  fitofarmaci L'UE viola il principio di precauzione se rinnova l'autorizzazione al diserbante Glifosato. In vista del voto da parte degli Stati membri, tutti gli europarlamentari ed alcuni parlamentari hanno in ...

Read more

IL DISASTRO NUCLEARE DI FUKUSHIMA AVRÀ IMPATTI SULL’AMBIENTE PER CENTINAIA DI ANNI.

Gli impatti ambientali del disastro nucleare di Fukushima Daiichi avranno effetti per secoli su foreste, fiumi ed estuari. È quanto emerge da “Radiation reloaded”, nuovo rapporto diffuso oggi da Greenpeace Giappone, secondo cui gli elementi radioattivi a lunga vita sono stati assorbiti da piante e animali, riconcentrati tramite le catene alimentari, e trascinati a valle verso l'Oceano Pacifico da tifoni, da ...

Read more

APPROVATO IL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI, principali novità.

Si lascia il vecchio codice "da 660 articoli e 1500 commi per passare a 217 articoli attraverso una scelta di semplificazione e recepimento delle direttive europee". Il Consiglio dei Ministri ha approvato "il codice attuativo della riforma degli appalti", dopo l'approvazione della delega da parte del Parlamento. Innanzitutto, come spiega il comunicato finale di Palazzo Chigi, il nuovo codice contiene criter ...

Read more

© AmbienteDiritto.it Blog Quotidiano Legale

Torna in cima
UA-31664323-1